Apri il menu principale

Torre delle Polveri

torre; unico mastio rimanente del distrutto castello di Ortenstein
Torre delle Polveri
Pulverturm (Ortenstein)
Torre delle Polveri - Merano 05.jpg
Torre delle Polveri a Merano
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
CittàMerano Tirolo (BZ)-Stemma.png
Coordinate46°40′18.09″N 11°10′03.67″E / 46.671692°N 11.167685°E46.671692; 11.167685Coordinate: 46°40′18.09″N 11°10′03.67″E / 46.671692°N 11.167685°E46.671692; 11.167685
Mappa di localizzazione: Trentino-Alto Adige
Torre delle Polveri
Informazioni generali
TipoTorre medievale (o probabilmente di epoca romana)
Altezza12 metri
Primo proprietarioConti di Tirolo
Condizione attualeRimane solo la struttura esterna ed il camminamento superiore protetto dalla merlatura
Proprietario attualeProvincia di Bolzano
Visitabile
Informazioni militari
Funzione strategicaTorre di guardia
Difesa della città
Deposito di polveri
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Torre delle Polveri o Torre Polveriera (in ted. Pulverturm o Burgruine Ortenstein) è un'architettura militare storica altoatesina che si trova nel comune di Merano.

Indice

StoriaModifica

Si ipotizza una sua origine legata al periodo della dominazione romana, ed in quel caso probabilmente venne utilizzata come torre di guardia. Nel medioevo venne rinforzata con un secondo muro costruito attorno al precedente.[1]

Notizie storiche più documentate parlano di un antico castello di Ortenstein che fu costruito nel XIII secolo dai conti del Tirolo e distrutto in seguito a varie campagne militari, con la torre unica testimone residua di quel maniero. Il mastio poi venne inglobato nel 1629 nella cinta muraria della città ed è questa l'unica parte residua dell'antico castello che fu usato nel XVII e nel XVIII secolo come deposito di polveri. Da quest'ultimo utilizzo ne deriva il nome attuale. Tra la torre e la sponda destra del torrente Passirio si conserva un tratto delle mura originali.[2][3][4]

Aspetti architettoniciModifica

La torre è il mastio di un castello costruito nel medioevo[5], il castello di Ortenstein, già citato nella prima metà del XIV secolo. In tempi recenti l'accesso è stato ricavato in una porta con arco a tutto sesto che si trova a circa 4 metri di altezza rispetto alla base. Presenta varie strette feritoie che si possono vedere salendo lungo la scala interna in metallo. La parte superiore è ornata da merli ampli e distanziati.

Aspetti paesaggistici e naturalisticiModifica

 
Merano, Monumento naturale. Effetti dello scorrimento dei ghiacciai, durante la glaciazione di Würm.

Percorrendo il sentiero della Passeggiata Tappeiner si raggiunge la torre attraversando punti panoramici che permettono di spaziare sulle valli dell'Adige e del Passirio, passando vicino al ponte romano. Dopo aver salito le scale metalliche interne dell'antica struttura militare di avvistamento e difesa si arriva a circa 12 metri dal suolo e si gode di un notevole panorama.

A poca distanza dalla torre, sulla passeggiata, si può ammirare un monumento naturale costituito da rocce levigate dall'azione dei ghiacciai durante l'ultima glaciazione.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ La Torre delle Polveri, su pazeider.com, Pazeider. URL consultato il 17 giugno 2018.
  2. ^ O.Trapp, pp.112–116
  3. ^ Norbert Wackernell, Der Pulverturm über Meran: Bergfried der Burg Ortenstein - Wehrgräben, Türme und Mauern am Küchelberg, in «Der Schlern», 71, 1997, pp. 241-250.
  4. ^ M.Caminiti, p.187
  5. ^ Touring T.A.A., p.349

BibliografiaModifica

  • AAVV, Trentino Alto Adige, Milano, Touring Editore, 2005, ISBN 9788836548026.
  • (DE) Oswald Trapp, Tiroler Burgenbuch, Bolzano, Athesia, 1983, SBN IT\ICCU\SBL\0611405.
  • (DE) Maria Battisti-Wohlgemuth, Der Kalterer Pulverturm: die Explosion vor 50 Jahren, Bolzano, Athesia, 1998, SBN IT\ICCU\CFI\0437797.
  • Marcello Caminiti (testi), Castelli dell'Alto Adige: castelli, rocche, residenze nobiliari, conventi fortificati e città murate dell'Alto Adige, Calliano (TN), Manfrini, 1976, SBN IT\ICCU\SBL\0590810.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • TORRE POLVERIERA (Provvedimento di vincolo), su provincia.bz.it, Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige, DGP-LAB 3049 del 20 giugno 1980. URL consultato il 16 giugno 2018.
    «Mastio del castello medievale di Ortenstein, menzionato nel 1327. Ingresso sopraelevato a tutto sesto entro cornice di conci, feritoie. Sporadici merli».
  • La Torre delle Polveri, su visitmerano.it, VisitMerano. URL consultato il 16 giugno 2018.
  • (DE) Pulverturm, su meransuedtirol.com, MeranSuedTirol. URL consultato il 16 giugno 2018.
  • (DE) Ruine Ortentein, su burgen-adieditore Hall in Tirol. URL consultato il 16 giugno 2018.