Separatore D'Arbela: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
In caso di intervento del circuito di protezione, aprendosi il contattore, tutta la corrente passando attraverso la valvola fusibile fondendosi interrompeva il circuito. Ciò evitava che l'extracorrente di apertura del circuito bruciasse saldandoli i contatti dato che il lavoro gravoso di interruzione veniva demandato al fusibile. L'inconveniente maggiore del sistema era rappresentato dalla necessità di sostituire ogni volta il fusibile ad alta tensione in condizioni piuttosto difficili e pericolose.
 
Nel corso degli anni il separatore è stato installato a bordo di numerosi modelli di locomotive ( [[Locomotiva FS E.626|E.626]], [[Locomotiva FS E.428|E.428]], [[Locomotiva FS E.326|E.326]], [[Locomotiva FS E.636|E.636]], [[Locomotiva FS E.424|E.424]] ...) e ne ha costituito un valido elemento di protezione, pur con qualche inconveniente, (difficoltà nella sostituzione della valvola eper il ,ripristino funzionale del circuito e ila fattovolte cheesplosione ledella valvole stesse a volte esplodesserovalvola).
 
NonostanteIl tutto il Separatore sara''separatore'' rimarrà l'unico sistema di protezineprotezione dei circuiti Altaad Tensionealta tensione delle locomotive ina C.C.corrente continua italiane fino all'avvento, negli [[Anni 1960|anni sessanta]], dei primi moodellimodelli di Interruttore[[interruttore Extrarapidoextrarapido]].
 
{{Ferrovia}}
{{Portale|trasporti}}
[[Categoria:Meccanica e tecnologia ferroviaria]]
[[Categoria:Elettrotecnica]]
69 220

contributi