Differenze tra le versioni di "Langkasuka"

 
 
{{vedi anche|Srivijaya}}
Tra la fine del VII secolo e il IX secolo Langkasuka cadde sotto l'influenza dell'Impero [[talassocrazia|talassocratico]] di [[Srivijaya]], che dominava lo [[stretto di Malacca]] ed ebbe la sua massima espansione in quel periodo. Secondo i ritrovamenti archeologici e le testimonianze del monaco cinese [[Yìjìng]], che alla fine del VII secolo passò 10 anni a [[Palembang]], a quel tempo una delle maggiori città di Srivijaya a [[Sumatra]], la stessa Srivijaya diffuse in quel periodo il [[Buddhismo Mahāyāna|buddhismo mahayana]] nella regione.<ref name=jacq176>{{cita|Jacq-Hergoualc'h, 2002 |pp. 176-183}}.</ref> La stele di Ligor del [[775]], venuta alla luce nella zona di [[Nakhon Si Thammarat]], documenta come in quel periodo Srivijaya e i suoi alleati [[Sailendra]] di [[Giava]] avessero esteso la loro influenza almeno fino a quel punto della penisola. Tra i motivi del successo di Srivijaya vi furono la libertà che lasciò ai suoi stati tributari, il formale riconoscimento dell'Impero cinese, con il quale mantenne cordiali rapporti che favorirono gli scambi commerciali marittimi tra la Cina, l'India, la Persia ecc., e la lealtà e giustizia con cui i mercanti furono trattati nei suoi porti.<ref>{{cita libro|url= https://books.google.co.jp/books?id=SkBdDwAAQBAJ&pg=PA21&lpg=PA21 |pp= 21-24 |autore= Barbara Watson Andaya e Leonard Y. Andaya |titolo= History Of Malaysia |editore= Macmillan International Higher Education, 1982 |ISBN= 978-0-333-27673-0 |lingua= en }}</ref> Il declino di Srivijaya ebbe inizio nell'XI secolo quando subì l'invasione deidell'eserito della dinastia [[Chola]] guidato da [[Rajendra Chola I]] proveniente dall'India, che presero di mira anche tutti i tributari di Srivijaya, tra cui la stessa Langkasuka.<ref name=teew1/>
 
===Dall'XI al XIV secolo===
9 025

contributi