Spormaggiore

comune italiano, in provincia autonoma di Trento
Spormaggiore
comune
Spormaggiore – Stemma Spormaggiore – Bandiera
Spormaggiore – Veduta
Le due chiese di Spormaggiore
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoMirco Pomarolli (lista civica) dal 16-5-2010
Territorio
Coordinate46°13′N 11°03′E / 46.216667°N 11.05°E46.216667; 11.05 (Spormaggiore)Coordinate: 46°13′N 11°03′E / 46.216667°N 11.05°E46.216667; 11.05 (Spormaggiore)
Altitudine565 m s.l.m.
Superficie30,2 km²
Abitanti1 275[2] (30-4-2019)
Densità42,22 ab./km²
FrazioniBèlfort, Fabbrica, Maurina, Meano, Sedriago, Seghe
Comuni confinantiCampodenno, Cavedago, Fai della Paganella, Mezzolombardo, Molveno, Sporminore, Ton, Ville d'Anaunia
Altre informazioni
Cod. postale38010
Prefisso0461
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022180
Cod. catastaleI924
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiSporezi (in nones), Zaponi (in nones --> significa rospi), Sporeggiani (i spóri[1]),
PatronoNatività di Maria
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Spormaggiore
Spormaggiore
Sito istituzionale

Spormaggiore (Sporgrànt[3] o Spór[3][4] in noneso) è un comune italiano di 1 275 abitanti della provincia autonoma di Trento.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

A Spormaggiore si trovano due chiese unite l'una all'altra.

Architetture militariModifica

 
Il Castel Belfort nel 2014

All'interno del territorio comunale di Spormaggiore si trovano le rovine del castel Belfort[5] (restaurato nel 2012), e nel centro storico si trova Cortefranca, un antico maniero risalente al Trecento.

Aree naturaliModifica

A Spormaggiore si trova il Cento Visitatori denominato "Orso"[6] ed un Parco faunistico, dove sono custoditi attualmente (2012) due esemplari di orso bruno e dagli originali tre di lupo[7][8], ce ne sono ora undici. Il parco è aperto dal 1994, e da allora sono in corso i lavori per ospitare sempre più animali tipici della zona. Dapprima gli orsi bruni, poi i lupi, ora vi sono anche le aree per la lince, della quale contiene tre esemplari, per il gatto selvatico, per la volpe, per il capriolo e per il gufo reale, del quale contiene tre esemplari. Per il futuro è prevista l'aggiunta di alcuni esemplari di lontra.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[9]

Ripartizione linguisticaModifica

Nel censimento del 2001 il 35,15% della popolazione si è dichiarato "ladino".[10][11][12]

CulturaModifica

MuseiModifica

Presso Spormaggiore si trova il Centro Visitatori denominato "Orso", presso l'antico maniero di Cortefranca. Questo rientra a far parte, assieme al parco faunistico, delle iniziative che il Parco naturale provinciale dell'Adamello-Brenta sta cercando di effettuare per salvaguardare la presenza dell'orso bruno sulle Alpi, mediante il progetto europeo life ursus.[13]

Geografia antropicaModifica

La denominazione del comune dal 1929 al 1947 è stata Spor. La circoscrizione territoriale ha subito le seguenti modifiche: nel 1928 aggregazione di territori dei soppressi comuni di Cavedago e Sporminore. Nel 1947 distacco di territori per la ricostituzione dei comuni di Cavedago (Censimento 1936: pop. res. 687) e Sporminore (Censimento 1936: pop. res. 783).[14]

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
16 maggio 2010 in carica Mirco Pomarolli lista civica Sindaco

SportModifica

CalcioModifica

La squadra di calcio del paese è l'U.S. Spormaggiore che milita nel girone B trentino di 1ª Categoria.

NoteModifica

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2019.
  3. ^ a b Enrico Quaresima, Vocabolario anaunico e solandro, Firenze, Leo S. Olschki, 1991 [1964], p. XXIV, ISBN 88-222-0754-8.
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 636.
  5. ^ SPOR, in busta comune intestata, 11 ottobre 1944.
  6. ^ Il museo dell'Orso nel Parco Adamello Brenta, su pnab.it. URL consultato il 16 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2012).
  7. ^ Parco Faunistico di Spormaggiore, il parco dell'orso bruno in Trentino
  8. ^ Parco Faunistico di Spormaggiore, il parco dell'orso bruno in Trentino, su www.parcofaunistico.tn.it. URL consultato il 24 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2014).
    «Il Parco Faunistico offre a tutti la possibilità unica di osservare da vicino l’orso bruno, il più grande mammifero che vive sulle Alpi e che è tornato a popolare i boschi trentini grazie ad un apposito progetto di reintroduzione. Potrete qui ammirarne in ambiente assolutamente naturale tre esemplari [...] Recentemente sono stati inseriti nel Parco anche alcuni esemplari di lupo (Canis Lupus)».
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ articolo su trentinocorrierealpi[collegamento interrotto]
  11. ^ Nel 2001 erano il 17,54% dei residenti, su TRENTINO, 7 ottobre 2011. URL consultato il 23 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2017).
    «Come era andato il censimento 2001 dei ladini nonesi? […] Spormaggiore (allora nel C5, con il 35,15 % di ladini)».
  12. ^ Nel 2001 erano il 17,54% dei residenti, su Trentino Corriere Alpi, 7 ottobre 2011. URL consultato il 23 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2013).
    «Come era andato il censimento 2001 dei ladini nonesi? Spormaggiore (allora nel C5, con il 35,15 % di ladini)».
  13. ^ http://www.prolocospormaggiore.tn.it/sito/areacentro.php Archiviato il 9 gennaio 2012 in Internet Archive..
  14. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Trentino-Alto Adige