Torrespaccata

zona urbanistica di Roma
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima zona dell'Agro Romano, vedi Torre Spaccata.
Torrespaccata
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma VI
Data istituzione30 luglio 1977
Codice08A
Superficie1,75 km²
Abitanti13 381 ab.
Densità7 646,29 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 41°52′01.37″N 12°34′41.43″E / 41.867047°N 12.578176°E41.867047; 12.578176

Torrespaccata è la zona urbanistica 8A del Municipio Roma VI di Roma Capitale. Si estende sul quartiere Q. XXIV Don Bosco.

A gennaio 2021 l'Assemblea Capitolina ha approvato il passaggio della zona al Municipio Roma VII, che avrà effetto dalle prossime elezioni comunali[1][2].

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Si trova nell'area est della città, nel quadrante costituito da via Casilina, via di Torre Spaccata, viale Bruno Pelizzi e viale Palmiro Togliatti. L'asse viario principale del quartiere è viale dei Romanisti.

La zona urbanistica confina:

StoriaModifica

La zona nasce grazie al Piano Fanfani e all'avvio della costruzione di complessi abitativi da parte dell'ente Ina-Casa, il quale dura in totale circa quattordici anni diviso in due settenni di operatività. Torre Spaccata vede la sua realizzazione fra il 1958 e il 1960, dunque nel secondo settennio. Viene inaugurata nel 1961 e fa parte delle nove zone sorte grazie all'azione del piano Ina-Casa sul territorio romano: dopo il Tuscolano, Torrespaccata è il secondo quartiere Ina-Casa più esteso.

Molti progettisti concorrono alla sua realizzazione, fra cui l'architetto Plinio Marconi, capogruppo dei lavori. Su una superficie di circa 31 ettari vengono realizzati 11 154 vani per 2 000 alloggi e 11 200 abitanti[3].

Le costruzioni generate dall'attuazione del Piano Fanfani danno la spinta ad una nuova stagione di qualità urbana in cui si fa largo un periodo di sperimentazione sul tema dell'edilizia e della casa. Le abitazioni sono state costruite, disposte ed assegnate a seconda dei regolamenti stabiliti dal Piano.

Dal punto di vista architettonico, vi è una varietà di costruzioni edilizie alternate a torre e in linea, la cui altezza varia dagli otto ai quattro piani disposti in cortina con presenza di spazi verdi. Vi è la presenza di determinati standard abitativi nei nascenti quartieri Ina-Casa come la costruzione di attrezzature collettive religiose, scolastiche, commerciali, finanziarie, sportive e ricreative. Le strade sono generalmente di una larghezza ridotta ed è presente uno stradone centrale con concentrazione di attività e negozi a ridosso di esso. Le abitazioni vengono composte di una zona giorno e una zona notte. Una delle novità introdotte è stata anche quella di rendere comunicanti gli spazi giorno di cucina e camera da pranzo, facendo particolare attenzione alla doppia esposizione solare degli appartamenti, in maniera tale da avere sempre una buona illuminazione. Lo spazio interno è inoltre organizzato per essere sfruttato interamente, comune è infatti la presenza di armadi a muro[4].

Nel film Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini del 1962 alcune scene sono girate all'interno di un nuovissimo appartamento di Torrespaccata e per le strade del nascente quartiere[4].

Architetture religioseModifica

OdonimiaModifica

L'odonomastica della zona urbanistica riporta nominativi di romanisti: poeti, archeologi e scrittori di cose romane.
Oltre a via di Torre Spaccata[5], via Rugantino e viale dei Romanisti, esistono le seguenti vie e piazze:

Infrastrutture e trasportiModifica

  È raggiungibile dalle stazioni Alessandrino e Torre Spaccata.
 È raggiungibile dalle stazioni: TogliattiGranoAlessandrino e Torre Spaccata.

NoteModifica

  1. ^ Anna Grazia Concilio, Torre Spaccata, è fatta! il Comune dice "sì": il quartiere entra a far parte del settimo municipio, su RomaToday, 15 gennaio 2021. URL consultato il 21 febbraio 2021.
  2. ^ Valentina Lupia, Roma, la "secessione" di Torre Spaccata che passa al VII municipio, su Roma.repubblica.it, 15 gennaio 2021. URL consultato il 21 febbraio 2021.
  3. ^ Insolera I., "Roma moderna- da Napoleone I al XXI secolo", Piccola Biblioteca Einaudi, 2011, Torino.
  4. ^ a b Casula C.F., "Fanfani e la casa: Gli anni cinquanta e il modello Italiano di welfare state - il Piano Ina-Casa", Rubettino, 2002, Roma.
  5. ^ Esterna alla zona, si trova sul lato sud della via Casilina, a fare da confine tra il quartiere Don Bosco e la zona Torre Maura.

Voci correlateModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma