Apri il menu principale
Vastedda fritta
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneSicilia
Zona di produzioneGratteri (Provincia di Palermo)
Dettagli
Categoriapiatto unico
RiconoscimentoP.A.T.
Settorepaste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria
 

La vastedda fritta è una frittella dolce o salata tipica di Gratteri (provincia di Palermo) in Sicilia. La vastedda fritta è stata ufficialmente inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf).[1]

Indice

PreparazioneModifica

La sua preparazione non differisce molto da quella del gnocco fritto o della pizza fritta campana.[2] La vastedda fritta viene preparata con farina, lievito, olio extravergine d'oliva tagliata in rettangoli in cui viene posta al centro un'acciuga salata, dissalata piegata in due e poi fritta [3]. Può essere anche dolce, a fine frittura, in questo caso viene passata nello zucchero.

TradizioneModifica

A Gratteri località in cui tradizionalmente viene preparata la vastedda fritta si organizza ogni anno una sagra ad essa dedicata.[4]

Vastedda fritta modicanaModifica

La semplicità della preparazione ha reso la vastedda un preparazione molto diffusa. A Modica in provincia di Ragusa ne esiste una versione che prevede l'uso delle uova nell'impasto e del formaggio Ragusano DOP nel condimento.[5]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica