Differenze tra le versioni di "San Liberatore"

→‎Agiografia: rettifico con fonte originaria e verificabile
(→‎Culto: + wikilinks)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
(→‎Agiografia: rettifico con fonte originaria e verificabile)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
== Agiografia ==
Nulla di veramente certo si sa di questo santo. In passato si riteneva comunque plausibile l'ipotesi che san Liberatore potesse identificarsi con [[Eleuterio di Eca|sant'Eleuterio]] (in [[lingua greca antica|greco]] ''Eleutherios'' significa appunto "Liberatore"), presbitero [[Illiria|illirico]] vissuto dapprima a [[Roma]] con la madre Anzia, poi vescovo a [[Diocesi di Eca|Eca]] in [[Puglia|Apulia]], quindi tornato a Roma e condannato a morte unitamente alla madre dall'imperatore [[Adriano]] il 18 aprile (o 15 dicembre) [[130]]<ref>{{cita web|url=http://www.santiebeati.it/dettaglio/91109|autore=Antonio Borrelli|titolo=San Liberatore vescovo e martire|sito=Santi e beati}}</ref>. Quest'ipotesi ha suscitato però severe critiche, soprattutto perché il giorno del [[Martirio (cristianesimo)|martirio]] non coincide con quello della memoria liturgica; non si esclude pertanto l'esistenza di più santi omonimi, anche perché non tutte le fonti riportano san Liberatore come vescovo. Ragionevolmente certa appare invece l'ipotesi che san Liberatore fosse un martire dei primi secoli, forse vittima delle persecuzioni di [[Diocleziano]]: un martirologio (n° 5949) scritto in caratteri [[longobardi]] riportava infatti san Liberatore martire nel 15 maggio, ma senza definirlo vescovo; tale documento fu ritenuto attendibile da un'inchiesta compiuta nel [[XVII secolo]] dai [[Bollandisti]], i quali convalidaronoritennero inoltrecomunque laalquanto tradizioneprobabile secondoche cuiegli fosse vescovo e che le sue spoglie mortali del santo giacciano anella [[chiesa di Santa Sofia (Benevento)|chiesa di Santa Sofia in Benevento]]<ref>{{cita libro|autore=NicolaTommaso FlammiaVitale|titolo=Storia della regia città di Ariano e sua diocesi|annourl=1893|p=163https://archive.org/details/bub_gb_vW2YUtbHbH0C|editore=TipografiaStamperia MarinoSalomoni|anno=1794|città=[[Ariano Irpino]]Roma|pp=188-189}}</ref>.
 
== Culto ==
37 283

contributi