Wikipedia:Bar/Discussioni/I giornali ci copiano: non è ora di arrabbiarci un filo?

Pix.gif
I giornali ci copiano: non è ora di arrabbiarci un filo? NAVIGAZIONE


La Padania ci ha evidentemente copiato (a partire da "La battaglia di Lepanto, detta anche delle Echinadi o delle Curzolari vide le forze navali...") Non sarebbe il caso di inalberarsi un filino? Niente legge, ma almeno fare presente all'ansa che certe cose sono antipatiche...

Draco "Quoto Tyl" Roboter 12:58, 8 ott 2006 (CEST)

Prepariamo un comunicato stampa da inviare all'ANSA? Niente minacce, solo un invito almeno a citarci tra le fonti. --Paginazero - Ø 13:49, 8 ott 2006 (CEST) PS la mia proposta di lettera l'ho fatta (insieme a piero_tasso) nella wikina. Non link operche trattasi di pagina protetta. Draco "Quoto Tyl" Roboter 14:27, 8 ott 2006 (CEST)

+1 Draco "Quoto Tyl" Roboter 13:50, 8 ott 2006 (CEST) (come WMI?)

Dubbioso se farlo come WMI. A rigore l'associazione non è responsabile dei contenuti, tuttavia il suo scopo è promuovere Wikipedia... e se fosse una lettera aperta - inviata all'ANSA e agli stessi giornali/radio che scopiazzano - firmata dagli utenti stessi di Wikipedia? --Paginazero - Ø 14:05, 8 ott 2006 (CEST)

Non so. Il problema è che il l'utente DracoRoboter (per dire) difficilmente sarà preso sul serio mentre una associazione con tanto bolle notarili magari sì. La questione della responsabilità dei contenuti esiste, ma avrebbe peso se si andasse per vie legali, qui invece si stà soltanto rilevando un fatto e dandone un giudizio (almeno) morale. Draco "Quoto Tyl" Roboter 14:25, 8 ott 2006 (CEST)

Il singolo utente certamente verrà ignorato. Una lettera firmata da un centinaio di utenti probabilmente no. E secondo me è bene che il giudizio rimanga (almeno ora) su un piano semplicemente morale. Parlare di bolle notarili e fare la voce grossa è prematuro oltre che potenzialmente molto costoso. --Paginazero - Ø 14:40, 8 ott 2006 (CEST)
Fatemi sapere dove devo firmare :-D Kal - El 14:45, 8 ott 2006 (CEST)
Anch'io sono pronto a firmare, se serve... Potrebbe essere firmata da WMI e da un po' di wikipediani (non per forza o l'una o gli altri)... Paginazero: non so se è possibile, ma a questo punto potresti copiare la bozza in una pagina visibile... No? - Gia! - (Tiago è qui) 16:13, 8 ott 2006 (CEST)
Secondo me, anche se la rivendicazione (di citazione) moralmente è giusta e corretta, forse sarebbe il caso non di andare giù a muso duro. Per quanto mi consta nei giornali usano spesso riprendere - per la stesura degli articoli - materiali da ogni fonte possibile (incluso, oggi, internet e, oggi come ieri, testi enciclopedici) senza sentirsi in dovere - ovviamente a torto - di citare l'origine dell'info. Nel migliore dei casi, per quel che posso immaginare, penso che il materiale ricicciato venga adeguatamente rimpolpato e parafrasato (un po' come facciamo noi, fonte secondaria di informazione, con quello che inseriamo), ma questo evidentemente non sempre accade. Non credo che ciò sia intenzionale: semplicemente è un malcostume collaudato e consolidato nel tempo. --Twice25 (disc.) 16:44, 8 ott 2006 (CEST)

Tra l'altro abbiamo anche dato una informazione sbagliata, visto che la battaglia si svolse in ottobre e vi è scritto (anche nel nostro articolo) che la vittoria non impedì agli Ottomani di conquistare Cipro, mentre Cipro era già caduta in agosto....così, un appunto per amor del vero. passo a correggere l'articolo. --Orion21 18:34, 8 ott 2006 (CEST)

Mandare una lettera per chiedere il rispetto della licenza è giusto, ma in realtà se si volesse veramente far valere la licenza dovrebbero essere gli autori stessi... Cruccone (msg) 20:19, 8 ott 2006 (CEST)

Io chiederei ai direttori dei giornali, quando si ferificano casi simili, di sottrarre una parte di stipendio ai loro giornalisti fannulloni e di girarla a Wikimedia. --Snowdog (dimmi) 20:28, 8 ott 2006 (CEST)

La mia mail è nelle pagine dell'associazione, ed è disponibile per "tagli e aggiustamenti" vari... rifate vobis.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 21:03, 8 ott 2006 (CEST)
  • +1 su Draco e +10000 su Snowdog. Io credo che dovremmo fare una lettera aperta firmata da WMI e sotto firmata dagli utenti di wikipedia. Una lettera in cui si comunica molto semplicemente che per rispettare la licenza è necessario citare la fonte, altrimenti si incorre in una violazione di copyright. Non è necessario essere gli autori dei testi per fare una comunicazione del genere e, come dice Draco, gli utenti anonimi difficilmente verrebbero ascoltati da soli. --Lucas 11:55, 9 ott 2006 (CEST)
Vorrei aggiungere che non essendo un fine diplomatico (ahem..) nè un leguleio non so quale sia l'azione migliore da intraprendere dal punto di vista dell'opportunità, quindi almeno in via sperimentale (ripeto) appoggio la via morbida/morbidissima/pic indolor. Vorrei solo aggiungere c'e' un grave pericolo in agguato (come mi è stato fatto notare in altra sede): chi ci copia ha in archivio i nostri testi taggati impropriamente come copyrighted. Paradossalmente, se non facciamo niente, in futuro gli stessi potrebbero denunciare noi per violazione del loro copyright. (avete presente il caso SCO-unix?)

--Draco "Quoto Tyl" Roboter 12:10, 9 ott 2006 (CEST)

Ho abbozzato una Wikipedia:Lettera aperta alle redazioni. Metteteci mano e firmatela. --Paginazero - Ø 12:30, 9 ott 2006 (CEST)

Ho riformulato un po' la lettera e messo questa discussione tra quelle importanti. --Lucas 13:41, 9 ott 2006 (CEST)

Ho avuto un problema simile a quello illustrato sopra da Draco, credo che le redazioni debbano almeno sapere che non ci sfugge il loro (come dire...) "forte interesse" per le nostre voci. Detesto i giornalisti ignoranti che vogliono far bella figura! --Gataz 13:37, 9 ott 2006 (CEST)

Potrebbe essere utile un avviso generico rivolto a tutti in pagina principale, sono molti a non intendere il senso della GFDL, non solo giornalisti. --F. Cosoleto 13:42, 9 ott 2006 (CEST)

+1 all'avviso anche se lo rivolgerei esplicitamente ai giornalisti spiegando bene il come, il perchè e il per quando. Non vorrei sembrare acido, ma ritengo possibile, specialmente con gli anni, che copiare da wikipedia e in futuro da wikinews (IMHO, col crescere degli utenti diventerà sempre più un mezzo di informazione integrato probabilmente davvero simile alla futuristica EPIC di Googlezon. Ne riparleremo nel 2014.) possa elevare effettivamente il livello qualitativo generale della stampa italiana, per cui, insomma si tratta di un'opera didattica verso di loro e addirittura benefica per il portafoglio degli stessi e dei giornali. --Nanae 17:09, 9 ott 2006 (CEST)

In passato avevo notato che scrivendo un'email alle varie redazioni o responsabili del sito (purchè si tratti di articolo online, ovviamente) si otteneva l'inerimento della fonte nel giro di una giornata. M'è capitato tre o quattro volte. Probabilmente basta avvertire i redattori responsabili. Non penso infatti che la copia venga fatta in mala fede, altrimenti la si potrebbe fare "con più intelligenza": in modo da non farsi beccare. --Lucas 13:57, 9 ott 2006 (CEST)

Ho rivisto un po' la lettera, mi spiaccio in anticipo per un eventuale "legalese" ma che ci volete fare.... l'abitudine.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 17:14, 9 ott 2006 (CEST)
Ho dato anch'io un po' di altre modifiche in modo da renderla più generale (perchè il problema c'è anche con università, congressi, e via dicendo, non solo con le testate editoriali). --Lucas 17:37, 9 ott 2006 (CEST)

È inteso che se non arriviamo ad almeno cento firme non se ne fa nulla... --Paginazero - Ø 17:43, 9 ott 2006 (CEST)

E' inteso anche che avevamo detto di tenere un tono amichevole al momento ci manca solo che aggiungiamo che gli manderemo i nostri avvocati e siamo a posto. (io mi rammarico, non so gli altri..) Draco "Quoto Tyl" Roboter 18:02, 9 ott 2006 (CEST)
Il tono mi sembra + che cortese, vi posso garantire che un minimo di perentorietà è necessaria quando si chiede a qualcuno di fare un qualcosa... poi ripeto (e 3...) fate vobis, non è che ci guadagno nulla dallo scrivervi una lettera; cerco solo di far fruttare la mia (poca) esperienza in ambito legale.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 18:09, 9 ott 2006 (CEST)

Ci sarebbe bisogno anche di qualche caso in più... Nei prossimi giorni mi ci metto bene. --Lucas 17:56, 9 ott 2006 (CEST)

copio qua un post nella pagina di discussione di Senpai, visto che può interessare tutti --Lucas 18:13, 9 ott 2006 (CEST)
Più che altro temo un po' per l'impostazione che io e te stiamo facendo assumere alla lettera (evidentemente entrambi per le stesse esperienze personali ;-), e cioè una sorta di "pre-minaccia legale". Il problema è che sì molte testate copiano testi quasi giornalmente da Wikipedia, ma allo stesso tempo spesso e volentieri su Wikipedia si riscontrano violazioni di copyright di ogni genere (alle volte difficili da trovare proprio perchè su testi provenienti da materiale cartaceo e perciò probabilmente ancora in corso). Con questo intendo dire: non sono convinto che calcare troppo la mano sia la soluzione migliore, poiché non siamo nella condizione di angioletti contro sporcaccioni... L'aggettivo "sicuro" a fine lettera è solo una piccolezza... Ma poi, per esempio: siamo sicuri di volere un "sicuro riscontro"? Credo piuttosto che la lettera dovrebbe essere una sorta di gentile avvertimento ("attenzione, stai commettendo un reato: la violazione di copyright"), senza forzare, se non con gentilezza, una risposta... sempre per esperienza personale ho notato che si ottiene molto di più con un tono simile piuttosto che forzando i toni... --Lucas 18:10, 9 ott 2006 (CEST)
Dubbio: valgono le firme coi soli nick? È proprio solo ed esclusivamente una domanda, nessun giudizio o pregiudizio, ciascuno è libero di fare come vuole. Kal - El 18:28, 9 ott 2006 (CEST)
(conflittato)mmm.. riflettendoci se la lettera è intesa come un invito a rispettare il copyright (e in tal senso io l'ho intesa mettendo solo il nick per una questione di privacy a cui non voglio rinunciare) direi di si considerando che ognuno è registrato col proprio IP (a cui volendo la polizia postale potrebbe risalire) e tanto potrebbe firmarsi tranquillamente con un nome falso (il nome a fianco non garantisce automaticamente nulla in se). Se invece è intesa come una petizione che dovrebbe avere un valore legale beh credo (non sono un avvocato) che allora servano tutta una serie di estremi in più compresi firma autografa e dati anagrafici, ma in qual caso personalmente me ne tirerei fuori. --Nanae 18:53, 9 ott 2006 (CEST)

Io toglierei il "sicuro" e cercherei anche di metter giù due righe di scusa qualora la nostra supposizione di aver copiato da Wikipedia sia infondata. Stiamo attenti a non dare per scontato di aver ragione a priori. --Paginazero - Ø 18:48, 9 ott 2006 (CEST)

Per le "scuse eventuali" vedo di provvedere... per il "sicuro" ho già detto la mia a Lucas, ma visto che lui ha riportato solo la sua opinione ^_^, vedo di copiare quia nche la mia:
Sinceramente per esperienza personale il "sicuro" è volto proprio a far sentire obbligato il destinatario. Non è nulla di "essenziale" e sarebbe probabilmente sostituibile con "cortese", ma non sortirebbe il medesimo effetto, forse potremmo optare per "certo riscontro", ti suona meglio ?
Bhò... io l'ho modificata secondo il mio POV, logicamente ognuno ha il suo. Ad ogni modo, io una risposta la vorrei comunque, perhcè dimostrerebbe che, almeno, ci hanno letto.
Detto ciò, mi piego al volere degli scriventi.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 19:56, 9 ott 2006 (CEST)
Una cosa sola. Mi dissocio. O meglio: non mi associo (almeno, non per ora). Non è ancora il tempo delle missive. Come ho detto più sopra, mi risulta che i giornalisti da sempre copino da ogni fonte gli capiti sotto mano. I più professionali rielaborano, come facciamo noi quando inseriamo testi, il materiale di cui dispongono. I più pigri - o frettolosi - fanno un copia e incolla dei testi, infischiandosene di rielaborarli - esattamente come fanno alcuni di noi -. Non crediamoci dei novelli Diderot: non abbiamo inventato e non stiamo invetando l'enciclopedia, né quello che essa contiene. Aspettare un attimo (pensare e provare a contare fino a dieci no?) può far bene. Più a noi che ai giornalisti pigri (epperciò ignoranti). --Twice25 (disc.) 20:41, 9 ott 2006 (CEST)

Ritiro la mia firma. Mi dissocio da ciò che la mia bozza iniziale è diventata. Spiacente. Vorrei che i toni scendessero. Non ho voglia di raccogliere palate di merda qualora avessimo anche solo un'ombra di torto. --Paginazero - Ø 21:15, 9 ott 2006 (CEST)

? -_- scusate ma credevo ne stessimo discutendo.... e lavorando insieme... bhà.... ogni tanto mi sorprendo ancora; mi sembra che nessuno abbia imposto nulla a nessuno, ho cercato di modificare un testo secondo i canoni dettati dalla mia ttività lavorativa, lungi da me la volontà di pestare i piedi a chiunque e di snatuare chissà che. Farò un immediato rollback alla prima versione di p0, continuate pure a lavorare in tranquillità.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 21:25, 9 ott 2006 (CEST)

Senpai - il problema non sono le tue modifiche. Il problema è che più ci penso, più secondo me la risposta alla domanda posta in apertura di questa discussione è "no". O perlomeno "non ancora". Siamo sicuri noi di essere inattaccabili sul fronte del copyright? Temo proprio di no... --Paginazero - Ø 21:33, 9 ott 2006 (CEST)

La richiesta di essere pronti a sopportare uno scontro sul copyright è sterile perchè, per la nostra stessa natura, non saremo mai pronti. Sia perchè non avremo mai la forza economica per combattere delle vere battaglie legali: le vere battaglie legali (vedi IBM vs. SCO-unix, apple vs. Microsoft) constano parecchi milioni di euro un ordine di grandezza o più dell'intero budget annuale della WMF foundation.
Sia perchè nessuno di noi giurerebbe sull'assenza, tra le duecentomila voci presentidi qualche copyviol.
Per queste ragioni di opportunità l'unica strada è quella dolce della gentile richiesta: se si instaurasse un'abitudine da parte dei media ad accogliere queste gentili richieste con l'andare del tempo (molti anni) questa pratica potrebbe forse avere la stessa forza di una legge. E ci cautelerebbe dal effetto copyviol inverso (gli altri sostengono che noi gli abbiamo copiati quando invece è successo il contrario)
Lo scontro diretto a mio avviso non paga e insultare i giornalisti nel modo in cui si vuole fare nell'attuale versione della lettera potrebbe addirittura portare dei danni permanenti al progetto, almeno nella sua versione italiana.
Per queste ragioni ritiro la mia firma. Nel farlo invito gli autori del solo articolo sulla battaglia di Lepanto a mandare una lettera di chiarimenti alla Padania.

Draco "Quoto Tyl" Roboter 22:36, 9 ott 2006 (CEST)

Sollevare dei dubbi o avanzare richieste circa il lavoro altrui non è cosa da prendere mai a cuor leggero. A me sinceramente vengono in mente alcune circostanze che dovrebbero far riflettere molto i firmatari della lettera (o bozza... a proposito, *cosa* state firmando?)
  1. Chi scrive su Wikipedia rilascia del testo secondo una licenza ben precisa *ma* non si priva assolutamente di altri diritti, che secondo alcune legislazioni sono peraltro inalienabili. È perfettamente possibile che un giornalista abbia scritto una parte di una voce di Wikipedia e che riutilizzi il suo stesso materiale per i suoi scopi personali. Quale pensate possa essere in questo caso il diritto di Wikipedia?
  2. La possibile presenza di materiale a sua volta frutto di violazioni di copyright nelle voci della Wikipedia in lingua italiana o nei progetti correlati, dovrebbe far riflettere molto prima di partire a testa bassa contro terzi. In alcuni casi, violazioni piuttosto estese sono rimaste non rilevate anche per anni e - fortunatamente - ma forse anche per la buona volontà delle parti lese (in un caso, non in Italia, sono intercorsi degli accordi di tipo transattivo) non hanno finora prodotto danni irreparabili.
  3. L'associazione Wikimedia Italia, di cui mi vanto di far parte, non era stata intesa o quantomeno non compare traccia nel suo statuto, come una tutela di Wikipedia o dei suoi contenuti, ma piuttosto come una facilitazione per diffondere la conoscenza libera per mezzo dei progetti della Wikimedia Foundation. In ogni caso, mi sembra poco simpatico dichiarare di non essere responsabili dei contenuti per ciò che fa comodo, mentre si rivendicano rumorosamente diritti o si chiedono riscontri a terzi. --M/ 22:59, 9 ott 2006 (CEST)

mmm.. ritiro la mia firma fino a che non venga raggiunta (sempre che venga raggiunto un consenso sull'iniziativa) una formulazione condivisa sul testo, perchè sono comunque dell'idea che sicuramente in forma cortese, ma un disclaimer piccolo andrebbe messo in pagina principale. Naturalmente qualcosa di cortese, IMHO, senza andare a muso duro, per tutte le buone obiezioni che leggo sopra, ma comunque non ambiguo ne da ignorare. Credo inoltre che una iniziativa di qualche genere possa anche essere utile a suo modo, almeno come riflessione sul tema. Il rischio che wikipedia si prenda una denuncia per copyviol inverso come lo chiamate, non oggi, ma magari nel futuro fra qualche anno.. beh, non mi sembra poi una cosa da fantascienza, specie quando tra qualche anno la massa critica su en:wiki (nelle sue varie declinazioni) sarà tale da influire in modo significativo sulla gestione dell'informazione sia quella immediata (da notiziario, che presumo sarà il campo di battaglia) sia quella archiviata (che mi auguro invece possa filare liscia, magari con una integrazione con i maggiori istituti bibliotecari mondiali, una sorta di evoluzione del progetto biblioteche di Google.). Già verso internet in se, che è tutto e il contrario di tutto, c'e' un rapporto di amore-odio sia da parte degli stati che dei mass media... bah... chi vivrà vedrà. -Nanae 23:36, 9 ott 2006 (CEST)

Intanto ho aggiunto alla pagina principale [1] il link a Aiuto:Come citare Wikipedia, pagina ancora un po' "tecnica", che andrebbe resa un poco più user-friendly. Se pensate che sia una mossa eccessiva, sentitevi liberi di fare un rollback. --Paginazero - Ø 08:23, 10 ott 2006 (CEST)
mi sembra una buona aggiunta, per nulla eccessiva, ma anzi utile. In fondo (credo di non sbagliare) farsi copiare, anche dai giornal, è una esplicita funzione (o ambizione) di wikipedia (a che pro altrimenti parlare di contenuti liberi), però questa copia deve essere fatta rispettando rigorosamente la licenza d'uso. --Nanae 14:00, 10 ott 2006 (CEST)
Ricordo anche questo caso di qualche giorno orsono, ovvero come un nostro articolo sia stato utilizzato per completare un articolo del sito dell'Aeronauitca Militare Italiana. La cosa "divertente" è che hanno preferito usare le foto di wiki, piuttosto che quelle dei loro archivi^^ Wikipedia:Bar/Discussioni/Sito Aeronautica Militare Italiana --Il palazzo ^Posta Aerea^ 09:48, 10 ott 2006 (CEST) PS sono per i toni più soft possibili

Toni più morbidi (o sottoparagrafo tecnico)Modifica

Favorevolissimo anch'io ad un ammorbidimento dei toni: esser duri rischia di tagliarci le gambe con i giornalisti e l'accusa che portiamo avanti è non sempre verificabile e dimostrabile (talvolta ci sbagliamo pure) e soprattutto non potremmo reggere ad una controaccusa (i copyviol li abbiamo, temo pure tanti, per quanti sforzi si facciano).
Propongo quindi di cominciare con il tagliare questa frase:

La presente è volta ad invitarvi ad evitare il prosieguo di questo tipo di pratica che, da un lato, non rende onore a chi, con passione ed abnegazione, contribuisce giornalmente allo sviluppo di Wikipedia e che, dall'altro, mina la vostra correttezza e professionalità.
decisamente accusatoria. Ma non nego preferirei ricominciare daccapo e procedere passo passo.
piero tasso 10:54, 10 ott 2006 (CEST)
Altre considerazioni:
lettera dovrebbe focalizzarsi sulla tutela del contenuto libero da parte degli autori, che sono i legittimi detentori del copyright; quindi Wikipedia c'entra solo in quanto ci scriviamo dentro, non in quanto sono suoi o di tutti noi i testi;
la WMI potrebbe secondo me essere usata (con delicatezza) in quanto come soci siamo interessati a far sì che il materiale resti libero: se il testo in GFDL viene poi incluso in testi © nei giornali ne è danneggiato il sapere libero (es non casuale: se "passa a copyrighted" tutta la voce sulla Battaglia di Lepanto, l'unico testo libero in lingua italiana su quello specifico argomento viene perduto, messa in questi termini non mi piace affatto). Ma con cautela, altrimenti nulla.
A me basta (e avanza) una citazione degli autori nel caso di parti copiate in tronco; oppure un link alla voce di Wikipedia nel caso di copie con un minimo di rielaborazione (link alla cronologia, serebbe l'ideale visto che sono lì gli autori);
nel caso di simil-copie, dove evidentemente l'autore si è ispirato a wikipedia per scrivere il pezzo, non si dice nulla: lo facciamo anche noi, i concetti sono copiabilissimi.
piero tasso 11:05, 10 ott 2006 (CEST)

Giusto perchè sia evidente, e possa essere stigmatizzata la cospirazione fascio-catto-comunista-democratica-pluto-giudaica-interista-ciattarola, riporto la proposta di lettera scritta dal sottoscritto e piero in altro luogo.

«Gentili signori ci è parso che abbiate usato la pagina [[<argomento>]] per la costruzione dell'articolo [[2]]. Se poteste confermarcelo potremmo ufficializzare la buona notizia alla community di wikipedia. Il nostro scopo è essere utili e considerati affidabili e saremmo felici se ci confermaste di essere stati considerati tali nel caso specifico. Vi ricordiamo inoltre che ai sensi della licenza GFDL tutto il testo presente in Wikipedia è liberamente utilizzabile, con la richiesta di citare gli autori orginali nel caso venga copiato; un pratico modo per citare gli autori è quello di linkare la "cronologia" della pagina in questione (esempio) Cordiali Saluti (firme)»

Draco "Quoto Tyl" Roboter 11:06, 10 ott 2006 (CEST)

Concordo sul fare "mente-locale" e un po' di cosiddetto brainstorimng... Nessun problema per chi, comprensibilmente, ha ritirato la firma in attesa di chiarimenti.
Io, onestamente, utilizzerei un tono morbido ma senza esagerare. Visto che Draco ha inserito un'email da lui spedita ne aggiungo una che ho spedito ieri ricevendo risposta 25 min. dopo:

«Gentili responsabili,

vi scrivo poichè ho notato che all'indirizzo XYZ è presente una definizione del termine "Motore di Ricerca" che è in toto ricalcata da quella da me pubblicata alla pagina "http://it.wikipedia.org/wiki/Motore_di_ricerca". Vorrei ricordarvi che per non incorrere in una violazione di copyright è necessario citare la fonte (it.wikipedia.org). I testi su Wikipedia, infatti, sono tutti rilasciati sotto licenza GFDL. Tale licenza permette il libero riutilizzo e anche la vendita purché si citi la fonte, in caso contrario, come detto, si incorre in violazione di copyright. Confidando nella vostra professionalità, ringrazio e porgo gentili saluti.

(firmato semplicemente: Lucas)»

Il risultato è stato che nel giro di mezz'ora ho ricevuto le gentili scuse e l'inserimento della riga "fonte: wikipedia.org" sul sito. Stessa cosa mi è capitata in passato più volte. Conosco abbastanza bene il settore dell'editoria giornalistica e i problemi che molte testate, giustamente, si fanno a proposito del copyright. Io credo che una lettera pacata, gentile (anche più della mia), ma precisa e sicura possa ottenere buoni risultati. In fondo spesso qua su wikipedia lavoriamo gratis per persone che copiano i testi e che per il lavoro che fanno sono pure pagate (magari poco, ma pagate). Credo sia giusto far notare la violazione di copyright, con gentilezza, ma farlo notare senza dubbi e senza porsi subito in tono di scusa... In linea generale, comunque, concordo con Piero Tasso. --Lucas 12:18, 10 ott 2006 (CEST) ps: giusto per chiarirci sui modi... Una volta che il testo avesse raggiunto una forma ed uno scopo condiviso, avvertirò i vari firmatari con un messaggio in discussione di ridare un'occhiata alla versione definitiva.
Concordo con la tua posizione (lettera pacata, cortese, ma chiara e precisa) e visto il post scriptum reinserisco la mia firma nell'appello --Nanae 14:00, 10 ott 2006 (CEST)

Ok! 'tanto vediamo un po' di chiarire una cosa. --Lucas 14:43, 10 ott 2006 (CEST)

Chi sono i destinatari? Chi sono i mittenti?Modifica

DestinatariModifica

Allora. Io penso che la soluzione più mirata sia quella di scrivere una lettera che sia adattabile ai vari episodi semplicemente inserendo l'url della voce di wikipedia copiata e l'url del sito "copiante" (o altre indicazioni nel caso di pubblicazione cartacea). In pratica: una lettera aperta ma modificabile ed inviabile a specifici destinatari di volta in volta, in modo da fare un'operazione un po' più mirata. Al contempo la medesima lettera la si può spedire a varie agenzie di stampa e redazioni in forma preventiva, nella forma di "lettera aperta" (e cioè anche senza uno specifico episodio di copiatura documentato).

MittentiModifica

Io dividerei i firmatari con la seguente gerarchia: 1. firmati con nome e cognome facenti parte di Wikimedia. 2. firmati con nome e cognome. 3. firmati col solo nome utente. Infine per l'invio utilizzerei, se possibile, un'email di wikimedia (qualcosa@wikimedia.it), in modo da dare un minimo di affidabilità alla lettera e dimostrare che si tratta di un'espressione condivisa dagli utenti di wikipedia. Tutto ciò, naturalmente, a patto che il numero di firmatari sia ragionevolmente elevato. --Lucas 14:43, 10 ott 2006 (CEST)

distinguerei: una lettera aperta (generica) la lascerei (forse priva degli esempi concreti) a firme aperte; mentre penserei poi ad una mail da inviare alle redazioni con i singoli e specifici casi (quando si verificano), firmata dai soli autori principali della voce (esclusi bot e correttori di virgole, per intenderci) --piero tasso 15:50, 10 ott 2006 (CEST)
Sono contrario all'invio di lettere di questo tipo con mittente "@wikimedia.it", ripeto che - tra l'altro - promuovere non significa assumere diritti su qualcosa, che io sappia l'Associazione WMI non vanta alcun diritto sui contenuti di Wikipedia o dei suoi progetti. --M/ 16:02, 10 ott 2006 (CEST)

D'accordo con piero, niente esempi specifici nella lettera aperta. D'accordo anche con M/, l'associazione non è responsabile dei contenuti. --Paginazero - Ø 18:12, 10 ott 2006 (CEST)

Mi sento bold: tolgo e archivio. Draco "Quoto Tyl" Roboter
Togli e archivi gli esempi specifici? +1! --Paginazero - Ø 19:03, 10 ott 2006 (CEST)

La palla agli autoriModifica

Wikipedia:Lettera_aperta_alle_redazioni/casi_dubbi

Ribadisco l'invito agli autori della Battaglia_di_Lepanto_(1571) (ad esempio i seguenti)

(qualora ravvisassero una violazione del loro diritto di autore, ma non sono certo io che posso valutare la cosa) di chiedere spiegazioni direttamente alla gionale La padania. Se fossero così gentili da comunicarci i risultati ci farebbero un favore.

Casualmente ho trovato tra le mie cose che la mail del direttore della padania è

  • direttore (at) lapadania.net

e quella dell'ansa

  • redazione.internet (at) ansa.it

Kissinger

Un sondaggio sulla lettera apertaModifica

D'accordo che non dobbiamo correre alle urne al primo spirar di vento, però, trattandosi Wikipedia:Lettera aperta alle redazioni di una cosa in namespace wp e riguardante tutta la comunità, è possibile che per decidere se mandare o meno - a nome di wp e di coloro che vi contribuiscono - tale missiva, occorra un sondaggio. Personalmente non sono contrario a priori ad una iniziativa di questo genere, però penso che se ne debba discutere maggiormente e capirne meglio e maggiormente il senso, la finalità ed anche l'utilità. La nostra realtà è composita - in termini di diritti-doveri rispetto ai copyright e ai copyleft dell'open source - e dobbiamo quindi prima capire meglio il senso del tutto. --Twice25 (disc.) 19:13, 10 ott 2006 (CEST)

Non è a nome di tutta comunità ma solo di chi firma (mi appresto a specificarlo), se non vuoi che stia sotto Wikipedia: lo metto nella mia pagina utente. Di sondaggi ultimamente ne facciamo pure troppi e dei risultati di quello da te proposto mi importa punto. Se non sei d'accordo basta che non firmi e, se noti, per ora non ho firmato neanche io. Draco "Quoto Tyl" Roboter
Sì, avrei piacere che, fino a quando la questione non sia concordata nei minimi dettagli, la pagina venisse spostata ad una pagina draft esterna al namespace Wikipedia. --Twice25 (disc.) 22:37, 10 ott 2006 (CEST)

Reclamo per copyviol?Modifica

Avendo partecipato in qualche modo alla redazione del lemma Battaglia di Lepanto e avendo visto la disinvolta maniera di agire di un giornalista di "La Padania", pur non ritenendo di potermi dire "leso" in quanto contributore (non ho mai acquisito o reclamato, evidentemente, alcun mio diritto d'autore), sarei d'accordo nell'inviare al quotidiano della Lega una lettera di protesta per il fatto che non sono state citate dal loro collaboratore le fonti del suo lavoro che riproduce quasi integralmente il contenuto del lemma anzidetto di Wikipedia. Se serve sono disposto a farlo io in una sorta di "lettere al Direttore" (non conosco come è strutturato il giornale per il semplice fatto che non appartengo nel modo più assoluto alla sua area politica) ma credo che sarebbe meglio che a intervenire fossero i nostri rappresentanti perché l'interrogativo che sensatamente si poneva KalEl è anche il mio. Posso scrivere dunque, ma sarebbe meglio che a farlo fosse ad esempio Frieda (o chi per lei). Resto in attesa di indicazioni. Fare un sondaggio mi sembra inutile. Le violazioni della correttezza professionale non hanno bisogno di essere sanzionate da una maggioranza che peraltro è impossibile da identificare. --Cloj 21:51, 10 ott 2006 (CEST)
(riapro) sarebbe conmunque utile che a conoscere il fatto fossero anche altri giornali, non direttamente collocati politicamente in campi opposti a quello della Lega, per evitare il prevedibile starnazzamento sul "complotto" o avversione ideologico-politico/a o simili. --Cloj 21:54, 10 ott 2006 (CEST)

Cloj: l'autore sei (anche) tu, Frieda non c'entra. Se hai voglia di mandare la mail se ne puo discutere sulla tua talk o sulla mia. Draco "Quoto Tyl" Roboter 22:08, 10 ott 2006 (CEST)

Il problema è che non penso proprio (come altri) di essere persona che possa far valere alcun proprio diritto d'autore. Se Frieda va in televisione a parlare della nostra Wikipedia potrebbe benissimo assumersi anche questo compito di rappresentanza.
Comunque, dato che non uso nascondermi più di tanto, ho inviato da pochissimo una mail al direttore di "La Padania", al sopracitato indirizzo. Se non succederà nulla per un paio di giorni manderò altre lettere al Corriere della Sera, alla Stampa, a La Repubblica, al Secolo XIX e al Mattino (magari anche ad altri giornali). La mail l'ho firmata con nome e cognome vero e con la mia qualifica professionale (cose tutte che qui ometto per mantenere un minimo di anonimato wikipediano). Ecco il testo:

«Egregio direttore, probabilmente non sa che un articolo comparso su "La Padania" online del giorno 7 ottobre 2006, intitolato "Il riscatto dell'Occidente", a firma Gabriella Poli, riproduce quasi integralmente (senza però avvertire il lettore) il lemma "Battaglia di Lepanto" della versione italiana di Wikipedia, di cui sono anch'io collaboratore.

Sono sicuro che anche Ella ravviserà in questo una palese defaillance. Voglio quindi sperare che il Suo giornale voglia provvedere a rettificare questa omissione, salvaguardando l'opera dell'ingegno di vari contributori, evitando così che dell'avvenuto si possano dare meno onorevoli e più severe interpretazioni.

Distinti saluti firma»

Di più al momento non saprei che fare, visto che non sono a stretto rigore persona che possa dimostrare una lesione di suoi "diritti". Ciao a tutti. Ciao e grazie a Draco Roboter per avermi avvertito. --Cloj 22:16, 10 ott 2006 (CEST)

Io inizio col ringraziare te e aggiungo che nella mia pagina utente c'e' una mail ed io sono una persona riservata. :) Draco "Quoto Tyl" Roboter
+1 a Cloj, è proprio l'idea di lettera personale che avevo pensato; --piero tasso 22:38, 10 ott 2006 (CEST)
GRAZIE a Cloj per la lettera. --Piero Montesacro 23:06, 10 ott 2006 (CEST)
OK! molto bene, grazie. :-) --Lucio silla 00:04, 11 ott 2006 (CEST)
In ritardo, ma grazie anche da parte mia. Soprattutto per esserti esposto personalmente, caro Cloj :-) --Kal - El 12:33, 11 ott 2006 (CEST)

RicapitolandoModifica

1. Si lavora sulla lettera aperta. 2. Per le lettere specifiche ognuno se la cava -eventualmente- da solo (cosa che anch'io ho già fatto e funziona piuttosto bene).

Sul fatto che la missiva debba essere spostata ad una versione draft, onestamente, non ne capisco bene il motivo: chi concorda firma, chi non concorda non firma (è un po' come chiedere che un progetto a cui non si partecipa non faccia parte del namespace principale)...

Mi domando però una cosa, una volta che venisse concordata una versione finale e che ci fosse una ragionevole quantità di firme (consideriamo che già 30 utenti in un paio di giorni non sono pochissimi), chi la manda? Domanda senza polemica, ovviamente. Naturalmente Wikimedia non ha alcun obbligo di rappresentanza, anzi. Ma credo che sarebbe nel suo stesso interesse favorire la libera circolazione del materiale con licenza GFDL, anzi, direi che è una delle sue missioni. Nel momento in cui parte delle voci viene copiata con l'introduzione di un copyright illegittimo si danneggia la filosofia stessa del progetto, a mio parere... Raccogliere l'iniziativa di un gruppo di utenti non vorrebbe dire impegnarsi in prima persona. Anzi, specifichiamo una cosa: IMHO la missiva dovrebbe essere mandata a esclusivo nome dei firmatari punto e basta, non a nome di "wikipedia" nè a nome di "wikimedia" o altro. Però l'uso di una email istituzionale è piuttosto rilevante (pur specificando che si tratta di una inizativa di utenti). Ripeto, a mio giudizio non si tratta di scagliarsi contro qualcuno, ma di cercare di far notare con pacatezza ma sincerità un costume piuttosto comune e che non rende giustizia a chi si impegna gratuitamente per wikipedia... niente crociate, solo un po' di correttezza ;-). --Lucas 04:09, 11 ott 2006 (CEST)

Vi consiglio di rileggervi le sezioni 2, 4 e 7 della gfdl: non basta la citazione. In tutti i casi, sia di copia pari e patta, modifica, o integrazione con altri lavori, il testo in GFDL va rilasciato in GFDL. Non basta la menzione "tratto da Wikipedia". Se cediamo su una cosa fondamentale come questa, ce ne può venire in pubblicità, ma almeno facciamoglielo presente. Come? Integrando una cosa del tipo

«La GFDL, al §2 richiede che il materiale GFDL utilizzato così com'è sia rilasciato con la stessa licenza, mentre al §7, che in un aggregato con altro materiale indipendente, la parte in GFDL venga comunque rilasciata sotto tale licenza. La modifica, trattata al §4, richiede anch'essa il rilascio sotto licenza GFDL. Tuttavia, sarebbe sufficiente...»

BW Insultami BWB 08:11, 11 ott 2006 (CEST)

Ha ragione BlackWolf che è necessario citare gli autori, ma se chiedessimo una cosa del genere non verremmo mai accontentati, per questo ho scritto "quantomeno la fonte". ;-) --Lucas 04:15, 12 ott 2006 (CEST)
Obiezione accolta, BW. Ho provato a recepirla, ma senza menzionare sezioni esplicite della licenza. Dici che può bastare? --Paginazero - Ø 08:41, 11 ott 2006 (CEST)

Se non ci sono ulterioni obiezioni io (stante che questa versione vorrei firmarla)

  • toglierei il tag "bozza"
  • sposterei le firme in sottopagina
  • metteri anche un link ai "casi dubbi"
  • bloccherei la parte con il testo lasciando un link alla sottopaginapagina con le firme (editabile e magari inclusa come template)
  • appena raccolte un certo nuemtro di firme pensiamo a chi manda la mail. Sono d'accordo che i mittenti debbano essere i soli firmatari e non wikipedia o wikimedia.

(sulla faccenda namespace non mi pronuncio, fate vobis)

Draco "Quoto Tyl" Roboter

Torno a ripetere: il namespace Wikipedia è un namespace rappresentativo di tutto il progetto Wikimedia. Una lettera aperta che sarà inviata ai media - a nome proprio - da un numero più o meno ristretto o allargato di utenti è una cosa che riguarda un numero più o meno ristretto o allargato di utenti, quindi non mi pare molto regolare la sovrapposizione in una pagina in namespace Wikipedia. Non riguardando tutta la comunità. Non è infatti una decisione presa comunemente. Non è una policy. Non è una decisione nostra, di tutti, ma solo di qualcuno. Almeno fino a questo momento. Vedo che si parla di togliere tag bozza: il tag {{WikiBozza}} non è neanche mai apparso; la pagina non è stata mai neanche categorizzata (invisibile ai più?). Se poi qualcuno vuole fare per conto proprio e portare avanti le proprie cose, le proprie (peraltro giuste) rivendicazioni, con fare da caterpillar, si accomodi pure. La strada è aperta. --Twice25 (disc.) 10:05, 11 ott 2006 (CEST)


Sulla questione namespace (come già detto) non mi pronuncio. Mi chiedo però cosa c'e' di non chiaro nell'avviso che campeggia in cima alla pagina

«Il contenuto di questa lettera va considerato una bozza e sta seguendo il tipico iter di revisione. Appena tale pagina sarà considerata completa questo avviso verrà tolto e questa pagina bloccata.»

Draco "Quoto Tyl" Roboter

Conflittato da Twice, non posso dargli torto. Mea culpa l'aver usato il namespace "Wikipedia" per la prima stesura. Spostare il tutto in una sottopagina utente-volenteroso mi pare cosa giusta.
Diamo tempo di esprimersi anche ad altri. Per me,nulla osta. Se "congeliamo" questa versione la firmo anch'io.
Per la spedizione, che ne dite uno "spam collettivo"? Prepariamo una lista di indirizzi di redazioni e ogni firmatario invia una copia della mail a ogni redazione... o fa troppo rompiscatole? --Paginazero - Ø 10:09, 11 ott 2006 (CEST)


Per me ok. Faccio presente che se sposto bisogna ripartire da capo con le firme. Vado? UtenteVolenteroso


Lettera spostata ad "Alcuni wikipediani:"Modifica

Ora la lettera è stata spostata in Utente:Alcuni_Wikipediani/Lettera_aperta_alle_redazioni bisogna decidere se è la versione definitiva, secondo me sì. Qualche admin volenteroso la deve poi bloccare al contempo cambiando lo strillo in alto. (meglio metterci anche una data). Dopo di che si può ri iniziare a firmare. Farlo prima non "fa senso"

Draco "Quoto Tyl" Roboter

Bella la lettera definitiva! Firmata! Per dire la mia (tardiva), credo che l'idea di spam proposta da P0 sia davvero un po' pressante... Se proprio vogliamo mandarne più di una copia, mandiamone al max quattro/cinque... Giusto per esser certi che non passi inosservata... Ah, poi credo che sia il caso di fare un rapido aggiornamento sulla questione al bar... Molti utenti che han già firmato, secondo me, non sanno che occorre firmare di nuovo (perchè si sono persi tutta la discussione degli ultimi due giorni...) - ¡Giac83! - (Tiago è qui) 20:40, 11 ott 2006 (CEST)

Ho cambiato l'avviso, avevi altre idee? Draco "Quoto Tyl" Roboter 01:25, 12 ott 2006 (CEST)

Come avevo detto sto avvertendo i vecchi firmatari che è pronta una versione definitiva... --Lucas 04:26, 12 ott 2006 (CEST)

Io toglierei il ai firmatari di questa lettera e lo sostituirei con ci: é tautologico visto che tanto i firmatari sono coloro che firmano la lettera. --Lucas 04:42, 12 ott 2006 (CEST)

Riguardo all'invio io mi limiterei a tutti i quotidiani nazionali e alle agenzie di stampa principali. Per ora nient'altro... Che ne dite? Non sono più di una quindicina di email... --Lucas 07:09, 12 ott 2006 (CEST)

Per la cronaca, BlackWolf mi ha fatto notare in talk l'esistenza di una lettera aperta su en.wiki. Ve la linko per eventuali commenti o integrazioni. --Lucas 07:28, 12 ott 2006 (CEST)

ps: diamo almeno un paio di settimane abbondanti a tutti i wikipediani di leggere la lettera ed aggiungere eventuali casi, cheddite? --Lucas 09:13, 12 ott 2006 (CEST)
Ho "firmato" anch'io (anche se non credo di essere stato "leso"); ma prevenire è meglio che curare. Per qualche mese (almeno) non posso farlo col mio nome. La lettera per me va bene così Decisa e gentile. Magari sarebbe da sottolineare la faccenda che GFDL non citata, una volta dimostrata la violzazione potenzialmente può mettere a repentaglio tutti i copyright di tutto il giornale o sito. Magari stanno ancora più attenti. Spero. Vale! --Horatius (E-pistulae) Retis Pagina 10:10, 12 ott 2006 (CEST)
Credo che il lavoro svolto sia fatto bene. Sono stati utilizzati i giusti toni affinché la lettera possa avere l'effetto sperato. C'è da dire che i giornalisti un po' più professionali, normalmente, "cucinano" i testi che reperiscono su internet (un po' come si fa con le centinaia di agenzie che giungono quotidianamente in redazione); quelli un po' più pigri/lavativi/alle prime armi tendono, invece, a copiare di sana pianta tutto ciò che trovano. Vi assicuro, comunque, che se scoperti in questo loro... lucrare, vengono decisamente redarguiti (e noi redattori stiamo molto attenti che tutto ciò che viene scritto sia farina del sacco del giornalista ma, a volte, qualche cosa sfugge). Per quanto riguarda il caso "Padania" citato poco sopra... beh chi ha scritto la lettera non si aspetti di ricevere la minima risposta: il direttore (o chi per lui) dopo averla letta, si sarà fatto quattro risate e, con uno stile degno di Michael Jordan, infilata nel primo cestino sottomano. I toni sono totalmente sbagliati e, comunque, non succederà mai (a meno di lunghe controversie legali) che venga inserita una rettifica minima (come la citazione di una fonte) quattro giorni dopo che l'articolo è uscito. Avrebbe ottenuto risultati migliori una cosa tipo: Egr. direttore, abbiamo notato che il giorno X sul quotidiano da Lei diretto, è uscito l'articolo titolato "XYZ" a firma di BJKK. La informiamo che tale articolo è stato scritto utilizzando la voce "ABC" presente su Wikipedia. Se da un lato l'essere scelti come fonte ci gratifica, poiché conferma la bontà del nostro lavoro, dall'altro ci rammarichiamo per la mancata citazione della fonte da cui il materiale è stato preso. Certi che in futuro non ci sarà più questa dimenticanza, le porgiamo disatinti saluti. Il direttore (o il capo redattore) avrebbe chiamato il giornalista (che magari, se è un collaboratore, si è fatto pure pagare il pezzo come fosse suo) e gli avrebbe dato una bella... ripassatina di quelle che sono le regole sul copyright. --Starlight · Ecchime! 01:44, 15 ott 2006 (CEST)

La lettera aperta vuole essere volutamente generica e porsi intenzionalmente come invito gentile. Nemmeno io mi aspetto che Frieda riceva una dozzina di rose rosse in segno di scuse da un direttore di giornale, né mi aspetto molto in termini concreti nell'immediato futuro. Ma se nel testo di un articolo di giornale futuro comparissero le parole magiche "...secondo l'enciclopedia on-line Wikipedia..." io personalmente mi riterrei sufficientemente soddisfatto.
Una segnalazione come le tua che scende nel dettaglio del singolo caso, possono farla e spedirla i singoli autori della voce plagiata, cosa che è già successa. Loro sì (non Wikipedia come entità collettiva) sono i veri "danneggiati". --Paginazero - Ø 14:14, 15 ott 2006 (CEST)

Aggiungo però che la segnalazione possono farla tutti e sarebbe bene che le facessero tutti ad esempio in Utente:Alcuni_Wikipediani/Lettera_aperta_alle_redazioni/Fact_list o i naltra pagina da decidere. (NB non stiamo parlando di cloni ma di utilizzo di wp sui media) Draco "Quoto Tyl" Roboter 14:18, 15 ott 2006 (CEST)

Giusto ieri sera Starlight mi ha fatto notare una cosa... c'è un utente (ma potrebbero in futuro essercene altri), che come unico edit su wikipedia ha proprio la firma a questa lettera: in pratica si è registrato appositamente (firmandosi anche con nome e cognome). Mi sorge un dubbio, in quanto "lettera aperta" lasciamo anche "aperta" la possibilità di firmare oppure mettiamo un minimo (anche sindacale, tipo 10) di edit necessario? Giusto per evitare che la cosa perda di credibilità (rischio di soketpuppet et similia). Personalmente lascerei libera anche la votazione, ma se qualcuno dopo questo post dovesse pensare "azz! non c'avevo pensato" batta un colpo e se ne discute. ;-) --Lucas 19:50, 15 ott 2006 (CEST)


Azz non c'avevo pensato. Toglilo. Alcuni Wikipediani 20:34, 15 ott 2006 (CEST)

Certo che alcuni wikipediani sono proprio poco loquaci... ;-) io onestamente lo lascerei, in fondo anche quando si raccolgono firme per strada si chiede il nome e cognome ad uno sconosciuto (che potrebbe dire un sacco di balle). --Lucas 15:05, 16 ott 2006 (CEST)
Mi spiace ma Alcuni Wikipediani è un po' un testa di vitello è l'ha già fatto. Stamattina l'ho personalmente insultato per questa ragione, ma non ha voluto sentire ragioni. Draco "Quoto Tyl" Roboter 15:29, 16 ott 2006 (CEST)
Sei una merdaccia bolda! ;-D --Lucas 15:39, 16 ott 2006 (CEST)

A parte l'amico Vitellozzo Vitelli , in effetti... una rondine non fa primavera (semmai fa polenta e osei); nel senso che finché è uno... vabbuonoaccussì; me se le firme "create" only for questa lettera iniziassero ad essere un po' più numerose... beh, allora credo dovremmo intervenire, sciogliendo i Vitelli e mandandoli a caccia delle Vitelfirme. Starlight · Ecchime! 15:54, 16 ott 2006 (CEST)

Caro Starlight, è assai probabile che tu abbia ragione circa l'inutilità della mia lettera al Direttore della Padania. Intanto però, a caldo, l'ho mandata senza attendere le calende greche e poi io sono personalmente lento a infiammarmi e portato a toni non ultimativi. Anche il discorso che tu immagini sarebbe stato migliore, a mio sommesso parere è tuttavia ottimistico. Secondo me non si sarebbe neppure in quel caso cavato un ragno dal buco. I giornali pubblicano quello che arriva loro con tono ultimativo, con puntuale riferimento alle legge sulla stampa, sono calibrate le risposte in funzione della rilevanza politico-sociale del mittente e gli si dà retta, insomma, solo in caso di larvata ma concreta minaccia legale. Il discorso è tuttavia questo: può sollevare una questione legale solo chi possa dimostrare la lesione di un personale, diretto e concreto interesse oppure chi abbia la rappresentanza di un'organizzazione, per così dire, "saccheggiata". Ecco perché parlavo di Frieda, semmai. Non mi sembra che l'anonimato tendenziale di Wiki e i contributi realizzati strutturalmente solo in parte ad un lemma possano configurare questo interesse. Tanto più che non si devono proporre materiali originali. Insomma sarebbe il caso di sentire un legale per evitare di parlare un po' fra amici al bar. Chiacchiera simpatica senz'altro ma senza grande costrutto, temo. Magari però mi sbaglio, se me lo si dimostra in punta di giurisprudenza. Ciao (a proposito, in effetti non ho ricevuto cenni di risposta dall'esimio direttore di "La Padania". Ma neppure me lo aspettavo, e non perché il giornale è quello che è o che io ritengo che sia). --Cloj 21:03, 17 ott 2006 (CEST)

Caro Cloi, innanzitutto debbo dire che questa nostra chiacchierata ha già ottenuto un risultato positivo: la creazione di una nuova voce (Vitellozzo Vitelli) da parte dell'amico Tullio che, visto il link rosso, si è affrettato a dargli un colore ben più consono a wikipedia (ovviamente non in senso politico): il bleu. In seconda battuta ti riferisco un episodio occorsomi proprio oggi in redazione: è arrivata una lettera "fuoco e fiamme" per il fatto di non aver pubblicato integralmente una smentita di ben 4 cartelle (circa 7500 battute), ovviamente con il "ricattino" finale di non acquistare più il nostro settimanale. Il direttore non ha battuto ciglio ma, essendo in un periodo di... "buonismo", ha deciso di pubblicarla (ovviamente dovutamente "emendata") come lettera, aggiungendo una risposta. Questo per dirti che attualmente i problemi dell'editoria vanno ben oltre il fatto di un articolo copiato o no o una rettifica - giusta o sbagliata che sia - da pubblicare. Però posso assicurarti che se la questione fosse posta come "collaborazione", piuttosto che come "minaccia", otterrebbe sicuramente risutati migliori. Poi, ovviamente, ognuno interpreta e agisce come meglio crede. Starlight · Ecchime! 21:31, 17 ott 2006 (CEST)
Caro Starlight, che ci siano giornali (e direttori) corretti è un qualcosa in cui voglio ancora sperare per non piombare in un disperato pessimismo sui media, inutile e forse anche pericoloso per un paese che voglia dirsi "democratico". Non intendevo dire che, sempre e comunque, bisogna strillare (io, poi, sono personalmente alieno dagli scontri... le mie ossa dolgono ancora per certi "impegni" giovanili, quasi sempre inutili e dolorosi). Un giornale può certo dare spazio al lettore in qualche modo "offeso" ma è rara avis e non sarebbe da farci troppo conto. Ma, per puro egoismo caratteriale, ho preferito non tacere, usando i miei toni, pur sapendo che difficilmente sarebbe cambiato qualcosa. Preferisco reclamare (civilmente) un mio diritto anziché sopportarne in silenzio la violazione e lo svillaneggiamento. Sono insomma di quelli che pagano sempre e comunque il biglietto dell'autobus, per intenderci, per poter berciare all'occorrenza contro il "portoghese" di turno, sopportandone i sorrisetti da furbacchione "che sa come va il mondo". Ma non credo di farlo (solo) per onestà, quanto per poter coerentemente borbottare e reclamare (senza menar troppo le mani, le cui ossa, ricordavo, mi dolgono ancora). Sono quindi del tutto d'accordo con te sul porgere la "nostra" questione come "collaborazione", figuriamoci! La mia lettera (tuttora inevasa) al quotidiano della Lega non era di minaccia ma un ottimistico tentativo di provocare un fremito deontologico nell'esimio direttore de La Padania e di sentirmi, comunque, a posto con la mia coscienza (che, come si dice con frase fatta, è mio "giudice assai severo"). Ciao, e grazie della tua risposta (atteggiamento che conto manterrai anche quando diventerai, spero, direttore). --Cloj 11:34, 18 ott 2006 (CEST)
Ho fatto qualche micro-modifica per rispettare il soggetto iniziale che è "redazione", il senso e le frasi sono immutati. --Lucas 01:41, 23 ott 2006 (CEST)

Piccolo aggiornamentoModifica

A mero titolo informativo, vi riporto uno stralcio del D.L. 262/06 riguardante le citazioni fatte da riviste e giornali:

articolo 32
1. All'articolo 65 della legge 22 aprile 1941, n. 633, dopo il comma 1, è inserito il seguente:
«1-bis. I soggetti che realizzano, con qualsiasi mezzo, la riproduzione totale o parziale di articoli di riviste o giornali, devono corrispondere un compenso agli editori per le opere da cui i suddetti articoli sono tratti. La misura di tale compenso e le modalità di riscossione sono determinate sulla base di accordi tra i soggetti di cui al periodo precedente e le associazioni delle categorie interessate. Sono escluse dalla corresponsione del compenso le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.».

Al di là del possibile compenso che, visto il tipo di licenza, comunque non ci spetterebbe; l'articolo sancisce una restrizione importante nella possibilità di "citazione" da parte dei giornali e delle riviste che, d'ora in avanti, dovranno prestare maggiore attenzione a quel che fanno. Vi ho riportato l'articolo perché, alla luce anche della nuova normativa, il comportamento di alcuni "copioni impenitenti" si configura come ancora più grave rispetto al passato.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 09:40, 23 ott 2006 (CEST)

Siamo una rivista o un giornale? --Draco "Hoka Hey!" Roboter 10:15, 23 ott 2006 (CEST)
Noi nessuno dei due, ci potremmo definire "pubblicazione" cmq in via analogica potremmo pretendere l'applicazione di questa norma; l'unico problema è che i nostri testi non sono protetti da normale copyright ma solo dalla GFDL e quindi "ciccia".--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 10:28, 23 ott 2006 (CEST)
Ma data la natura virale della GFDL, un articolo di giornale che riporta un pezzo di una voce di wikipedia è opera derivata e quindi automaticamente GFDL :) Cruccone (msg) 22:41, 23 ott 2006 (CEST)
In teoria sì.... peccato che loro non licenzino in GFDL ma semplicemente sotto copyright, un giorno potremmo ritrovarci a dover "provare" la data dei nostri inserimenti, perchè un giornale li ha riportati in un suo articolo.--Ş€ņpãİ-27 - せんぱい scrivimi 22:59, 23 ott 2006 (CEST)

«Paradossalmente, se non facciamo niente, in futuro gli stessi potrebbero denunciare noi per violazione del loro copyright. (avete presente il caso SCO-unix?)»

(DracoRoboter)

Molto più sopra... Draco "Hoka Hey!" Roboter 23:44, 23 ott 2006 (CEST)

Un nuovo caso: il Corriere.it su ChiracModifica

Su OTRS (Ticket#: 2007031210006819) è arrivata segnalazione della "somiglianza" tra un articolo del Corriere e la ns voce su Jacques Chirac. Una comparazione più approfondita con il tool java Vast (qui, qui e qui) rivela, per alcune sezioni, delle corrispondenze totali. Vogliamo mandare la famosa lettera? --Elitre (ma il copyviol è emergenza sempre) 15:45, 12 mar 2007 (CET)

Sì, prego. --JollyRoger ۩ lo sceriffo cattivo 19:38, 12 mar 2007 (CET)

Certamente - --Klaudio 19:46, 12 mar 2007 (CET)

mi associo. --valepert 20:32, 12 mar 2007 (CET)
Subito! --Jacopo (msg) 21:00, 12 mar 2007 (CET)
al volo! --yoruno sparisci sott'acqua 21:03, 12 mar 2007 (CET)
La mia firma c'é già (quella "vecchia") --Horatius -- E-pistulae 21:12, 12 mar 2007 (CET)
E la segnalassimo anche al nostro amico punto informatico ed al sole24? --Bramfab Parlami 22:16, 12 mar 2007 (CET)
Che scandalo! ;) --Luigi Vampa Chiedi a meo al mio Tutor 22:35, 12 mar 2007 (CET)
Arrabbiarci, no. Puntualizzare sì, ed informare la concorrenza della pubblicazione interessata pure, come pure puntoinformatico. Forse non ci farebbe male qualche amico nella stampa col quale mantenere un contatto stabile. --TPigr8 mi consenta... 23:06, 12 mar 2007 (CET)
Io invierei qui il testo della lettera corredato di link alla voce, agli screenshot e alle firme (potrebbe esserci un limite alla lunghezza del testo). La invio tra poco.--Elitre (ma il copyviol è emergenza sempre) 23:21, 12 mar 2007 (CET)
Done, vi farò sapere. --Elitre (ma il copyviol è emergenza sempre) 01:58, 13 mar 2007 (CET)
Firmato. Di questo passo dovremmo cominciare a scrivere le nostre voci...su noi stessi, in seguito a fama e successo derivato da un copincolla da Wikipedia alla prima pagina di un quotidiano nazionale :D --abSINthe bevimi! 08:49, 13 mar 2007 (CET)

Abbiamo avuto una risposta dal Corriere? --Bramfab Parlami 11:23, 15 mar 2007 (CET)

Ad oggi no. Pensate che dovremmo sollecitare? --Elitre (ma il copyviol è emergenza sempre) 14:42, 15 mar 2007 (CET)
A pensarci prima... bastava chiedere ai santi in paradiso: il caso è ora chiuso. --Elitre (ma il copyviol è emergenza sempre) 15:17, 4 mag 2007 (CEST)
Caso brillantemente chiuso, peccato non avere un accordo col Corriere per poter usare le loro immagini, magari semplicemente in bassa risoluzione.--Bramfab Parlami 15:35, 4 mag 2007 (CEST)