Apri il menu principale
Sue Carol

Sue Carol, nome d'arte di Evelyn Lederer (Chicago, 30 ottobre 1906Los Angeles, 4 febbraio 1982), è stata un'attrice statunitense.

Attrice bambina del cinema muto, nel 1928 fu selezionata per la campagna WAMPAS Baby Stars. Recitò dal 1927 al 1937 e i suoi film sono stati realizzati in collaborazione con il cineasta, regista e produttore Cecil B. De Mille e la MGM.

È stata la seconda moglie dell'attore Alan Ladd, con cui ha avuto due figli, David Ladd, poi marito di Cheryl Ladd e padre di Jordan Ladd, ed Alana Ladd, per qualche tempo anch'essa attrice cinematografica.

Il suo nome è iscritto fra quello delle celebrità della Hollywood Walk of Fame.

BiografiaModifica

 
Con il secondo marito Nick Stuart

Originaria dell'Illinois, figlia di Caroline, un'immigrante tedesca di religione ebraica, e di Samuel Lederer, un immigrante austriaco anch'egli ebreo, a ventun anni si trasferì a Los Angeles dove iniziò a recitare in piccole parti per il nascente cinema.

Nel 1933 fu coinvolta - ma subito discolpata - in un caso di sparizione di un bambino di Brooklyn, New York, la cui famiglia sostenne che era stato loro sottratto da una donna che ne aveva chiesto l'affidamento per conto della Carol.

Una volta lasciata l'attività recitativa divenne agente cinematografica. Fu in tale veste che conobbe Alan Ladd, che sposò nel 1942. Prima che con lui era stata sposata fino al 1929 con l'imprenditore Allen H. Keefer e successivamente con l'attore Nick Stuart. Entrambi i matrimoni si erano conclusi in divorzio. Restò unita a Ladd fino alla morte di questi, avvenuta nel 1964 a cinquant'anni.

È morta nel 1982 a Los Angeles, California per un attacco di cuore che l'ha colpita a 75 anni di età. È stata sepolta accanto al marito Alan Ladd nel Forest Lawn Memorial Park Cemetery di Glendale (California).

RiconoscimentiModifica

  • WAMPAS Baby Stars edizione 1928
  • Per il suo contributo allo sviluppo dell'industria cinematografica il suo nome è stato insignito di una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 1639 N. Vine Street.

FilmografiaModifica

BibliografiaModifica

  • The New York Times, "Sue Carol To Wed Nick Stuart", 23 luglio 1929, Pag. 32.
  • The New York Times, "Sue Carol Secretly Wed", 29 novembre 1929, Pag. 27.
  • The New York Times, "Sue Carol Cleared In Baby Case", 8 febbraio 1933, Pag. 17.
  • The New York Times, "Sue Carol Ladd, Ex-Actress And Widow of Alan Ladd, 72", 6 febbraio 1982, Pag. 16.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14324055 · ISNI (EN0000 0000 4285 0549 · LCCN (ENno00100484 · WorldCat Identities (ENno00-100484