Apri il menu principale
Ritratto di Teodoro Bonati

Teodoro Bonati (Bondeno, 8 novembre 1724Ferrara, 2 gennaio 1820) è stato un ingegnere e accademico italiano.

BiografiaModifica

Teodoro Bonati nacque a Bondeno l'8 novembre 1724, morì a Ferrara il 2 gennaio 1820.

Si laureò in medicina presso l'Università degli Studi di Ferrara nel 1724 ed iniziò la pratica presso il paese d'origine. Conosciuto il sacerdote Romualdo Bertaglia, tecnico e perito del Comune nelle controversie idrauliche, iniziò gli studi matematici. Il marchese Guido Bentivoglio lo istituì però presto come medico di famiglia e nel 1750 lo invita a trasferirsi a Ferrara dove poté proseguire gli studi matematici. Nel 1763, alla morte di Bertaglia, gli venne conferita la carica di Consultore della Congregazione dei lavorieri e posto a dirigere i maggiori lavori idraulici della provincia ferrarese. Nel 1772 gli venne conferita la cattedra d'Idrostatica ed idrodinamica preso l'Università di Ferrara[1].

Scienziato e credente, contraddisse Napoleone, dichiarandosi contrario alla sua decisione di deviare il corso del fiume Reno, immettendolo nel Po tramite un canale chiamato Scolatore Reno o più comunemente Cavo Napoleonico. I dialoghi con Napoleone sono testimoniati da lui stesso: "Li 23 detto (aprile 1797), l'Imperatore volle sentirmi alquanto a lungo sull'immissione del Reno in Po, presenti i bolognesi, promotori di detta immissione".

TributiModifica

A Bondeno, gli è stato dedicato l'Istituto Comprensivo Statale "Teodoro Bonati", e gli è stata intitolata una via.

NoteModifica

  1. ^ Mario Di Fidio, Claudio Gandolfi, Idraulici italiani (PDF), Fondazione BEIC, 2014, p. 257.

Collegamenti esterniModifica

Istituto Comprensivo Statale "Teodoro Bonati"

Controllo di autoritàVIAF (EN47544431 · ISNI (EN0000 0000 8029 028X · LCCN (ENn93067380 · GND (DE119111160 · CERL cnp00547557 · WorldCat Identities (ENn93-067380