Squalus acanthias

specie di squalo
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Spinarolo
Squalus acanthias2.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Chondrichthyes
Sottoclasse Elasmobranchii
Superordine Selachimorpha
Ordine Squaliformes
Famiglia Squalidae
Genere Squalus
Specie S. acanthias
Nomenclatura binomiale
Squalus acanthias
Linnaeus, 1758
Sinonimi

Acanthias americanus, Acanthias antiguorum, Acanthias commun, Acanthias lebruni, Acanthias linnei, Acanthias vulgaris, Spinax mediterraneus, Squalus acanthias acanthias, Squalus acanthias africana, Squalus acanthias chilensis, Squalus acanthias ponticus, Squalus antiquorum, Squalus barbouri, Squalus fernandinus, Squalus kirki, Squalus suckleyi acanthias, Squalus tasmaniensis, Squalus wakiyae, Squalus whitleyi

Areale

Squalus acanthias distmap.png

Lo Spinarolo[1] (Squalus acanthias), è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Squalidae.

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è diffusa nelle zone costiere dei mari temperati (normalmente con temperature pari e inferiori a 15 °C) di tutto il mondo.
Vive sui fondali di solito non oltre i 200 metri ma scende eccezionalmente fino a 1500 metri[2].

DescrizioneModifica

 
Spinarolo

È uno squalo dal corpo molto affusolato, ma con un profilo ventrale pronunciato. Gli occhi sono ben sviluppati. La bocca è larga e i denti delle due mascelle sono piuttosto simili. Lento nuotatore, deve il suo nome alle due pinne dorsali spinate, che vengono usate a scopo difensivo per infliggere dolorose ferite. La pinna caudale è caratterizzata da una chiglia laterale e da una fossetta dorsale. La colorazione è grigiastra con macchie bianche su fianchi. Le dimensioni medie oscillano tra un metro ed un massimo di un metro e sessanta, con un peso (per gli esemplari adulti) che va oltre ai 9 kg.

EtologiaModifica

Si muove spesso in branchi composti da esemplari di un solo sesso ma anche in gruppi suddivisi per grandezza o età[3].

RiproduzioneModifica

Lo Spinarolo è ovoviviparo. La femmina partorisce piccoli già formati dopo una gestazione molto lunga di circa 2 anni.

AlimentazioneModifica

Lo spinarolo si nutre prevalentemente di pesci come merluzzi e aringhe, nonché di invertebrati come krill e molluschi.

NoteModifica

  1. ^ Decreto Ministeriale n°19105 del 22 settembre 2017 - Denominazioni in lingua italiana delle specie ittiche di interesse commerciale, su politicheagricole.it.
  2. ^ Squalus acanthias, Picked dogfish : fisheries, gamefish
  3. ^ Leonard Compagno, Marc Dando, Sarah Fowler, Sharks of the world, Princeton University Press, 2005.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85127081
  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci