Apri il menu principale
Missile THAAD dell'esercito USA

Terminal High Altitude Area Defense (in sigla: THAAD, in italiano: Difesa d'area terminale ad alta quota), ex Theater High Altitude Area Defense, è un sistema antimissile dell'esercito statunitense per colpire missili balistici a medio e corto raggio.

FunzionamentoModifica

 
Lanciamissili del sistema THAAD durante il suo utilizzo

Il missile non trasporta nessuna testata ma si basa sull'energia cinetica dell'impatto. Il THAAD fu progettato per colpire missili Scud e similari, ma ha una capacità limitata contro gli ICBM come fu dimostrato il 24 ottobre 2012[1].

Il sistema THAAD è stato progettato, costruito ed integrato da Lockheed Martin Space Systems. Subappalti sono stati assegnati a Raytheon, Boeing, Aerojet, Rocketdyne, Honeywell, BAE Systems, MiltonCAT, e Oliver Capital Consortium. Un singolo sistema THAAD costa 800 milioni di dollari statunitensi.

Il suo primo dispiegamento è cominciato a maggio 2008, nonostante fosse pensato per il 2012.

UtilizzatoriModifica

  Arabia Saudita
11 batterie (comprensive di 44 lanciatori, 360 missili intercettori, 16 sistemi per il controllo del fuoco e stazioni mobili per le comunicazioni e 7 radar AN/TPY-2) per circa 15 miliardi dollari complessivi, ordinate a marzo 2019 e con consegne a partire dalla metà dello stesso anno ed il 2026.[2]
  Stati Uniti

NoteModifica

  1. ^ Non ci sono evidenze di questa affermazione
  2. ^ "THAAD PER L’ARABIA SAUDITA, C'È IL CONTRATTO", su portaledifesa.it, 14 marzo 2019, URL consultato il 21 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica