Giangiacomo Feltrinelli Editore

casa editrice italiana
(Reindirizzamento da Feltrinelli)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Feltrinelli" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Feltrinelli (disambigua).
Giangiacomo Feltrinelli Editore s.r.l.
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Società a responsabilità limitata
Fondazione 1954 a Milano
Fondata da Giangiacomo Feltrinelli
Sede principale Milano
Settore Editoria
Sito web

La Giangiacomo Feltrinelli Editore è una delle principali case editrici italiane.

La casa editrice nacque alla fine del 1954 a Milano. Ne è fondatore Giangiacomo Feltrinelli, che già nel 1949 aveva dato vita alla "Biblioteca G. Feltrinelli" per lo studio della storia contemporanea e i movimenti sociali, trasformata prima in istituto e successivamente nella Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.[1]

La casa editrice sorse sulle ceneri della "Colip" (Cooperativa del Libro Popolare, 1949-54), da cui rilevò una collana prestigiosa, la "Universale Economica".

"Cambiare il mondo con i libri, combattere le ingiustizie con i libri": erano questi il movente e la meta di Giangiacomo Feltrinelli quando fondò la sua casa editrice.

Feltrinelli fece uscire libri che scossero profondamente le coscienze di molti (e causarono a lui anche più di un processo[senza fonte]); pubblicò autori del terzo mondo, letteratura politica e romanzi che fecero scandalo, come quelli di Henry Miller e due capolavori letterari di rilievo internazionale: nel 1957 Il dottor Živago di Boris Pasternak - pubblicato tra mille difficoltà - e, nel 1958, Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Giorgio Bassani ne è stato direttore editoriale.

Indice

Librerie La FeltrinelliModifica

Con 124 punti vendita[2] in 58 città, La Feltrinelli è una delle principali catene italiane di librerie e negozi di musica. I punti vendita sono suddivisi in diverse tipologie, in base ai prodotti venduti e alla localizzazione:

  • La Feltrinelli librerie, il più tradizionale punto vendita Feltrinelli, il primo dei quali aprì a Pisa nel 1957 (32 librerie)
  • La Feltrinelli Libri e Musica, in cui l'offerta libraria è integrata da dischi, dvd e videogiochi, con 30 punti vendita[3]
  • La Feltrinelli Village, 27 librerie situate all'interno di centri commerciali[4]
  • La Feltrinelli Express, 11 punti vendita situati all'interno di stazioni e aeroporti[5]
  • RED La Feltrinelli, RED è l'acronimo per "Read, Eat e Dream" (Leggi, Mangia e Sogna), poiché la libreria è anche un ristorante e un punto vendita di prodotti alimentari biologici e artigianali[6]. Al momento sono aperti 3 RED : a Milano, a Firenze e a Roma.
  • La Feltrinelli Point, un franchising di 15 librerie aperte in piccole e medie città[7]
  • Ricordi Media Stores, catena italiana per la distribuzione di musica, dove si possono trovare CD, dischi, video, spartiti, partiture, prodotti multimediali, strumenti, libri, biglietti per concerti[8]. A seguito della chiusura del punto vendita di via Ugo Bassi a Bologna, ad aprile 2017 rimane solamente un punto vendita dello storico marchio Ricordi Media Stores: quello di Milano all'interno della Galleria Vittorio Emanuele II[9], destinato peraltro a trasformarsi in un punto vendita La Feltrinelli in seguito all'accordo di riorganizzazione degli spazi all'interno della galleria intercorso tra Prada e Feltrinelli[10].

Delle cinque librerie La Feltrinelli International, specializzate in libri nelle principali lingue straniere e materiali per l'apprendimento linguistico[11], rimane solo quella di Roma.

Nasce la HoldingModifica

Nel 2005 viene costituita la Holding Effe 2005 che riporta sotto la sua ala sia la casa editrice sia le Librerie Feltrinelli. Il primo frutto di questo nuovo assetto è il negozio virtuale La Feltrinelli.it. Nel 2008 il Gruppo Feltrinelli acquisisce la maggioranza di PDE (Promozione Distribuzione Editoria), che con i suoi 5.000 punti vendita è la seconda realtà distributiva italiana. Nel 2014 Messaggerie e il Gruppo Feltrinelli danno vita ad una joint venture creando un polo di distribuzione da 70 milioni di libri all'anno[11].

Case editriciModifica

  • Apogeo
  • Kowalski
  • Eskimosa
  • Edizioni Gribaudo
  • Vita
  • Urra
  • Editorial Anagrama (10%), in lingua spagnola

laFeltrinelli.itModifica

Il primo tentativo di commercio elettronico da parte del gruppo Feltrinelli risale all'ottobre 1999, quando in compartecipazione aziendale con Kataweb (gruppo l'Espresso) viene inaugurata la libreria virtuale Zivago.com[12], ma l'iniziativa fallisce due anni dopo, quando il 27 settembre del 2001 il sito viene chiuso e la società viene messa in liquidazione[13].

Nel 2005 il gruppo Feltrinelli, dopo aver riunito sotto la Holding Effe sia la casa editrice sia i punti vendita, decide di presidiare il canale digitale con la creazione del sito lafeltrinelli.it. Nasce così un portale che distribuisce una vasta gamma di prodotti: oltre a libri, anche DVD, videogiochi, ereader e altro. Il sito si propone anche come aggregatore di opinioni, consigli e informazioni sui prodotti offerti, scambiate direttamente dagli utenti secondo le modalità della Rete.

TVModifica

L'11 maggio 2013 viene lanciato il canale televisivo LaEFFE, con la collaborazione del gruppo editoriale L'Espresso, sul canale 50 del digitale terrestre e sul canale 139 di Sky.

Scuola HoldenModifica

Nel 2012 il Gruppo Feltrinelli è entrato con una partecipazione del 49,8% nel capitale sociale della Scuola Holden, la scuola di scrittura e storytelling fondata da Alessandro Baricco nel 1994.

Feltrinelli entra nella ristorazioneModifica

A marzo 2013, l'Antica Focacceria San Francesco S.p.A. è passata ad EFFE 2005 per il 95%. La holding dal gruppo Feltrinelli già possedeva il 49%. Antica Focacceria San Francesco gestirà gli spazi ristorativi all'interno dei punti vendita Feltrinelli e i tre ristoranti di proprietà: i RED di Roma, Firenze e Milano[14].

Libri dei primi anniModifica

Collane ed opere enciclopedicheModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autorità VIAF: (EN154429993 · BNF: (FRcb12069173b (data)