Apri il menu principale

William Drummond di Hawthornden

poeta e storico scozzese
William Drummond

William Drummond, detto William Drummond di Hawthornden (Hawthornden, 13 dicembre 1585Hawthornden, 4 dicembre 1649), è stato un poeta e storico scozzese, soprannominato il Petrarca scozzese, è stato il primo poeta scozzese a scrivere intenzionalmente in lingua inglese.

BiografiaModifica

William Drummond nacque nel castello di Hawthornden, nelle vicinanze di Edimburgo, da una ricca e colta famiglia aristocratica. Studiò alla "Royal High School" di Edimburgo e divenne dotto nelle lingue classiche, nell'ebraico, nell'italiano, nel francese e nello spagnolo. Fu considerato imitatore di Petrarca, soprattutto a causa delle forme metriche adottate; ma trasse numerosi temi dalla letteratura italiana (Torquato Tasso, Giambattista Marino, Innocenzo Ringhieri, Jacopo Sannazaro). Partigiano degli Stuart, scrisse una Storia della Scozia e alcune opere in difesa di Carlo I.

Nemico del fanatismo, è autore di una celebre massima in cui afferma l'importanza della ragione e della tolleranza:

(EN)

«He that will not reason is a bigot, he that cannot reason is a fool, and he that dares not reason is a slave.»

(IT)

«Colui che non vuole ragionare è un fanatico, colui che non sa ragionare è uno stupido, e colui che non osa ragionare è uno schiavo»

(William Drummond di Hawthornden, History of Scotland during the Reigns of the Five Jameses)

OpereModifica

In versiModifica

  • Teares on the Death of Meliades (Pianto sulla morte di Meliade), una elegia sulla morte del principe di Galles Enrico Federico Stuart (1613)
  • Poesie amorose, funebri e divine. Poems (1616)
  • Forth Feasting: A Panegyricke to the King's Most Excellent Majestie (Le gioie di Forth), 1617
  • Flowers of Sion (I fiori di Sion), (1623)
  • Polemo-Middinia inter Vitarvam et Nebernam, il poema eroicomico in latino maccheronico con termini della lingua gaelica scozzese, pubblicato anonimo nel 1684

In prosaModifica

  • History of Scotland during the Reigns of the Five Jameses (Storia della Scozia, apparsa postuma nel 1655)
  • Cypresse Grove (Il boschetto dei cipressi, una meditazione sulla morte, 1623)
  • Diario delle Conversazioni con Ben Jonson, tenuto nel 1618 e pubblicato nel 1832

BibliografiaModifica

  • L. E. Kastner (a cura di). The poetical works of William Drummond of Hawthornden: with A cypress grove. Edinburgh, London: Blackwood, 1856
  • W. M. C. Ward (a cura di). The poems of William Drummond of Hawthornden. London: G. Routledge & sons, 1894

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN6176613 · ISNI (EN0000 0001 1437 1812 · LCCN (ENn50023650 · GND (DE118638882 · BNF (FRcb10686455p (data) · NLA (EN35046126 · CERL cnp00871603 · WorldCat Identities (ENn50-023650
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie