Vittorio Guidano

psichiatra italiano

Vittorio Filippo Guidano (Roma, 4 agosto 1944Buenos Aires, 31 agosto 1999) è stato uno psicologo e psichiatra italiano.

BiografiaModifica

Laureatosi in medicina nel 1969, si specializza in neuropsichiatria nel 1972. Nello stesso anno è uno dei fondatori della Società italiana di terapia comportamentale e cognitiva (SITCC)[1][2], di cui fu anche presidente. Nel 1978 fondò il Centro di Terapia Cognitiva di Roma.[3] Ha insegnato fino al 1985 presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" ed è stato docente del master in terapia cognitivo-sociale all'Università di Barcellona.

È stato co-fondatore insieme a Giampiero Arciero dell'Istituto di psicologia e psicoterapia cognitiva post-razionalista (IPRA).[4]

Viene considerato il fondatore del cognitivismo post-razionalista, orientamento teorico basato sui presupposti epistemologici del razionalismo critico e dell'epistemologia evolutiva, e della centralità che viene attribuita alle emozioni all'interno del processo di conoscenza umano. Il ricercatore che maggiormente ha influenzato il pensiero di Guidano, dopo la pubblicazione (con Giovanni Liotti) di Cognitive processes and emotional disorders (1983), fino agli ultimi sviluppi teorici prima della morte, è stato Jerome Bruner, uno dei pionieri dello studio del pensiero narrativo negli Stati Uniti.

Il metodo della moviolaModifica

Vittorio Guidano sviluppò uno strumento in psicoterapia per favorire la rilettura di un'esperienza vissuta con dolore dal paziente. Il nome prende origine dalla moviola usata negli sport per rivedere la scena al rallentatore e secondo diverse prospettive; esse sono principalmente tre:[5][6][7]

  • La scena (il ricordo doloroso) viene narrata secondo un punto di vista in prima persona
  • La scena viene ricostruita in terza persona, ma secondo il punto di vista di allora
  • La scena viene ricostruita in terza persona secondo il punto di vista attuale

NoteModifica

  1. ^ Vittorio F. Guidano, Psicoterapia cognitiva post-razionalista. Una ricognizione dalla teoria alla clinica - FrancoAngeli, su francoangeli.it. URL consultato il 7 agosto 2021.
    «Vittorio F. Guidano (1944-1999), psichiatra e psicoterapeuta, è stato fondatore con Gianni Liotti della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC).»
  2. ^ SITCC – Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva, su Consiglio Nazionale Ordine Psicologi. URL consultato il 9 luglio 2022.
    «È stata fondata nel 1972 da Vittorio Guidano e Giovanni Liotti. Ad oggi conta circa 4600 soci. Pubblica la rivista Quaderni di Psicoterapia Cognitiva ed è accredita a livello europeo dalla European Association for Behavioural and Cognitive Therapies (EABCT).»
  3. ^ Álvaro T. Quiñones Bergeret e Furio Lambruschi, Psicoterapia cognitiva post-razionalista : una ricognizione dalla teoria alla clinica, Angeli, 2007, p. 18, ISBN 978-88-464-6818-5.
  4. ^ Homepage, su IPRA. URL consultato il 7 agosto 2021.
    «Fondato nel 1997 da Vittorio Guidano e Giampiero Arciero, l'Istituto di Psicologia e Psicoterapia Cognitiva Post-Razionalista promuove lo studio, la ricerca, la formazione e la pratica clinica nell'ambito della psicologia e della psichiatria, con una particolare attenzione al dialogo con la medicina.»
  5. ^ Raffaele Avico, Introduzione alla moviola di Vittorio Guidano, su Il Foglio Psichiatrico, 9 luglio 2018. URL consultato l'8 agosto 2021.
  6. ^ Gianluca Frazzoni, TAPP (Talking About a Personal Problem): la conversazione guidata, su State of Mind, 6 luglio 2012. URL consultato l'8 agosto 2021.
    «La tecnica della moviola (Guidano, 1991; Dodet, 1998; Lenzi, 2009), che si concentra su un episodio raccontato dal paziente e collega il livello dell’esperienza immediata, ossia come il soggetto ha percepito l’evento, con la rielaborazione esplicita relativa all’immagine di sé, ossia il significato che il soggetto attribuisce a quell’evento quando lo riconduce all’idea globale che ha di sé.»
  7. ^ (ES) Silvio Lenzi, La técnica de la moviola como método de reelaboración de las narrativas autobiográficas (PDF), su Academia.edu.

BibliografiaModifica

  • Guidano, V.F., Liotti, G. (1979). Elementi di psicoterapia comportamentale, Bulzoni, Roma.
  • Guidano, V.F., Reda, M.A. (a cura di) (1981). Cognitivismo e psicoterapia, Franco Angeli, Milano.
  • Guidano, V.F., Liotti, G. (1983). Cognitive processes and emotional disorders, Guilford, New York. Trad. it. Processi cognitivi e disregolazione emotiva. Un approccio strutturale alla psicoterapia, Ediz. Apertamenteweb, 2018
  • Guidano, V.F. (1987). Complexity of the Self, Guilford, New York (Trad. It.: "La complessità del Sé", Bollati Boringhieri, Torino, 1988).
  • Guidano, V.F. (1991). The Self in process, Guilford, New York (Trad. It.: "Il Sé nel suo divenire", Bollati Boringhieri, Torino, 1992).
  • Guidano V.F. (1999), Conversazione con Vittorio Guidano
  • Guidano V.F. (2007) (a cura di Á. Quiñones Bergeret), Psicoterapia cognitiva post-razionalista, F. Angeli ed. Milano
  • Guidano V.F. (2008) (a cura di G.Cutolo), La psicoterapia tra arte e scienza, F. Angeli ed. Milano
  • Guidano V.F. (2010) (a cura di G.Mannino), Le dimensioni del Sé, Alpes ed.
  • Guidano V.F. (2019) (a cura di G. Cutolo e A. De Pascale), La struttura narrativa dell'esperienza umana, Vol. 1 Dal cervello al Self, F.Angeli ed. Milano.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234946903 · ISNI (EN0000 0000 6068 7159 · SBN CFIV080621 · LCCN (ENn80021897 · BNE (ESXX960821 (data) · J9U (ENHE987007605146805171 · WorldCat Identities (ENlccn-n80021897