Apri il menu principale
Trifluoroiodometano
Formula di struttura del trifluoroiodometano
Modello del trifluoroiodometano
Nome IUPAC
Trifluoroiodometano
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareCF3I
Massa molecolare (u)195,88
Aspettogas incolore
Numero CAS2314-97-8
Numero EINECS219-014-5
PubChem16843
SMILES
C(F)(F)(F)I
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)2,3608 (–42 °C)[1]
Solubilità in acquapoco solubile
Temperatura di fusione<–78 °C[1]
Temperatura di ebollizione–22,5 °C[1]
Punto critico396,44 K e 3,953 MPa[2]
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1)-590,3[3]
ΔfG0 (kJ·mol−1)-572,34[3]
S0m(J·K−1mol−1)307,7[3]
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine gas compresso
attenzione
Frasi H280, 341
Consigli P281, 410+403

Il trifluoroiodometano è un composto organico di formula CF3I. È un alometano gassoso, incombustibile e irrespirabile, sensibile alla luce.[1]

Indice

SintesiModifica

Il trifluoroiodometano si può ottenere per reazione di tetraiodometano e pentafluoruro di iodio, oppure per reazione tra iodio e trifluoroacetato d'argento:[4]

5CI4 + 3IF5 → 5CF3I + 9I2
I2 + CF3COOAg → CF3I + CO2 + AgI

La prima sintesi di CF3I fu effettuata nel 1948 sfruttando la prima delle due reazioni riportate.[5]

Reattività e usiModifica

Per riscaldamento o irradiazione con luce UV libera radicali CF3 e può quindi essere usato per introdurre gruppi CF3 in composti tipo CF3(CF2)n-X o composti organometallici. Ad esempio può essere usato nella α-trifluorometilazione di chetoni α,β-insaturi.[6]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia