Apri il menu principale

Tre metri sopra il cielo (romanzo)

romanzo scritto da Federico Moccia
Tre metri sopra il cielo
AutoreFederico Moccia
1ª ed. originale1992
Genereromanzo
SottogenereRosa
Lingua originaleitaliano
AmbientazioneRoma
PersonaggiBabi Gervasi, Step
Seguito daHo voglia di te, Tre volte te

Tre metri sopra il cielo è il primo romanzo rosa di Federico Moccia, pubblicato per la prima volta il 16 novembre 1992 e ristampato nel 2004.

Il romanzo, inizialmente pubblicato in sordina e senza grandi aspettative, ottiene un enorme successo nella prima metà degli anni 2000 in tutti i Paesi europei ma anche in Giappone e in Brasile.

Con questo libro Federico Moccia vince il Premio Torre di Castruccio, sezione Narrativa 2004 e il Premio Insula Romana, sezione Giovani Adulti 2004.

Indice

TramaModifica

Il romanzo racconta la storia dell'innamoramento tra due giovani dell'alta borghesia della zona nord di Roma nei primi anni ottanta: Babi Gervasi, studentessa della scuola privata Santa Giuliana Falconieri, bella e altezzosa, e Step, ovvero Stefano Mancini, ragazzo scontroso e problematico che frequenta cattive compagnie dopo la separazione dei genitori. Questo amore molto forte e sentito dai due, sarà pieno di avvenimenti e difficoltà. Babi presa dal mondo sregolato di Stefano lo seguirà nelle sue gare clandestine in moto e arriverà a giurare il falso in tribunale pur di non far condannare Stefano per aggressione verso un ragazzo. Mentre il ragazzo cercherà di conciliare la sua vita con la ritrovata felicità dell'amore per Babi. Il titolo del film si riferisce ad una scritta che Stefano disegna su un muro per dimostrarle il suo amore. Purtroppo la loro storia arriverà al capolinea a causa della morte durante una gara clandestina di Pollo, migliore amico di Stefano e fidanzato della migliore amica di Babi, Pallina. Stanca di quella vita problematica Babi gira le spalle a Stefano e all'amica, mentre il ragazzo parte per l'America.

Genesi del romanzoModifica

In un primo momento Federico Moccia ha dei problemi nel trovare una casa editrice che sia disposta a pubblicare il romanzo d'esordio e lo pubblica così a sue spese con una piccola casa editrice Il Ventaglio, ma con una tiratura di poche copie.

In seguito le poche copie del libro che non si trovano più vengono fotocopiate dai giovani lettori appassionati che cominciano a diffonderlo.

Nel 1998 viene ristampato dalla romana Capasso Editrice.

Nel 2004 il libro ottiene un enorme successo tra i licei romani e viene pubblicato dalla Feltrinelli in una edizione ridotta.

Le due edizioni differiscono, oltre che per numero di pagine, anche in ambientazione: la prima edizione, infatti, vede Babi e Step muoversi nella Roma dei motorini Ciao Piaggio e dei walkman a cassette, mentre la seconda ci catapulta in una storia d'amore contemporanea.

EdizioniModifica

FilmModifica

In seguito al grande successo di vendite riscontrato, nel 2004 viene realizzata una produzione cinematografica tratta dal libro con l'omonimo nome, curato dal regista Luca Lucini. Il film esce nelle sale il 12 marzo 2004.

Nel 2010 è stato realizzato un remake spagnolo del film, intitolato Tres metros sobre el cielo. Il film è una produzione spagnola diretta da Fernando González Molina ed interpretata da María Valverde, Mario Casas, Nerea Camacho e Diego Martín.

Il film in Spagna nel primo weekend ha incassato 2.099.601 euro (323.515 spettatori). L'incasso totale in Spagna nel 2019 è di 8.464.994,39 euro (1.331.895 spettatori), la produzione spagnola più vista del anno 2010. Il film ha incassato complessivamente quasi 10m euro (9.881.471, 30 giugno 2011).

SequelModifica

Nel 2006 viene pubblicato Ho voglia di te, il seguito del romanzo con gli stessi protagonisti Step e Babi. Avviene poi l'incontro tra Step e Gin. Nel 2017 viene pubblicato “Tre volte te”

MusicalModifica

A partire dal mese di aprile 2007 parte il musical Tre metri sopra il cielo tratto dall'omonimo libro con protagonisti Massimiliano Varrese nel ruolo di Step e Martina Ciabatti nel ruolo di Babi.

ParodieModifica

  • Tre metri sotto terra parodia nel titolo del successo di Moccia è una nuova Antologia di Spoon River carica di ironica e cinismo a firma Massimiliano Nuzzolo con i disegni di Giorgio Finamore edita da Coniglio Editore.
  • Ti stramo - Ho voglia di un'ultima notte da manuale prima di tre baci sopra il cielo.

NoteModifica

Altri progettiModifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura