Costantina (Algeria): differenze tra le versioni

Amplio con informazioni e fonti
Nessun oggetto della modifica
(Amplio con informazioni e fonti)
 
La città, che si estende su un raggio di una quindicina di chilometri formando un agglomerato urbano di circa {{formatnum:950000}} abitanti, sorge a {{M|80|u=km}} dalla costa del Mar Mediterraneo ed è il maggiore centro dell'Algeria orientale e il suo principale polo commerciale, nonché la terza città più popolosa del paese dopo [[Algeri]] e [[Orano]]. Spesso viene detta "città dei ponti" per via dei numerosi ponti che connettono varie colline, vallate e [[gola (geografia)|gole]] su cui è costruita.
 
== Storia ==
{{...|Storia}}
 
== Società ==
Nel corso del [[Algeria francese|periodo coloniale]], a Costantina si stabilì una cospicua comunità [[pied-noir]]. In seguito all'indipendenza del paese, la città attirò una vasta immigrazione dalle circostanti regioni rurali.
 
Le antiche famiglie di Costantina conservano specificità culturali, in gran parte derivate dalla cultura [[al-Andalus|araba andalusa]], che le distinguono dalla popolazione di origine immigrata. Tra le principali famiglie antiche della città si citano i Abdelmoumène (stabilitisi nel XV secolo), i Acheuk-Youcef, i Ali-Khodja, i Bachtarzi (di origine [[Turchi (gruppo etnico)|turca]]), i Benabdallah-Khodja, i Benattar, i Benazieb, i Benazzouz, i Benbadis, i Bencheikh-el-Fegoun (stabilitisi nel XV secolo), i Bencheikh-el-houcine, i Bendjelloul, i Benelbedjaoui, i Benelmadjat, i Benelmouffok, i Benhacine, i benkartoussa, i Benmosbah, i Bennamoun, i Benghersallah, i Benotmane (di origine turca), i Bensouiki, i Bentchikou, i Benbakir, i Bentobbal, i Benyahia, gli Elhadef el okki (di origine [[Siria (regione storica)|siriana]]), i Fathallah (di origine siriana), i Khaznadar (originari di [[Chio (isola)|Chio]]), i Koutchouk Ali (di origine turca), i Louadfel, i Nemdil e i Tchanderli-Braham.<ref name="Guechi">{{Cita libro|lingua=fr|autore=Fatima-Zohra Guechi|titolo=Constantine une ville, des héritages|città=Costantina|editore=Média-Plus|anno=2004|ISBN=978-9961-922-72-9}}</ref>
 
== Geografia ==
Rilevante centro industriale e culturale, la città è situata nell'Algeria orientale, {{M|431|u=km}} a est della capitale [[Algeri]] e {{M|130|u=km}} a est di [[Sétif]], {{M|119|u=km}} a nord di [[Batna]], {{M|198|u=km}} a nord-ovest di [[Tébessa]], {{M|146|u=km}} a sud di [[Jijel]], e rispettivamente {{M|89|u=km}} e {{M|156|u=km}} a sud-ovest di [[Skikda]] e [[Annaba]]. La città si adagia su una serie di colline e depressioni, che rendono il territorio molto eterogeneo.
 
== Clima ==
Costantina è caratterizzata da un [[clima mediterraneo]] con temperature che oscillano di molto. La media delle precipitazioni varia dai 500 a {{M|700|u=mm}} l'anno. D'inverno la temperatura minima raggiunge i {{M|-6|u=°C}} e d'estate la massima può toccare anche i {{M|47|u=°C}}.
 
== Economia ==
I settori tradizionalmente più sviluppati a Costantina sono il [[settore terziario|terziario]] e quello commerciale. Importante nodo per il commercio dei cereali e l'abbigliamento, è il polo di riferimento per l'intera economia dell'Algeria orientale. Lo sviluppo industriale conobbe un significativo impulso non prima del 1975.
 
== Sport ==
La principale [[società calcistica]] cittadina è il [[Club Sportif Constantinois|CS Constantine]].