The Ghost Road

romanzo scritto da Pat Barker
The Ghost Road
Titolo originaleThe Ghost Road
AutorePat Barker
1ª ed. originale1995
Genereromanzo
Lingua originaleinglese

The Ghost Road è un romanzo di Pat Barker del 1995. È la terza parte di una trilogia (dopo Rigenerazione del 1991 e L'occhio nella porta del 1993) che ruota attorno ad un ufficiale dell'esercito britannico verso la fine della prima guerra mondiale.

Il poeta soldato Siegfried Sassoon, che appare come uno dei personaggi principali nel primo libro, è relegato ad un ruolo secondario in questo, in cui i ruoli principali sono attribuiti all'immaginario ufficiale Billy Prior, e al realmente esistente psicoanalista William Rivers.

TramaModifica

Billy Prior, nonostante la sua ritrovata serenità e il fidanzamento con l'addetta alle munizioni Sarah, è traumatizzato dalla guerra e quindi non si preoccupa più per la sua sicurezza. A causa del trauma, Prior si appresta a tornare in Francia, dove ha una serie di incontri sessuali rischiosi: la sua unica regola è che non pagare mai per il sesso, una regola a cui alla fine contravviene.

Rivers, preoccupato per la sicurezza di Prior, riconosce che il suo rapporto con Prior e gli altri pazienti simili a lui, è profondamente paterno. A differenza di ufficiali di provenienza più alta come Sassoon, con il quale Rivers è stato in grado di formare amicizie, ha sempre considerato Prior come una spina nel fianco. Con il ritorno di Prior al fronte, Rivers continua a prendersi cura dei suoi pazienti e della sorella invalida, e ripensa alla sua infanzia e alla sua esperienza in una spedizione antropologica in Melanesia di dieci anni prima. Lì fece amicizia Nijiru, il sacerdote-guaritore locale che portò Rivers nel suo giro per vedere abitanti malati ed anche al luogo sacro dell'isola.

RiconoscimentiModifica

Il romanzo ha vinto il Booker Prize nel 1995, e venne anche selezionato per il "Best of the Booker" nel 1998[1].

NoteModifica

  1. ^ (EN) Best of the Booker, su themanbookerprize.com, The Man Booker Prizes. URL consultato il 1º novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2012).
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura