Differenze tra le versioni di "Consiglio della Corona di Svezia"

m
d eufonica
m (Bot: Aggiungo template {{interprogetto}})
m (d eufonica)
Nel 1713, il figlio e successore di Carlo XI, [[Carlo XII di Svezia|Carlo XII]], ha emesso una nuova ordinanza per la cancelleria per permettergli di guidare il governo dal campo di battaglia, ma la sua morte improvvisa, durante l'assedio di Fredricshald in Norvegia nel 1718, ha fornito l'opportunità per il Parlamento ([[Riksdag degli Stati]]) di scrivere una nuova costituzione nel 1719 e nel 1721, che ha dato la Svezia mezzo secolo di una prima rinnovata concertazione, e da allora un governo parlamentare.
 
Nella prima istituzione la nobiltà ha dominato sia il Parlamento che il Consiglio. Il consiglio aveva ora 16 membri eed era presieduto dal re. Ogni consigliere aveva diritto a un voto, mentre il re, in qualità di presidente, ne aveva due. Il consiglio è stato il governo del paese, ma anche la suprema autorità giudiziaria.
 
Dal 1738 gli Stati regionali facenti parte del ''Riksdag degli Stati'' potevano rimuovere i loro consiglieri in modo da creare una maggioranza corrispondente a quella degli Stati; gli [[Stato (medioevo)|Stati regionali]] provvedevano anche alla nomina del presidente della Cancelleria (il primo ministro), secondo l'appartenenza di partito. Anche la legge sulla libertà di stampa (1766) è stata adottato in questo periodo.