Differenze tra le versioni di "Rafael Nadal"

nessun oggetto della modifica
La stagione sul cemento nordamericano iniziò con la vittoria in finale in [[Canada Masters 2005|Canada]] contro Andre Agassi, grazie alla quale conquistò il primo titolo ATP della sua carriera su questa superficie. Nel successivo Masters Series di [[Cincinnati Masters 2005|Cincinnati]] fu però eliminato al primo turno per mano del ceco [[Tomáš Berdych|Thomas Berdych]]. Agli [[US Open 2005 - Singolare maschile|US Open]], dove era testa di serie nº 2, dopo aver superato due wild-card statunitensi, [[Bobby Reynolds]] e Scoville Jenkins, si arrese in quattro set al nº 49 del mondo [[James Blake (tennista)|James Blake]]. In settembre sconfisse Guillermo Coria nella finale di [[China Open 2005 - Singolare maschile|Pechino]], e vinse entrambe le partite in singolare contro l'[[Squadra italiana di Coppa Davis|Italia]] in [[Coppa Davis 2005|Coppa Davis]]. Il mese successivo ottenne la quarta vittoria in un torneo della categoria Masters Series, a [[Madrid Masters 2005|Madrid]], contro [[Ivan Ljubičić]], la prima sul cemento indoor. Durante la partita, tuttavia, Nadal si infortunò gravemente allo [[osso scafoide del tarso|scafoide tarsale]] del piede sinistro, scoprendo così di avere una malformazione congenita dell'osso. Fu, pertanto, costretto a rinunciare all'esordio al [[Tennis Masters Cup 2005|Masters di fine anno]] di Shanghai, chiudendo la stagione al secondo posto del ranking mondiale.<ref name="autobiografia">{{Cita libro |nome=Rafael |cognome=Nadal |autore2=John Carlin |titolo=Rafa, la mia storia |anno=2011 |editore=Sperling & Kupfer |capitolo=Paura di vincere |ISBN=978-88-200-5114-3}}</ref>
 
Il [[2005]] fu l'anno della consacrazione: conquistòcon undici tornei in stagioneconquistati ([[Brasil Open 2005|Salvador]], [[Abierto Mexicano Telcel 2005|Acapulco]], [[Monte Carlo Masters 2005|Monte Carlo]], [[Torneo Godó 2005|Barcellona]], [[Internazionali BNL d'Italia 2005|Roma]], [[Open di Francia 2005|Open di Francia]], [[Swedish Open 2005|Bastad]], [[Mercedes Cup 2005|Stoccarda]], [[Canada Masters 2005|Montréal]], [[China Open 2005|Pechino]], [[Madrid Masters 2005|Madrid]]) su dodici finali disputate (solo Federer fece altrettanto quell'anno), stabilendosi affermò come il teenager più vincente della storia<ref>{{Cita web |url=https://www.atptour.com/en/players/rafael-nadal/n409/titles-and-finals |titolo=Rafa Nadal Titles and Finals ATP |accesso=22 novembre 2020 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20201201175758/https://www.atptour.com/en/players/rafael-nadal/n409/titles-and-finals |dataarchivio=1 dicembre 2020 |urlmorto=no}}</ref>, oltre a stabilire il record di tornei [[ATP World Tour Masters 1000|Masters Series]] vinti in un anno (4, record che ha condiviso con Federer fino ai 5 titoli di Đoković nel [[2011]]). Otto dei tornei vinti si giocarono sulla terra rossa, gli altri sul cemento. Nel corso dell'anno Nadal ottenne 79 vittorie, secondo soltanto alle 81 di Federer; vinse inoltre il [[Golden Bagel Award]] per i ben 12 set vinti per 6-0.<ref>{{Cita web |url=http://www.sidespinproductions.com/news9.php |titolo=Nadal vince il Golden Bagel |editore=SideSpin Productions |data=11 dicembre 2005 |lingua=en |accesso=6 aprile 2010 |urlarchivio=https://www.webcitation.org/6IPZkTvsB?url=http://www.sidespinproductions.com/news9.php |dataarchivio=26 luglio 2013 |urlmorto=no}}</ref> Conquistò infine la più alta posizione in classifica a fine anno per uno spagnolo, e il premio ATP per il giocatore che è migliorato di più.<ref name="ATPAwards" />
 
=== 2006: 2º Roland Garros ===
Nel suo primo torneo sull'erba dal 2008, il [[AEGON Championships 2010|Queen's]], venne eliminato ai quarti dal connazionale [[Feliciano López]], mentre a [[Torneo di Wimbledon 2010|Wimbledon]] si presentò come testa di serie nº 2. Non senza qualche difficoltà Nadal riuscì a raggiungere la sua quarta finale dei Championships, dove si trovò di fronte Tomáš Berdych, giustiziere ai quarti di Federer e in semifinale di Đoković. Il ceco, alla sua prima finale Slam, non riuscì a opporre resistenza: con il punteggio di 6-3, 7-5, 6-4 Nadal conquistò per la seconda volta il torneo più prestigioso.
[[File:Rafael Nadal at the 2010 Wimbledon Championships 02.jpg|sinistra|miniatura|289x289px|Nadal al [[Torneo di Wimbledon 2010|Torneo di Wimbledon]] nel [[Torneo di Wimbledon 2010 - Singolare maschile|2010]].]]
Dopo la pausa estiva, al [[Rogers Cup 2010|torneo di Toronto]] Nadal disputò sia il singolare che il doppio. In quest'ultimo partecipò in coppia con il numero 2 del mondo Đoković: non accadeva da 34 anni (dai tempi di [[Jimmy Connors|Connors]]/[[Arthur Ashe|Ashe]]) che i primi due giocatori della classifica di singolare disputassero insieme un torneo di doppio. La coppia viene tuttavia eliminata al primo turno dalle [[wild card (sport)|wild card]] canadesi [[Vasek Pospisil]] e [[Milos Raonic]]. Nel singolare invece raggiunse la semifinale, ma venne nettamente sconfitto da Murray in due set. Anche a [[Western & Southern Financial Group Masters & Women's Open 2010|Cincinnati]] Nadal uscì prematuramente di scena, battuto ai quarti da [[Marcos Baghdatis|Baghdatis]]. Allo [[US Open 2010|US Open]] però lo spagnolo dettò legge: raggiunta la sua prima finale a New York, affrontò e sconfisse Novak Đoković con il punteggio di 6-4, 5-7, 6-4, 6-2, perdendo l'unico set del torneo nell'atto conclusivo, subendo appena 5 break in 7 incontri.<ref>{{Cita web |url=http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2010/09/14/384069-finale_sospesa_pioggia_nadal_avanti.shtml |titolo=Nadal nella storia: primo Us Open e Career Slam |data=16 settembre 2010 |accesso=29 dicembre 2011 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20101018185017/http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2010/09/14/384069-finale_sospesa_pioggia_nadal_avanti.shtml |dataarchivio=18 ottobre 2010 |urlmorto=no}}</ref> Con questa vittoria Nadal divenne il primo della storia a vincere nello stesso anno solare 3 prove dello Slam su 3 superfici diverse (terra rossa, erba e cemento)<ref name="re terra11">{{Cita libro |autore=Ray Giubilo |titolo=Il re della terra |anno=2011 |editore=Edisport editoriale |capitolo=2011, sesto trionfo a Parigi |ISBN=978-88-88593-30-2 |coautori=Cristian Sonzogni}}</ref>, il più giovane giocatore dell'era open a completare il [[Grande Slam (tennis)#Quattro Slam vinti|Career Grand Slam]] e allo stesso tempo il [[Grande Slam (tennis)#Grande Slam d'Oro|Career Golden Slam]], avendo vinto in carriera i quattro Major e l'oro olimpico;, gliil uniciterzo tennisti a riuscirvi fino ad allora erano statidopo Andre Agassi e Steffi Graf.<ref>{{Cita news |lingua=en |url=http://www.dailymail.co.uk/sport/tennis/article-1311805/US-OPEN-2010-Rafael-Nadal-thrilling-victory-Novak-Djokovic.html |titolo=Nadal diventa il settimo giocatore a vincere i quattro Slam |pubblicazione=Daily Mail |data=14 settembre 2010 |accesso=29 dicembre 2011 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20110205144044/http://www.dailymail.co.uk/sport/tennis/article-1311805/US-OPEN-2010-Rafael-Nadal-thrilling-victory-Novak-Djokovic.html |dataarchivio=5 febbraio 2011 |urlmorto=no}}</ref>
 
Dopo una breve pausa per lo spagnolo iniziarono tre settimane di intensa trasferta asiatica. Al torneo di [[Thailand Open 2010|Bangkok]], cui partecipò per la prima volta, venne eliminato in semifinale da [[Guillermo García López]] per 2-6, 7-6<sup>3</sup>, 6-3 dopo non aver sfruttato 24 palle break.<ref>{{Cita web |url=http://www.atpworldtour.com/en/tournaments/thailand-open/1720/2010/match-stats/G476/N409/live/MS002/match-stats |titolo=Statistiche partita |data=3 ottobre 2010 |accesso=20 giugno 2015}}</ref> Lo spagnolo fece quindi il suo esordio al [[Rakuten Japan Open Tennis Championships 2010|torneo di Tokyo]], conquistando il settimo titolo della stagione dopo aver sconfitto in finale Gaël Monfils per 6-1, 7-5. A [[Shanghai Masters 2010|Shanghai]], dove difendeva la finale raggiunta nel 2009, venne eliminato al terzo turno da [[Jürgen Melzer]]. Si interruppe quindi con questa centesima sconfitta in carriera (su 568 partite) la striscia di 21 quarti di finale consecutivi nei Masters 1000 iniziata ad [[Hamburg Masters 2008|Amburgo nel 2008]].
Il 2017 è l'anno della sua rinascita tennistica. Comincia conquistando nuovamente il classico torneo d'esibizione di [[Abu Dhabi]], dove batte in finale il belga [[David Goffin]] per 6-4, 7-6, diventando il giocatore più vincente della storia del torneo (4 volte: 2010, 2011, 2016, 2017). Agli [[Australian Open]] raggiunge la finale contro Federer, perdendo al quinto set (4-6, 6-3, 1-6, 6-3, 3-6). A Miami gioca la sua partita numero mille in carriera, undicesimo tennista a raggiungere questo traguardo.<ref>{{Cita web |url=http://tennis.it/nadal-lundicesimo-millenario/ |titolo=NADAL, L’UNDICESIMO “MILLENARIO” |accesso=30 marzo 2017 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20180901182644/https://tennis.it/nadal-lundicesimo-millenario/ |dataarchivio=1 settembre 2018 |urlmorto=no}}</ref>
 
Sulla terra rossa s'impone a [[Monte Carlo Rolex Masters 2018 - Singolare|Monte-Carlo]], a Barcellona, dove gli era stato appena intitolato il campo centrale diventando così il (primo tennista a giocare su un campo a lui intitolato),<ref>{{Cita news |lingua=en |url=https://www.atpworldtour.com/en/news/nadal-barcelona-2017-court-ceremony |titolo=Nadal Has Barcelona Centre Court Named After Him {{!}} ATP World Tour {{!}} Tennis |pubblicazione=ATP World Tour |accesso=5 settembre 2018 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20180905214742/https://www.atpworldtour.com/en/news/nadal-barcelona-2017-court-ceremony |dataarchivio=5 settembre 2018 |urlmorto=no}}</ref><ref>{{Cita web |url=https://www.ubitennis.com/blog/2017/04/21/il-centrale-di-barcellona-intitolato-rafael-nadal/ |titolo=Il centrale di Barcellona intitolato a Rafael Nadal |accesso=25 aprile 2021 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20210425144417/https://www.ubitennis.com/blog/2017/04/21/il-centrale-di-barcellona-intitolato-rafael-nadal/ |dataarchivio=25 aprile 2021 |urlmorto=no}}</ref> Madrid e al [[Open di Francia 2017|Roland Garros]], battendo Wawrinka e tornando a vincere uno Slam dopo tre anni.
 
[[File:Paris-FR-75-open de tennis-2-6--17-Roland Garros-Rafael Nadal-09.jpg|thumb|Nadal durante gli [[Open di Francia 2017]]|299x299px]]
A [[Torneo di Wimbledon 2019 - Singolare maschile|Wimbledon]] Federer ne arresta la corsa in semifinale superandolo col punteggio di 6<sup>3</sup>-7, 6-1, 3-6, 4-6. Torna alla vittoria nel Masters 1000 di [[Rogers Cup 2019 - Singolare maschile|Montréal]] superando in finale [[Daniil Medvedev]], decide quindi di cancellarsi dal torneo di [[Western & Southern Open 2019 - Singolare maschile|Cincinnati]]<ref>{{Cita web |url=https://www.repubblica.it/sport/tennis/2019/08/12/news/tennis_nadal_vince_a_montreal_e_si_cancella_da_cincinnati_fognini_rientra_in_top_ten-233461349/ |titolo=Tennis, Nadal vince a Montreal ma salta Cincinnati. Fognini rientra in top ten |sito=Repubblica.it |data=2019-08-12 |lingua=it |accesso=2019-08-14 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20190814174703/https://www.repubblica.it/sport/tennis/2019/08/12/news/tennis_nadal_vince_a_montreal_e_si_cancella_da_cincinnati_fognini_rientra_in_top_ten-233461349/ |dataarchivio=14 agosto 2019 |urlmorto=no}}</ref>. A [[US Open 2019 - Singolare maschile|Flushing Meadows]] conquista la sua quinta finale a [[New York]], dove supera ancora Medvedev col punteggio di 7-5, 6-3, 5-7, 4-6, 6-4. Partecipa quindi alla [[Laver Cup 2019|Laver Cup]], ma dopo aver superato [[Milos Raonic]], si ritira a causa di un infortunio, che gli fa saltare tutta la tournée asiatica<ref>{{Cita web |url=https://it.eurosport.com/tennis/laver-cup-nadal-da-forfait-per-infortunio-alla-mano_sto7470030/story.shtml |titolo=Laver Cup: Nadal dà forfait per infortunio alla mano |sito=Eurosport.com |data=22 settembre 2019 |accesso=6 novembre 2019 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20191106152949/https://it.eurosport.com/tennis/laver-cup-nadal-da-forfait-per-infortunio-alla-mano_sto7470030/story.shtml |dataarchivio=6 novembre 2019 |urlmorto=no}}</ref>. Torna in campo a [[Rolex Paris Masters 2019 - Singolare|Parigi]] e raggiunge le semifinali senza perdere alcun set. Prima della semifinale, che lo avrebbe visto opposto a Shapovalov è costretto al ritiro per uno stiramento agli addominali<ref>{{Cita web |url=https://www.ubitennis.com/blog/2019/11/02/bercy-nadal-si-ritira-prima-di-giocare-djokovic-sfidera-shapovalov-in-finale/ |titolo=Nadal si ritira prima di giocare: Djokovic sfiderà Shapovalov in finale a Bercy |autore=Ferruccio Roberti |sito=UbiTennis.com |data=2 novembre 2019 |accesso=6 novembre 2019 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20191106152951/https://www.ubitennis.com/blog/2019/11/02/bercy-nadal-si-ritira-prima-di-giocare-djokovic-sfidera-shapovalov-in-finale/ |dataarchivio=6 novembre 2019 |urlmorto=no}}</ref>, nonostante il ritiro il 4 novembre torna numero uno del ranking. Alle [[ATP Finals 2019|ATP Finals]], viene inserito nel [[ATP Finals 2019 - Singolare#Gruppo Andre Agassi|gruppo Andre Agassi]] con Medveded, Tsitsipas e Alexander Zverev. Nella prima giornata viene sconfitto dal campione uscente, Zverev col punteggio di 6–2, 6–4. Contro Medvedev rimonta uno svantaggio di 5–1, nel terzo set, annullando anche un match point e si impone col punteggio di 6<sup>(3)</sup>–7, 6–3, 7–6<sup>(4)</sup>. Chiude il girone, al terzo posto, battendo Tsitsipas, futuro vincitore del torneo, in rimonta per 6<sup>(4)</sup>–7, 6–4, 7–5 e viene eliminato.
 
In conclusione della stagione, conquista la sua quinta Coppa Davis con la Spagna, vincendo tutti i suoi incontri sia in singolare sia in doppio e diventando, a parimetito con [[Rod Laver]], [[John McEnroe]] e [[Robert Lutz]], il terzo tennista più titolato del mondiale a squadre, dopo [[Roy Emerson]] e [[Stan Smith]] risettivamente con otto e sette successi.<ref>{{Cita web |url=https://tennis.it/roy-emerson-il-re-della-davis/ |titolo=ROY EMERSON, IL RE DELLA DAVIS |data=3 novembre 2015 |lingua=it |accesso=9 dicembre 2020 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20210418080648/https://tennis.it/roy-emerson-il-re-della-davis/ |dataarchivio=18 aprile 2021 |urlmorto=no}}</ref><ref name="il re della terra" /><ref name="telenadkno1" /><ref>{{Cita libro |autore=Rafael Nadal |autore2=John Carlin |titolo=Rafa, la mia storia |anno=2011 |editore=Sperling & Kupfer |capitolo=Il colibrì |ISBN=978-88-200-5114-3}}</ref><ref>{{Cita web |url=https://www.ubitennis.com/blog/2013/12/14/stan-smith-leggenda-della-davis/ |titolo=Stan Smith, leggenda della Davis |data=14 dicembre 2013 |lingua=it |accesso=15 novembre 2020 |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20210116001612/https://www.ubitennis.com/blog/2013/12/14/stan-smith-leggenda-della-davis/ |dataarchivio=16 gennaio 2021 |urlmorto=no}}</ref>
In conclusione della stagione, conquista la sua quinta Coppa Davis con la Spagna, vincendo tutti i suoi incontri sia in singolare sia in doppio.
 
=== 2020: il ventesimo Slam e la millesima vittoria ATP ===
Per la prima volta in carriera partecipa quindi al [[Open di Francia 2020 - Singolare maschile|Roland Garros]] senza aver vinto alcun titolo sulla terra. Al primo turno supera [[Jahor Herasimaŭ]] 6-4, 6-4, 6-2 e al secondo ha la meglio su [[Mackenzie McDonald]] 6-1, 6-0, 6-3. Nei sedicesimi elimina [[Stefano Travaglia]] per 6-1, 6-4, 6-0 e negli ottavi [[Sebastian Korda]] con lo score di 6-1, 6-1, 6-2. Nei quarti di finale batte [[Jannik Sinner]] 7-6<sup>4</sup>, 6-4, 6-1. In semifinale vendica la sconfitta subita a Roma da Diego Schwartzman eliminandolo col punteggio di 6-3, 6-3, 7-6<sup>0</sup>. Nella sua tredicesima finale a Parigi, l'11 ottobre, batte col punteggio di 6-0, 6-2, 7-5, il numero 1 del mondo Novak Đoković, conquistando il suo 13° Roland Garros (60º torneo vinto sulla terra rossa), per la quarta volta senza perdere nessun set (record assoluto).
 
Grazie a questo successo eguaglia il record di 20 tornei del Grande Slam vinti in carriera, precedentemente detenuto in solitaria da Federer, e diventa il 5° tennista della storia (dopo [[Margaret Smith Court]], [[Steffi Graf]], [[Serena Williams]] e [[Roger Federer]]) a vincere almeno 20 titoli Slam in singolare e il 3° tennista della storia (dopo [[Ken Rosewall]] e Đoković) a vincere uno Slam in 3 decenni diversi ([[anni 2000|2000]]-[[anni 2010|2010]]-[[anni 2020|2020]]), diventa inoltre il primo giocatore di entrambi i sessi ad aver vinto per 13 volte uno stesso torneo, con un bilancio di 100 vittorie e due sole sconfitte.
 
Sconfiggendo [[Feliciano López]] all'esordio nel torneo di [[Rolex Paris Masters|Parigi Bercy]], ottiene la millesima vittoria nel circuito ATP (quarto di sempre a riuscirci dopo [[Jimmy Connors]], [[Ivan Lendl]] e [[Roger Federer]]). Negli ottavi di finale sconfigge in due set [[Jordan Thompson]], mentre nei quarti la spunta in rimonta su Pablo Carreno Busta. Viene quindi eliminato in semifinale da [[Alexander Zverev]] col punteggio di 6-4, 7-5.