Apri il menu principale

Vittorio Pisani (Corfù, 13 ottobre 1899Vittorio Veneto, 27 aprile 1974) è stato un illustratore e pittore italiano. Fu l'autore delle celebri copertine del settimanale La Tribuna illustrata.

BiografiaModifica

Nato da padre italiano e da madre greca, il padre era pittore, così pure il nonno e lo zio[1], si forma all'Accademia di belle arti di Roma.

Il primo lavoro remunerato fu durante la guerra greco-turca nel 1919, all'età di 18 anni, il disegno di un'etichetta per una ditta commerciante in fichi, peraltro ancora in commercio. Diviene illustratore dal 1922 del settimanale Tribuna illustrata, per il quale creò più di 4000 copertine.

Eseguì cartoline per molti reparti dell'Esercito italiano e principalmente per la Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale. Suo il dipinto e cartolina da cui poi è tratto il francobollo delle Poste italiane, del carabiniere eroe Salvo D'Acquisto, medaglia d'oro al v.m., elaborato da Silvano Campeggi. Proprio dell'arma dei carabinieri dipinge numerose illustrazioni, poi pubblicate sulla Tribuna Illustrata, e presenti, sotto forma di riproduzioni, sui muri delle caserme italiane.

Dopo la guerra si ritira a Farra d'Alpago, Belluno, terra originaria della moglie. Muore presso l'ospedale civile di Vittorio Veneto per complicazioni dovute al diabete, di cui, da anni, l'artista soffriva. Gli eredi, Roberto e Andrea Vittorio Pisani, ne curano l'archivio.

NoteModifica

  1. ^ Cfr. a p. 202 in Alessandro Gasparinetti, L'uniforme italiana nella storia e nell'arte: l'esercito, Edizioni universali, Roma, 1961.

BibliografiaModifica

  • Attilio Brilli, Francesca Chieli, Immagini e retorica di Regime. Bozzetti originali di propaganda fascista 1935-1942, Federico Motta Editore, Milano, 2001 ISBN 9788871793139
  • Alessandro Gasparinetti, L'uniforme italiana nella storia e nell'arte: l'esercito, Edizioni universali, Roma 1961
  • Enrico Sturani. Le cartoline per il Duce, Edizioni del Capricorno, Torino, 2002 ISBN 9788877070227

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316737887 · ISNI (EN0000 0004 5098 5477 · SBN IT\ICCU\BVEV\052776 · BNF (FRcb16629680r (data) · WorldCat Identities (EN316737887