Swazi

gruppo etnico africano
Swazi
Indoni Parade 2018. Swati Kingdom by Sizwe Sibiya (10).jpg
 
Nomi alternativiemaSwazi
siSwazi
SottogruppiXhosa, Hlubi (AmaHlubi), Ngoni, Zulu, Basotho, Tsonga, Ndebele
Luogo d'origineAfrica del Sud
LinguasiSwati
Distribuzione
eSwatini eSwatini 1 185 000
Sudafrica Sudafrica 1 297 046

Gli Swazi (o Swati[1][2], in lingua swati: emaSwati) sono un gruppo dell'etnia Ngoni, al quale appartengono anche gli Zulu e gli Ndebele.

Da questi si staccarono al tempo dello Mfecane (fine '700), e pare mantengano ancora quasi intatte le antiche forme culturali tradizionali. Sono stanziati nello Swaziland, nell'Africa meridionale, su un territorio morfologicamente vario che si estende in massima parte sulla scarpata dell'altipiano del Transvaal.

La società swazi può essere definita una monarchia feudale. Al vertice sta il re che, oltre a essere la suprema autorità politica, amministrativa e giurisdizionale, ha funzione anche di sommo sacerdote.

Anche se molto influenzati dalla cultura europea, conservano in maniera viva la tradizione etnica del paese e questo è dovuto essenzialmente al potere monarchico che si è sempre opposto tenacemente a riforme che potessero in qualche modo modificare i modelli di vita antichi.

NoteModifica

  1. ^ The Swazi (Swati) People of Southeastern Africa, su strategyleader.org. URL consultato il 6 aprile 2021.
  2. ^ Swaziland, su everyculture.com. URL consultato il 6 aprile 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85131017 · BNF (FRcb124271800 (data)