Wahibra

faraone egizio
Wahibra Iaib
Ibiaw Scarab Petrie.png
Scarabeo di Wahibra Iaib.
Re dell'Alto e Basso Egitto
Incoronazione tra il 1790 a.C. ed il 1630 a.C.[1]
Predecessore Khahotepra
Successore Merneferra
Morte tra il 1790 a.C. ed il 1630 a.C.[1]
Dinastia XIII dinastia egizia
Consorte Khaesnebu

Wahibra Iaib (... – ...) è stato un sovrano egizio inserito nella XIII dinastia.

BiografiaModifica

Malgrado il Canone Reale gli assegni un periodo di regno relativamente lungo, per la specifica fase storica caratterizzata da regni brevi, Wahibra è noto solamente, oltre che per l'inserimento nella lista reale, per una stele proveniente da Tebe (Egitto), un coperchio di vaso proveniente da El-Lahun e da alcuni scarabei uno dei quali potrebbe provenire da Biblo.

La dispersione di tali ritrovamenti porta comunque a pensare che questo sovrano abbia ancora regnato sulla maggior parte dell'Egitto ed abbia mantenuto anche contatti con l'estero.

Il nome della regina principale di Wahibra potrebbe essere Khaesnebu

Liste RealiModifica

Nome Horo Canone Reale Anni di regno
sconosciuto 7.2
 
N5V29V28Y1M17D36n
n
n
A24ibZ1
 

W3 ḥ ib rˁ iˁ-ib - Wahibra Iaib

10 anni, 8 mesi, 28 giorni

TitolaturaModifica

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
 
G16
nbty (nebti) Le due Signore
G8
ḥr nbw Horo d'oro
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
 
N5V29ib
 
w3h ib r՚ Wahibra Il cuore di Ra è saldo
G39N5
s3 Rˁ Figlio di Ra
 
ib
Z1
M17D36n
n
n
 
i՚ ib Ia - ib Puro di cuore

Altre datazioniModifica

Autore Anni di regno
Redford 1721 a.C. - 1712 a.C.[senza fonte]
Ryholt 1712 a.C. - 1701 a.C.[2]
Malek 1716 a.C. - 1706 a.C.[3]
Schneider 1680 a.C. - 1670 a.C.[senza fonte]
Franke 1680 a.C. - 1670 a.C.[4]

NoteModifica

  1. ^ a b Cimmino Franco, Dizionario delle dinastie faraoniche, p. 470
  2. ^ K.S.B. Ryholt, The Political Situation in Egypt during the Second Intermediate Period, c.1800–1550 BC, Carsten Niebuhr Institute Publications, vol. 20. Copenhagen: Museum Tusculanum Press, 1997
  3. ^ (con John Baines), Atlante dell'antico Egitto, ed. italiana a cura di Alessandro Roccati, Istituto geografico De Agostini, 1980 (ed. orig.: Atlas of Ancient Egypt, Facts on File, 1980)
  4. ^ Personendaten aus dem Mittleren Reich, Éd. Otto Harrassowitz, Wiesbaden, 1984, (ISBN 3447024844)

BibliografiaModifica

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X
  • Gardiner, Alan - La civiltà egizia - Oxford University Press 1961 (Einaudi, Torino 1997) - ISBN 88-06-13913-4
  • Hayes, W.C. - L'Egitto dalla morte di Ammenemes III a Seqenenre II - Il Medio Oriente e l'Area Egea 1800 - 1380 a.C. circa II,1 - Cambridge University 1973 (Il Saggiatore, Milano 1975)
  • Wilson, John A. - Egitto - I Propilei volume I -Monaco di Baviera 1961 (Arnoldo Mondadori, Milano 1967)
  • Nicolas Grimal, Storia dell'antico Egitto, Laterza, 1990 (1988), ISBN 88-420-3601-3.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica