Apri il menu principale

Stazione di Su Lau

fermata ferroviaria a Laconi (OR)
Su Lau
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàLaconi
Coordinate39°50′16.56″N 9°04′58.91″E / 39.837934°N 9.083031°E39.837934; 9.083031Coordinate: 39°50′16.56″N 9°04′58.91″E / 39.837934°N 9.083031°E39.837934; 9.083031
Lineeferrovia Isili-Sorgono
Caratteristiche
Tipofermata ferroviaria passante in superficie
Stato attualeattiva per usi turistici
Binari1

La stazione di Su Lau è una fermata ferroviaria posta nei pressi dell'omonima borgata del comune di Laconi lungo la ferrovia Isili-Sorgono, dal 1997 utilizzata esclusivamente a scopi turistici.

Indice

StoriaModifica

L'impianto nacque nel Novecento nell'area della casa cantoniera ventidue della Isili-Sorgono, posta ad est del borgo di Su Lau, risultando in uso nel 1994[1] sotto la gestione della Ferrovie della Sardegna. Tre anni dopo l'intera Isili-Sorgono fu destinata, a partire dal 16 giugno 1997[2], all'impiego per il solo traffico turistico legato al progetto Trenino Verde, fatto che portò alla cessazione dell'utilizzo regolare dello scalo. Da allora la fermata, che dal 2010 è gestita dall'ARST, è priva di traffico per gran parte dell'anno.

Strutture e impiantiModifica

L'impianto di Su Lau è ubicato a ridosso di un passaggio a livello e comprende il singolo binario di corsa[3], a scartamento ridotto, affiancato da una banchina[3]. Nell'area della fermata (di tipo passante) è presente anche l'edificio della ex casa cantoniera numero ventidue[3], riconvertito per usi abitativi.

MovimentoModifica

Dal 1997 lo scalo è utilizzato esclusivamente per le relazioni turistiche del Trenino Verde, effettuabili su richiesta delle comitive dei turisti nel corso dell'intero anno oltre che secondo un calendario tra la primavera e l'autunno, che vede la maggior frequenza di treni nel periodo estivo.

NoteModifica

  1. ^ cfr Orario FdS Cagliari-Mandas-Sorgono maggio 1994
  2. ^ Cronistoria delle FdS - Ferrovie della Sardegna, su digilander.libero.it. URL consultato il 9 luglio 2017.
  3. ^ a b c Sardegna foto aeree, su Sardegnageoportale.it, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 9 luglio 2017.

BibliografiaModifica

  • Edoardo Altara, Binari a Golfo Aranci - Ferrovie e treni in Sardegna dal 1874 ad oggi, Ermanno Albertelli Editore, 1992, ISBN 88-85909-31-0.
  • Elettrio Corda, Le contrastate vaporiere - 1864/1984: 120 anni di vicende delle strade ferrate sarde: dalle reali alle secondarie, dalle complementari alle statali, Chiarella, 1984.
  • Francesco Ogliari, La sospirata rete, Milano, Cavallotti Editori, 1978.

Voci correlateModifica