Differenze tra le versioni di "Tempi difficili: I sotterranei della libertà"

due correzioni
(→‎Trama: inizio)
(due correzioni)
 
== Trama ==
A [[San Paolo (Brasile)|San Paolo]], la sera del 31 ottobre 1937, nelle case ricche e povere, si tengono vari intrattenimenti e dappertutto si parla della preoccupante situazione politica brasiliana. Gli esponenti dell'alta borghesia sostengono il conservatore Armando Sales, sapendo che sta progettando un [[colpo di Stato]], ma anche [[Getulio Vargas]], con l'appoggio di un movimento integralista, guidato da [[Plínio Salgado]], prepara un golpe. I sostenitori di Armando Sales, detti ''Armandisti'' hanno cercato un contatto persino con le forze del [[Partito Comunista Brasiliano]], ricevendo però un netto rifiuto alla collaborazione. Tutti sanno che il Brasile è soggetto alle influenze straniere e gli aspiranti golpisti si appoggiano chi agli [[Stati Uniti d'America]], chi alla [[Germania]] nazista di Hitler. Solo la componente comunista sembra volere un grande fronte democratico che punti all'autonomia per il Brasile da ingerenze straniere.
 
== Personaggi ==
*'''Ruivo''', altro membro di elevata responsabilità nel PCB.
*'''tenente Apolinário''', militare dedito alla causa comunista, cacciato dall'Esercito e costretto ad espatriare in [[Spagna]], dove combatterà contro le truppe del [[generale Franco]].
*'''Gonçalão (José Gonçalo)''', attivista compromesso e condannato pesantemente, si nasconde tra i nativi di una[[Microregione zonadi amazzonica.Salgado|Rio Salgado]]
*'''Jofre Ramos''', esperto tipografo latitante (condannato a vari anni di prigione).
*'''Abelardo Saquila''', infiltrato nel Partito comunista, viene smascherato.