Apri il menu principale

Squalus acanthias

specie di squalo

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è diffusa nelle zone costiere dei mari temperati (normalmente con temperature pari e inferiori a 15 °C) di tutto il mondo.
Vive sui fondali di solito non oltre i 200 metri ma scende eccezionalmente fino a 1500 metri[1].

DescrizioneModifica

 
Spinarolo

È uno squalo dal corpo molto affusolato, ma con un profilo ventrale pronunciato. Gli occhi sono ben sviluppati. La bocca è larga e i denti delle due mascelle sono piuttosto simili. Lento nuotatore, deve il suo nome alle due pinne dorsali spinate, che vengono usate a scopo difensivo per infliggere dolorose ferite. La pinna caudale è caratterizzata da una chiglia laterale e da una fossetta dorsale. La colorazione è grigiastra con macchie bianche su fianchi. Le dimensioni medie oscillano tra un metro ed un massimo di un metro e sessanta, con un peso (per gli esemplari adulti) che va oltre ai 9 kg.

EtologiaModifica

Si muove spesso in branchi composti da esemplari di un solo sesso ma anche in gruppi suddivisi per grandezza o età[2].

RiproduzioneModifica

Lo Spinarolo è ovoviviparo. La femmina partorisce piccoli già formati dopo una gestazione molto lunga di circa 2 anni.

AlimentazioneModifica

Lo spinarolo si nutre prevalentemente di pesci come merluzzi e aringhe, nonché di invertebrati come krill e molluschi.

NoteModifica

  1. ^ Squalus acanthias, Picked dogfish : fisheries, gamefish
  2. ^ Leonard Compagno, Marc Dando, Sarah Fowler, Sharks of the world, Princeton University Press, 2005.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85127081
  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci