Apri il menu principale

Vincenzo Tieri

giornalista, commediografo e politico italiano
Vincenzo Tieri
Vincenzo Tieri.png

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Fronte liberale democratico dell'uomo qualunque
Collegio CUN
Incarichi parlamentari
Commissione per la vigilanza sulle radiodiffusioni

Dati generali
Partito politico Fronte dell'Uomo Qualunque, Partito Qualunquista Italiano
Professione giornalista e commediografo

Vincenzo Tieri (Corigliano Calabro, 28 novembre 1895Roma, 4 gennaio 1970) è stato un giornalista, commediografo e politico italiano.

BiografiaModifica

Combatté durante la prima guerra mondiale. Già nel 1917 pubblica a Corigliano la sua prima commedia: Il Trabocchetto. Nel 1918 si trasferì a Roma e divenne redattore de Il Tempo e dopo il 1925 redattore capo de Il Popolo di Roma, dedicandosi negli anni trenta alla produzione teatrale.[1]

Lavorò anche per il cinema. Dalla sua commedia La sbarra fu tratto il film L'ispettore Vargas del 1940, e lo stesso anno scrisse la sceneggiatura di Una lampada alla finestra.

Fu eletto nel 1946 deputato del Fronte dell'Uomo Qualunque all'Assemblea Costituente, nel collegio unico nazionale, fino al 1948. Fu membro della commissione per la vigilanza sulle radiodiffusioni.[2]

Fu membro della giunta esecutiva e, dal 24 giugno 1946, segretario generale del movimento di Guglielmo Giannini, che lasciò nel gennaio 1948 in contrasto con la decisione di correre alle elezioni politiche in coalizione con il PLI. Costituì un nuovo movimento, il Partito Qualunquista Italiano.[3] Il fallimento di quell'iniziativa pose bruscamente fine alla sua carriera politica.

Dal 1955 al 1957 fu direttore del Piccolo Teatro di Palermo.

Suo figlio Aroldo (1917-2006) fu apprezzato attore teatrale e cinematografico

OpereModifica

Fu autore di varie commedie tra cui:

  • La logica di Shylock (1922)
  • Taide (1932)
  • L'amore (1933)
  • L'ape regina (1940)
  • Chirurgia estetica (1940)

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Vincenzo Tieri, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 25 agosto 2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN3480849 · SBN IT\ICCU\SBLV\082985 · WorldCat Identities (EN3480849