Differenze tra le versioni di "Thomas Moore"

fix link
(fix link)
Nei primi anni della sua carriera, il lavoro di Moore era stato in gran parte generico e, se fosse morto a questo punto, probabilmente non sarebbe stato ricordato come poeta irlandese.<ref>Kelly p.151</ref> Dal [[1806]]-[[1807]] Moore cambiò radicalmente il suo stile di scrittura e il soggetto. A seguito della richiesta di un editore, scrisse i testi di una serie di melodie irlandesi, in collaborazione con [[John Stevenson]], che furono poi pubblicati in diversi volumi. Moore divenne noto soprattutto per queste melodie che divennero enormemente popolari e contribuirono a diffondere la sua passione per le radici irlandesi e per la storie e il folklore del suo paese natio. Tra di esse si ricordano ''The Minstrel Boy'', ''The Last Rose of Summer'''' e ''Oft, in the Stilly Night''.
 
Nel [[1811]] Moore scrisse ''M.P.'', conosciuta anche come ''The Blue Stocking'', un'opera comica, in collaborazione con [[Samuel Arnold (musicista)|Samuel Arnold]]. Anche se ricevette recensioni positive, a Moore non piaceva scrivere per il teatro e decise, ancora una volta, di non scrivere più commedie, pur essendo più volte tentato negli anni seguenti.<ref>Kelly p.200</ref> Tra il [[1810]] e il [[1820]] scrisse un certo numero di [[satira|satire]] politiche. Dopo essere stato inizialmente un fedele sostenitore del principe di Galles, gli si rivolse contro dopo il 1811, quando divenne principe reggente ed aveva appoggiato il [[Partito Tory]]. Un altro obiettivo importante delle sue satire fu il ministro degli esteri [[Robert Stewart, Visconte Castlereagh|Lord Castlereagh]], in ''Tom Crib's Memorial to Congress'', una [[parodia]] del [[Congresso di Aquisgrana (1818)]] in cui la conferenza diplomatica venne dipinta come un incontro di boxe.<ref>Kelly p.322-327</ref> Nel [[1818]] scrisse ''[[The Fudge Family in Paris]]'' (''La famiglia Fudge a Parigi''), una storia in cui una famiglia britannica visita Parigi, che ebbe anche un [[sequel]], ''[[The Fudge Family in England]]'' (''La famiglia Fudge in Inghilterra''), nel [[1835]].
 
In questo periodo Moore iniziò anche a lavorare su una biografia del drammaturgo e politico [[Richard Brinsley Sheridan]], che aveva incontrato numerose volte, ma, in parte per ragioni legali, non fu pubblicata fino al 1825.<ref>Kelly p.315-325</ref>