Terapia

trattamento medico
(Reindirizzamento da Terapie)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Cura" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Cura (disambigua).
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La terapia (dal greco ϑεραπεία, therapèia), in medicina, è lo studio e l'attuazione concreta di quanto necessario per portare alla guarigione delle malattie attraverso mezzi e metodi idonei;[1][2] è anche la relativa branca della medicina che tratta della cura delle malattie;[2][3] è anche l'insieme dei metodi usati per la guarigione di malattie o ferite, per prevenirne l'insorgenza, o per alleviarne i sintomi[1].

Trattamento di una ferita causata da una lancia, in un dipinto della seconda metà del XVII secolo (Museo Semmelweis di storia della medicina a Budapest)

In psicologia si parla più prettamente di psicoterapia[3][4], ovvero l'uso di strumenti non invasivi, non chirurgici, non elettromedicali e non farmacologici tesi al recupero e/o alla correzione di un disturbo mentale o una condizione di alterazione psicologica o psico-sociale.

DefinizioneModifica

Le terapie sono misure aventi lo scopo di riportare uno stato patologico a uno stato sano e rendere sopportabile la manifestazione di sintomi disagevoli.

Concretamente il significato di terapia dipende quindi dalle definizioni di salute, patologia e dagli strumenti diagnostici a disposizione per distinguerle tra di loro. Le definizioni di salute e malattia lasciano numerosi margini di ambiguità. Ippocrate citava come strumenti terapeutici del medico: il tocco, il rimedio, la parola.

La terapia (o cura) è quindi un concetto generale e applicabile a qualsiasi attività volta ad alleviare, ridurre o estinguere uno stato di disagio. Es. "quell'abbraccio è stato terapeutico", "la migliore terapia è stata l'esperienza", ecc. In ambito strettamente sanitario le terapie sono generalmente protocollate e possono essere rilasciate da esercenti una professione riconosciuta sanitaria (es. medico, psicologo, biologo, ecc.). Ciò che distingue la terapia come concetto dalla terapia come attività sanitaria è l'uso degli strumenti utilizzati, strumenti che la legge può riservare a specifiche categorie professionali.

Lo psicanalista Michael Balint sosteneva tuttavia l'importanza della relazione col paziente come principale forma di terapia, nel senso autentico di «cura», cioè della dedizione affettiva da parte del medico che diventa in tal modo lui stesso un farmaco.[5]

Tipi di terapieModifica

Le terapie vengono solitamente classificate in terapie farmacologiche, terapie chirurgiche, terapie preventive (o profilassi), terapie di sostegno o supportive, terapie psicologiche o psicoterapie, terapie riabilitative e terapie palliative che alleviano i sintomi ma non sono finalizzate alla guarigione (es. terapia del dolore).

NoteModifica

  1. ^ a b terapìa, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ a b Terapia: Definizione e significato di terapia - Dizionario italiano, su dizionari.corriere.it. URL consultato l'8 marzo 2019.
  3. ^ a b terapia: significato e definizione - Dizionari, su terapia: significato e definizione - Dizionari - La Repubblica. URL consultato l'8 marzo 2019.
  4. ^ psicoterapia nell'Enciclopedia Treccani, su treccani.it. URL consultato l'8 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2018).
  5. ^ Michael Balint, Medico, paziente e malattia, trad. it., Milano, Feltrinelli, 1990 ISBN 8807600021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 3625 · LCCN (ENsh85134723 · GND (DE4059798-2 · J9U (ENHE987007534156205171
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina