Differenze tra le versioni di "Giacomo Lanzetti"

nessun oggetto della modifica
(Stemma SVG)
{{Vescovo
|nome = Giacomo Lanzetti
|chiesa = cattolica
|nome = Giacomo Lanzetti
|immagine = Mons Giacomo Lanzetti.JPG
|didascalia = Il vescovo l'8 dicembre [[2006]]
|ruoliattuali = [[Vescovo]] di [[Diocesi di Alba|Alba]]
|titolo = [[Diocesi di Alba|Alba]]
|stemma = Coat of arms of Giacomo Lanzetti.svg
|motto = Sincero corde servire
|natoruoliattuali = 21 aprile [[1942Vescovo]] adi [[CarmagnolaDiocesi di Alba|Alba]]
|ruoliricoperti = [[Vescovo ausiliare]] di [[Arcidiocesi di Torino|Torino]]<br />[[Vescovo]] di [[Diocesi di Alghero-Bosa|Alghero-Bosa]]
|ordinato = 26 giugno [[1966]] dal [[cardinale]] [[Michele Pellegrino]]
|nato = {{calcola età|1942|4|21}}a [[Carmagnola]]
|ordinato = 26 giugno [[1966]] dal dall'[[cardinalearcivescovo]] [[Michele Pellegrino]] (poi [[cardinale]])
|nomvescovo = 21 giugno [[2002]] da [[papa Giovanni Paolo II]]
|consacrato = 20 luglio [[2002]] dal [[cardinale]] [[Severino Poletto]]
|ruoliricoperti = [[Vescovo ausiliare]] di [[Arcidiocesi di Torino|Torino]]<br />[[Vescovo]] di [[Diocesi di Alghero-Bosa|Alghero-Bosa]]
|deceduto =
}}
}}
 
== VitaBiografia ==
NatoNasce a [[Carmagnola]], pressoin [[Torino]],provincia nell'apriledi [[1942Torino|provincia]], entrò in seminario aed [[Giaveno]]arcidiocesi neldi [[1953Torino]], eil fece21 la sua vestizione clericale nel settembreaprile [[1958]] a [[Torino1942]].
 
=== Formazione e ministero sacerdotale ===
Durante l'ultimo anno di teologia fu invitato dal vescovo [[Felicissimo Tinivella]] a perfezionare gli studi presso la [[Pontificia Università Salesiana]]: il 30 agosto [[1967]] conseguì il diploma di qualificazione in pedagogia catechistica.
Entra in seminario a [[Giaveno]] nel [[1953]] e fa la sua vestizione clericale nel settembre [[1958]] a [[Torino]].
 
Durante l'ultimo anno di teologia fuè invitatoinviato dal vescovo [[Felicissimo Stefano Tinivella]], coadiutore ''personæ datus'' dell'arcivescovo di Torino, a perfezionare gli studi presso la [[Pontificia Università Salesiana]]: il 30 agosto [[1967]] conseguìconsegue il diploma di qualificazione in pedagogia catechistica.
Fu ordinato sacerdote il 26 giugno [[1966]] dal cardinale [[Michele Pellegrino]]. Dopo essere stato vice parroco dal [[1967]] al [[1975]], venne invitato dallo stesso cardinale Pellegrino a fondare una nuova parrocchia (San Benedetto Abate) nel nascente quartiere torinese di [[Pozzo Strada (Torino)|Pozzo Strada]]. Prima di posare la prima pietra dell'edificio, Giacomo Lanzetti aveva adattato a chiesa un negozio nelle vicinanze del luogo ove sarebbe sorta la chiesa di San Benedetto. La chiesa parrocchiale venne consacrata dal cardinale [[Anastasio Alberto Ballestrero]] il 13 maggio [[1978]].
 
È ordinato [[presbitero]] il 26 giugno [[1966]] dall'[[arcivescovo]] [[Michele Pellegrino]] (poi [[cardinale]]). Dopo l'ordinazione è vice parroco dal [[1967]] al [[1975]].
Parroco a San Benedetto per ventitré anni, svolse numerose attività di formazione, rese possibili anche grazie alla casa di spiritualità ''Oasi di San Benedetto'', sita in [[Montanaro]] e utilizzata come ritrovo dei giovani della sua parrocchia.
 
FuViene ordinato sacerdote il 26 giugno [[1966]]invitato dal cardinale [[Michele Pellegrino]]. Dopo essere stato vice parroco dal [[1967]] al [[1975]], venne invitato dallo stesso cardinale Pellegrino a fondare unala nuova parrocchia (Sandi san Benedetto Abate)abate nel nascente quartiere torinese di [[Pozzo Strada (Torino)|Pozzo Strada]]. Prima di posare la prima pietra dell'edificio, Giacomo Lanzetti aveva adattatoadatta a chiesa un negozio nelle vicinanze del luogo ove sarebbe sorta la chiesa di Sansan Benedetto. La chiesa parrocchiale venneè consacrata dal cardinale [[Anastasio Alberto Ballestrero]] il 13 maggio [[1978]]. Rimane parroco a san Benedetto per ventitré anni, lì svolge numerose attività di formazione, rese possibili anche grazie alla casa di spiritualità ''Oasi di san Benedetto'', situata a [[Montanaro]] e utilizzata come ritrovo dei giovani della sua parrocchia.
Nel [[2000]] il cardinale [[Severino Poletto]] lo nominò vicario espiscopale per la città di Torino e dal [[2002]] al [[2006]] fu [[vescovo ausiliare]] di [[Arcidiocesi di Torino|Torino]], [[Vescovo titolare|titolare]] di [[Diocesi di Mariana|Mariana]].
 
Nel luglio [[1994]] è nominato dal cardinale [[Giovanni Saldarini]] assistente diocesano dell'[[Azione Cattolica]].
Il 29 settembre [[2006]] [[papa Benedetto XVI]] lo nominò [[vescovo]] di [[Diocesi di Alghero-Bosa|Alghero-Bosa]], il 28 giugno [[2010]] vescovo di [[Diocesi di Alba|Alba]].
 
Nel [[2000]] il cardinale [[Severino Poletto]] lo nomina vicario episcopale per la città di Torino, mentre il 25 luglio [[2001]] è nominato [[vicario generale]].
 
=== Ministero episcopale ===
Il 21 giugno [[2002]] [[papa Giovanni Paolo II]] lo nomina [[vescovo ausiliare]] di [[Arcidiocesi di Torino|Torino]] e [[Vescovo titolare|titolare]] di [[Diocesi di Mariana|Mariana]]<ref>[http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2002/06/21/0324/01032.html#NOMINA%20DI%20AUSILIARI%20DI%20TORINO%20(ITALIA) Nomina di vescovi ausiliari di Torino (Italia)]</ref>; riceve l'ordinazione episcopale nella [[duomo di Torino|cattedrale di Torino]] con il vescovo [[Guido Fiandino]] il successivo 20 luglio dal [[cardinale]] [[Severino Poletto]], coconsacranti l'arcivescovo [[Paolo Romeo]] (poi cardinale) ed il vescovo [[Pier Giorgio Micchiardi]].
 
Il 29 settembre [[2006]] [[papa Benedetto XVI]] lo nomina [[vescovo]] di [[Diocesi di Alghero-Bosa|Alghero-Bosa]]<ref>[http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2006/09/29/0478/01341.html#RINUNCIA%20DEL%20VESCOVO%20DI%20ALGHERO-BOSA%20(ITALIA)%20E%20NOMINA%20DEL%20SUCCESSORE Rinuncia del vescovo di Alghero-Bosa (Italia) e nomina del successore]</ref>; entra in diocesi il successivo 25 novembre.
 
Il 28 giugno [[2010]] è nominato dallo stesso papa vescovo di [[Diocesi di Alba|Alba]]<ref>[http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2010/06/28/0425/00961.html#RINUNCIA%20DEL%20VESCOVO%20DI%20ALBA%20(ITALIA)%20E%20NOMINA%20DEL%20SUCCESSORE Rinuncia del vescovo di Alba (Italia) e nomina del successore]</ref>; entra in diocesi il 6 ottobre seguente.
 
== Genealogia episcopale ==
{{vedi anche|Genealogia episcopale}}
{{Infobox titolazione
|nome = Giacomo Lanzetti
|stemma = Coat of arms of Giacomo Lanzetti.svg
|ruolo = [[Diocesi di Alba|Vescovo di Alba]]
|riferimento = Sua Eccellenza
|parlato = Vostra Eccellenza
|religioso = Vescovo
|postumo =
|alternativo = Monsignore
|informale =
|nobiliare =
|cronologia dei titoli =
}}
*[[Cardinale]] [[Scipione Rebiba]]
*Cardinale [[Giulio Antonio Santorio]]
*Cardinale [[Luigi Caetani]]
*Cardinale [[Ulderico Carpegna]]
*Cardinale [[Paluzzo Paluzzi Altieri Deglidegli Albertoni]]
*[[Papa Benedetto XIII]], O.P.
*[[Papa Benedetto XIV]]
*[[Vescovo]] Giacomo Lanzetti
 
== FontiNote ==
<references/>
*{{en}} Dati riportati su [http://www.catholic-hierarchy.org www.catholic-hierarchy.org] alla pagina [http://www.catholic-hierarchy.org/bishop/blanzetti.html]
 
== Collegamenti esterni ==
*{{en}} Dati riportati su [http://www.catholic-hierarchy.org/bishop/blanzetti.html www.catholic-hierarchy.orgVescovo Giacomo Lanzetti] alla paginasu [http://www.catholic-hierarchy.org/bishop/blanzetti catholic-hierarchy.htmlorg]
 
{{Box successione
|immagine=BishopCoA PioM.svg
}}
 
{{Box successione
|tipologia = episcopale
|immagine=BishopCoA PioM.svg
}}
 
{{Box successione
|tipologia = episcopale
}}
 
{{Box successione
|tipologia = episcopale
|carica=[[Diocesi di Alghero-Bosa|Amministratore apostolico di Alghero-Bosa]]
|periodo = 28 giugno [[2010]] - 2 ottobre [[2010]]
|precedente = -
|successivo = -
|immagine=BishopCoA PioM.svg
}}
{{portale|biografie|cattolicesimo}}
 
Utente anonimo