Silahdar Damat Ali Pascià: differenze tra le versioni

m
fix link
m (migrazione automatica di 7 collegamenti interwiki a Wikidata, d:q1189261)
m (fix link)
 
Quando il [[Gran Visir]] [[Ibrahim Pascià Kel Hoca]] venne condannato a morte per aver tentato di ucciderlo, fu nominato al suo posto Gran Visir (27 aprile 1713). Firmò con la [[Russia]] il [[Trattato di Adrianopoli]] che fissò il confine sui fiumi [[Samara]] e [[Orel]] (5 giugno del 1713). Poi cominciò la campagna di [[Morea]] contro i Veneziani. <br>
Nel 1715 riconquistò vari luoghi del Peloponneso veneziano: [[Napoli di Romania]], [[ArgosArgo (Grecia)|Argo]], [[Corone]], [[Modone]] e [[Monemvasia|Malvasia]] e, a [[Creta]], La Suda e Spina Longa.
 
Nel 1716 fu sconfitto dal [[generale]] [[Sacro Romano Impero|imperiale]] Principe [[Eugenio di Savoia]] nella [[battaglia di Petervaradino]] (5 agosto del 1716) e vi trovò la morte a causa di un proiettile vagante. Fu sepolto a [[Belgrado]].
370 701

contributi