Trading Places (singolo)

singolo di Usher del 2008
Trading Places
UsherTradingPlacesVideo.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
ArtistaUsher
Tipo albumSingolo
Pubblicazione9 settembre 2008
Durata4:28
Album di provenienzaHere I Stand
GenereContemporary R&B
Pop rap
EtichettaLaFace Records
ProduttoreL.O.S. Da Maestro, Kuk Harrell, Chris 'TEK' O'Ryan
Registrazione2007
FormatiDownload digitale
Usher - cronologia
Singolo precedente
(2008)
Singolo successivo
Papers
(2009)

Trading Places è una canzone del cantante statunitense R&B Usher.

Il branoModifica

Trading Places è stata scritta da Usher Raymond, Carlos McKinney, e Terius Nash e prodotta da L.O.S. Da Maestro, ed è stata estratta come terso singolo dall'album Here I Stand. In una intervista concessa a MTV, Usher ha rivelato che il brano, ispirato dal lavoro di Prince, parla dell'inversione dei ruoli di uomo e donna, e di come quest'ultima prenda l'iniziativa sessuale.[1]

Il videoModifica

Il video musicale prodotto per Trading Places è stato diretto da Chris Robinson e girato a Venice (Los Angeles).[1][2] Il video alterna sequenze di Usher che interpreta il brano seduto davanti ad un pianoforte invisibile, ad altre sequenze del cantante ed una donna all'interno di una grande casa in atteggiamenti affettuosi.

ClassificheModifica

Classifica (2008) Posizione
più alta
Stati Uniti[3] 45
Stati Uniti (R&B/hip hop)[4] 4
Stati Uniti (rhythmic)[5] 35

NoteModifica

  1. ^ a b Jocelyn Vena, Yasmine Richard (September 17, 2008). Usher Gets Intimate With Lingerie-Clad Model In 'Forward-Thinking' Video For 'Trading Places' MTV. Accessed October 3, 2008.
  2. ^ Video: Usher - 'Trading Places' Rap-Up. Accessed 3 ottobre 2008.
  3. ^ The Billboard Hot 100 - Trading Places - Usher, in Billboard, Nielsen Business Media. URL consultato il 18 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2009).
  4. ^ Hot R&B/Hip-Hop Songs - Trading Places - Usher, in Billboard, Nielsen Business Media. URL consultato il 18 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2009).
  5. ^ Billboard

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica