Vicariato apostolico di Harar

Vicariato apostolico di Harar
Vicariatus Apostolicus Hararensis
Chiesa latina
Mappa della diocesi
Vicario apostolico Angelo Pagano, O.F.M.Cap.
Vescovi emeriti Woldetensaé Ghebreghiorghis, O.F.M.Cap.
Sacerdoti 25 di cui 12 secolari e 13 regolari
899 battezzati per sacerdote
Religiosi 13 uomini, 34 donne
Abitanti 6.976.000
Battezzati 22.479 (0,3% del totale)
Superficie 260.000 km² in Etiopia
Parrocchie 18
Erezione 4 maggio 1846
Rito romano
Indirizzo P.O. Box 177, Harar, Ethiopia
Dati dall'Annuario pontificio 2018 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Etiopia

Il vicariato apostolico di Harar (in latino: Vicariatus Apostolicus Hararensis) è una sede della Chiesa cattolica in Etiopia immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2017 contava 22.479 battezzati su 6.976.000 abitanti. È retta dal vescovo Angelo Pagano, O.F.M.Cap.

TerritorioModifica

Il vicariato apostolico comprende i seguenti territori dell'Etiopia: l'intera regione di Harar, l'intera regione di Somali ad eccezione delle zone di Afder e Liben; la città autonoma di Dire Daua; l'estrema parte orientale della regione di Oromia; e parte della zona 1 della regione di Afar.

Sede del vicariato è la città di Harar, dove si trova la procattedrale del Santo Nome di Maria.

Il territorio è suddiviso in 18 parrocchie.

StoriaModifica

Il vicariato apostolico dei Galla fu eretto il 4 maggio 1846 con il breve Pastoralis muneris di papa Gregorio XVI, ricavandone il territorio dalla prefettura apostolica di Abissinia (oggi arcidiocesi di Addis Abeba). Esso aveva giurisdizione anche sulle missioni cattoliche d'Arabia, sulla riva opposta del golfo di Aden.

Il 4 maggio 1888 cedette la porzione di territorio oltremare a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Aden (oggi vicariato apostolico dell'Arabia meridionale).

Il 28 gennaio 1913 e il 28 aprile 1914 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle prefetture apostoliche di Caffa meridionale (oggi vicariato apostolico di Nekemte) e di Gibuti (oggi diocesi).

Il 25 marzo 1937 ha ceduto un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Neghelli (oggi vicariato apostolico di Auasa) e contestualmente ha cambiato nome in favore di vicariato apostolico di Harar.

Il 6 marzo 1980 ha ceduto ancora una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Meki (oggi vicariato apostolico).

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Guglielmo Massaia, O.F.M.Cap. † (12 maggio 1846 - 23 maggio 1880 dimesso)
  • Louis-Taurin Cahagne, O.F.M.Cap. † (23 maggio 1880 succeduto - 1º settembre 1899 deceduto)
  • André-Marie-Elie Jarosseau, O.F.M.Cap. † (6 aprile 1900 - 2 settembre 1937 dimesso)
  • Leone Giacomo Ossola, O.F.M.Cap. † (22 settembre 1937 - 19 ottobre 1943 nominato amministratore apostolico di Novara)
    • Sede vacante (1943-1955)
  • Urbain-Marie Person, O.F.M.Cap. † (3 luglio 1955 - 4 dicembre 1981 ritirato)
    • Sede vacante (1981-1992)
  • Woldetensaé Ghebreghiorghis, O.F.M.Cap. (21 dicembre 1992 - 16 aprile 2016 ritirato)
  • Angelo Pagano, O.F.M.Cap., dal 16 aprile 2016

StatisticheModifica

Il vicariato apostolico nel 2017 su una popolazione di 6.976.000 persone contava 22.479 battezzati, corrispondenti allo 0,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 7.756 2.000.000 0,4 15 14 1 517 31
1970 9.800 2.250.000 0,4 20 9 11 490 22 60
1980 15.300 2.913.000 0,5 38 5 33 402 47 69 3
1990 12.750 3.812.000 0,3 14 3 11 910 20 52 14
1999 21.150 5.026.000 0,4 18 1 17 1.175 19 56 17
2000 23.115 5.700.000 0,4 22 2 20 1.050 26 63 19
2001 23.000 5.700.000 0,4 24 5 19 958 25 63 20
2002 23.175 5.700.000 0,4 26 6 20 891 26 63 19
2003 23.200 5.700.000 0,4 26 6 20 892 8 31 19
2004 23.210 5.700.000 0,4 26 6 20 892 26 63 20
2007 23.200 5.921.000 0,4 21 8 13 1.104 1 25 61 21
2010 23.600 5.810.500 0,4 27 12 15 874 17 48 18
2014 21.510 6.453.000 0,3 14 14 1.536 43 18
2017 22.479 6.976.000 0,3 25 12 13 899 13 34 18

BibliografiaModifica

  • (LA) Breve Pastoralis muneris, in Raffaele de Martinis, Iuris pontificii de propaganda fide. Pars prima, Tomo V, Romae 1893, pp. 361–362

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN249393818 · WorldCat Identities (EN249393818