Tëmnaja noč'

Tëmnaja noč' (in russo: Тёмная ночь?, letteralmente Notte buia) è una famosa canzone sovietica associata alla Seconda Guerra Mondiale. Per la prima volta è stata suonata da Mark Bernes nel film di guerra Dva boica (1943).

Il compositore della canzone è Nikita Bogoslovskij (1913-2004), mentre il testo è di Vladimir Agatov.[1] Leonid Utësov è stato il primo a registrare la canzone,[2] ma fu Bernes a rendere celebre il pezzo. Nel film, Bernes è un soldato che ricorda sua moglie e il suo bambino nella notte cantando la canzone.[3]

La canzone era ed è tutt'oggi il simbolo degli anni della guerra per milioni di cittadini sovietici ed è stata usata in molti film sulla Seconda Guerra Mondiale come per esempio in Cenere e diamanti (1958) di Andrzej Wajda.

Buia è la notte è stata descritta come "una dolce canzone intrisa di una sensazione di nostalgia e di devozione per la persona amata" che aiuta a "rivelare il lato personale della vita dei soldati, indiscernibile nel ruggito della guerra", in netto contrasto con le tipiche canzoni di guerra sovietiche, che erano marcianti o patriottiche.

A parte Bernes e Utyosov, la canzone è stata suonata da Ivan Kozlovskij, Ljudmila Gurčenko, Jason Kouchak,[4] Noize MC,[5] Zemfira,[6] Farhad Mehrad,[7] Ivan Rebroff,[8] Georg Malmsten[9] e Basta aka Naggano.[10]

Nel 2006, la canzone di Utësov è stata usata per la colonna sonora del horror svedese Frostbite.

TestoModifica

Testo russo[1] Traduzione[11]
Тёмная ночь, только пули свистят по степи,

Только ветер поёт в проводах, тускло звезды мерцают.
В тёмную ночь ты, любимая, знаю, не спишь,
И у детской кроватки тайком ты слезу утираешь.

Как я люблю глубину твоих ласковых глаз,
Как я хочу к ним прижаться сейчас губами!
Темная ночь разделяет, любимая, нас,
И тревожная, черная степь пролегла между нами.

Верю в тебя, в дорогую подругу мою,
Эта вера от пули меня тёмной ночью хранила...
Радостно мне, я спокоен в смертельном бою,
Знаю встретишь с любовью меня, что б со мной ни случилось.

Смерть не страшна, с ней не раз мы встречались в степи.
Вот и сейчас надо мною она кружится.
Ты меня ждешь и у детской кроватки не спишь,
И поэтому знаю: со мной ничего не случится!

Buia è la notte, solo le pallottole fischiano nella steppa,

Solo il vento ronza nei cavi, pallide tremolano le stelle...
Nella notte buia, tu, mia amata, so che non dormi,
E accanto al letto del bambino, di nascosto asciughi una lacrima.

Come amo, la profondità dei tuoi occhi teneri,
Come voglio ora, stringere su di essi le mie labbra!
Buia è la notte, ci separa, mia amata,
E la steppa inquietante e nera, si estende tra di noi.

Credo in te, cara amica mia.
Una fede che dalle pallottole in questa notte buia mi ha difeso...
Sono contento, sono calmo nella battaglia mortale:
So che mi incontrerai con amore, qualunque cosa mi succeda

La morte non fa paura, l’abbiamo incrociata molte volte nella steppa...
Ecco, anche adesso, sopra di me volteggia,
Tu mi aspetti, e vegli accanto al letto del bambino,
E per questo so che non mi accadrà nulla.

NoteModifica

  1. ^ a b (RU) Темная ночь, su SovMusic.ru. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  2. ^ (RU) Темная ночь, история создания песни, su 9 Мая.RU - День Победы. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  3. ^   Bernes performing the song in Two Soldiers, su YouTube.
  4. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  5. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  6. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  7. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  8. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  9. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  10. ^   Tëmnaja noč', su YouTube.
  11. ^   (IT) Voxkomm, Tëmnaja noč', su YouTube.

Collegamenti esterniModifica