Apri il menu principale

Modifiche

1 524 byte aggiunti, 1 anno fa
standard
 
Dall'8 luglio 2017 la città è stata dichiarata [[patrimonio dell'umanità]] dall'[[UNESCO]]; si tratta del primo sito dell'Eritrea iscritto nella [[lista dei patrimoni dell'umanità]]<ref>{{cita web|lingua=en|url=http://whc.unesco.org/en/news/1687|titolo=Three sites in Angola, Eritrea and South Africa added to UNESCO’s World Heritage List|data=8 luglio 2017|accesso=8 luglio 2017}}</ref><ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/viaggi/2017/07/08/news/asmara_la_piccola_roma_modernista_africana_nel_patrimonio_unesco-170294563/|titolo=Asmara, la piccola Roma di provincia, nel patrimonio Unesco|data=8 luglio 2017|accesso=8 luglio 2017}}</ref>.
 
== Geografia fisica ==
{{...}}
 
== Storia ==
{{vedi anche|Guerra di indipendenza eritrea}}
La permanenza delle truppe dell'[[Impero britannico]] ad Asmara si protrasse fino al [[1952]], anno dell'associazione dell'Eritrea, come unità federata dotata di ampia autonomia, all'[[Impero d'Etiopia]]. In quello stesso anno la città tornò ad essere capitale dell'Eritrea, e vi restò fino al [[1960]], allorquando l'Etiopia, in forma del tutto unilaterale e contro la volontà del popolo eritreo, iniziò a smantellare le strutture federali che univano i due Stati (per dare vita, nel [[1962]], ad uno stato fortemente centralizzato), declassando Asmara al rango di semplice capoluogo di provincia. Il 31 gennaio 1975 iniziò la guerra di liberazione dal dominio etiopico con l'attacco alla città da parte del F.P.L.E. Il 24 maggio [[1991]] la città venne liberata definitivamente dalla dominazione etiopica dal F.P.L.E., la massima organizzazione patriottica eritrea, da tempo in lotta contro l'esercito di occupazione [[Abissinia|abissino]] presente sul posto. Il trionfale esito del plebiscito popolare per la definitiva separazione del Paese dall'Etiopia, che raccolse oltre il 98% di consensi, permise ad Asmara, nel 1993, di divenire la capitale di un'Eritrea repubblicana e indipendente.
 
== Monumenti e luoghi d'interesse ==
=== Architetture religiose ===
[[File:Asmara, cattedrale cattolica, 03.JPG|miniatura|destra|[[Chiesa della Beata Vergine del Rosario (Asmara)|Chiesa della Beata Vergine del Rosario]]]]
[[File:Asmara,_cattedrale_ortodossa_04.JPG|miniatura|destra|[[Cattedrale ortodossa di Santa Maria (Asmara)|''Edna Mariam'']]]]
*[[Chiesa della Beata Vergine del Rosario (Asmara)|Chiesa della Beata Vergine del Rosario]]
*[[Cattedrale ortodossa di Santa Maria (Asmara)|Cattedrale ortodossa di Santa Maria]] (''Edna Mariam'')
*[[Cattedrale Kidane Mehret|Cattedrale del patto della misericordia]] (''Kidane Mehret'')
*[[Grande moschea di Asmara]]
*[[Sinagoga di Asmara]]
 
=== Architetture civili ===
*[[Fiat Tagliero]]
*[[Cinema Impero]]
*[[Palazzo del Governatore (Asmara)|Palazzo del Governatore]]
*[[Teatro Asmara]]
*[[Museo nazionale dell'Eritrea]]
*Palazzo del Governo della Regione Centrale
*Palazzo delle poste centrali
*Palazzo della [[Banca d'Eritrea]]
*Mercato centrale
*Bar Zilli
 
=== Architetture militari ===
*[[Denden Camp]]
 
==Società==
===LinguaLingue italianae dialetti===
Nella città è ancora conosciuta la [[lingua italiana]] molto di più che nel resto del Paese, soprattutto dalle persone di una certa età e dagli studenti degli istituti della Scuola Italiana. L'italiano influenzò con qualche termine anche la [[lingua tigrina]] parlata dagli eritrei poiché la città fu occupata dal governo italiano. Anche la maggior parte di qualche centinaio di ultimi [[Emigrazione italiana|immigrati]] [[italo-eritrei]] risiede in questa città.<ref>http://www.aipee.it/home.html</ref>
 
==== Università ====
L'[[Università di Asmara]] venne fondata nel 1958.
 
== Economia ==
La città ospita diversi insediamenti produttivi. Tradizionale è la produzione di [[birra]] con i marchi [[Birra Asmara]] e [[Birra Golden Star]].
 
== Infrastrutture e trasporti ==
La [[stazione di Asmara]] è capolinea della [[Ferrovia Massaua-Asmara|linea per Massaua]].
 
Vicino alla città è presente l'[[Aeroporto Internazionale di Asmara]] [[Yohannes IV]].
 
== Persone legate ad Asmara ==
* [[Ortensio Zecchino]] (Asmara, 20 aprile 1943), storico e politico italiano, già Ministro dell'Università.
* [[Mussie Zerai]] (Asmara 1975), prete e attivista
 
== Geografia antropica ==
{{...}}
 
== Economia ==
La città ospita diversi insediamenti produttivi. Tradizionale è la produzione di [[birra]] con i marchi [[Birra Asmara]] e [[Birra Golden Star]].
 
== Infrastrutture e trasporti ==
===Strade===
{{...}}
 
===Ferrovie===
La [[stazione di Asmara]] è capolinea della [[Ferrovia Massaua-Asmara|linea per Massaua]].
 
===Aeroporti===
Vicino alla città è presente l'[[Aeroporto Internazionale di Asmara]] [[Yohannes IV]], base della compagnia di bandiera [[Eritrean Airlines]].
 
===Impianti a fune===
Tra il 1937 e il 1941 fu attiva la [[teleferica Massaua-Asmara]], che collegava il [[porto di Massaua]] con la capitale eritrea. All'epoca della costruzione era il più lungo [[impianto a fune]] del mondo: ben 75 km.
 
==Amministrazione==
{{...}}
 
==Sport==
{{...}}
 
== Note ==