Differenze tra le versioni di "Massimino d'Aix"

m
santo omonimo
m (→‎Cenni biografici: chiarisco)
m (santo omonimo)
 
Ha dato il nome alla città di [[Saint-Maximin-la-Sainte-Baume]];<ref name="bss"/> gli era dedicata una chiesa di Aix, ricordata nel 1175, inglobata nella [[Cattedrale di Aix|cattedrale]] nel [[1317]].<ref>Niccolò Del Re, BSS, vol. IX (1967), col. 29.</ref>
 
Il suo culto come santo fu confermato da [[papa Leone XIII]] con decreto del 24 novembre [[1900]].<ref>''Index ac status causarum'' (1999), pp. 452 e 457.</ref>
 
Il suo elogio si legge nel [[martirologio romano]] al [[17 novembre]].<ref>Martirologio romano (2004), p. 886.</ref>
== Bibliografia ==
* ''Il martirologio romano. Riformato a norma dei decreti del Concilio ecumenico Vaticano II e promulgato da papa Giovanni Paolo II'', LEV, Città del Vaticano 2004.
* Congregatio de Causis Sanctorum, ''Index ac status causarom'', Città del Vaticano 1999.
* Filippo Caraffa e Giuseppe Morelli (curr.), ''Bibliotheca Sanctorum'' (BSS), 12 voll., Istituto Giovanni XXIII nella Pontificia Università Lateranense, Roma 1961-1969.
 
 
[[Categoria:Santi franchi]]
[[Categoria:Santi canonizzati da Leone XIII]]