Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 5 anni fa
Le prove della sua esistenza comprendono gli studi [[Scala dei tempi geologici|geocronologici]] e [[Paleomagnetismo|paleomagnetici]] dei due cratoni [[Archeano|archeani]] (protocontinenti) denominati [[Cratone di Kaapvaal]], con riferimento alla regione [[Sudafrica|sudafricana]] di [[Kaapvaal]], e [[Cratone di Pilbara]], con riferimento alla regione di [[Pilbara]] nell'[[Australia Occidentale]], i quali facevano parte della Vaalbara. Questi due cratoni rappresentano gli unici resti originali della crosta terrestre, come era ai primordi, sopravvissuti fino ai giorni nostri.
 
Un'ulteriore prova è rappresentata dalla sequenza di somiglianze strutturali delle cinture di [[nefrite (pietraminerale)|nefriti]] e di [[gneiss]] che presentano questi due cratoni. Le stesse cinture archeane di nefriti si trovano anche ai margini del [[Cratone Superiore]] in [[Canada]], come pure nei cratoni degli ex [[Continente|continenti]] della [[Gondwana]] e della [[Laurasia]].
 
==Scissione==