Apri il menu principale

William Tollemache, Lord Huntingtower

politico scozzese

William Tollemache, Lord Huntingtower (19 maggio 176611 marzo 1833) è stato un politico scozzese.

Indice

BiografiaModifica

Era il figlio di John Manners, e di sua moglie, Louisa Tollemache, VII contessa di Dysart.

Il 12 gennaio 1793, è stato creato baronetto, di Hanby Hall, nella contea di Lincoln. Nel 1821, fu designato Lord Huntingtower, e ha adottato il cognome di Tollemache.

Carriera politicaModifica

Huntingtower rappresentò Ilchester (1803-1804 e 1806-1807). Ha servito come sceriffo di Leicestershire nel 1809.

 
Ritratto di Catherine Gray, di Thomas Lawrence.

MatrimonioModifica

Sposò, il 12 gennaio 1790, Catherine Rebecca Gray (?-21 marzo 1852), figlia di Francis Gray. Ebbero dodici figli:

  • Louisa Tollemache (1791-18 aprile 1830), sposò Joseph Burke, ebbero due figli;
  • Lady Catherine Camilla Tollemache (5 novembre 1792-17 marzo 1863), sposò George Sinclair, ebbero tre figli;
  • Lady Emily Frances Tollemache (1793-1864);
  • Lionel Tollemache, VIII conte di Dysart (18 novembre 1794-23 settembre 1878);
  • Felix Thomas Tollemache (16 febbraio 1796-5 ottobre 1843), sposò Sarah Peters, ebbero due figli;
  • Arthur Caesar Tollemache (1 settembre 1797-1 aprile 1848), sposò Catherine Scheppers, ebbero quattro figli;
  • Caroline Tollemache (1799-1825);
  • Lady Catherine Octavia Tollemache (1800-1878);
  • Hugh Tollemache (19 settembre 1802-2 marzo 1890), sposò Matilda Hume, ebbero dieci figli;
  • Frederick Tollemache (16 aprile 1804-2 luglio 1888), sposò in prime nozze Sarah Maria Bomford, non ebbero figli, e in seconde nozze Isabella Anne Forbes, ebbero una figlia;
  • Algernon Tollemache (24 settembre 1805-16 gennaio 1892), sposò Frances Louisa Tollemache, non ebbero figli;
  • Lady Laura Maria Tollemache (1807-12 luglio 1888), sposò James Grattan, non ebbero figli.
 
Le tre grazie di James Gillray, si pensa che siano Louisa, Emily e Catherine Tollemache[1]

MorteModifica

Il 7 marzo 1833 venne colpito da un ictus, morendo l'11 marzo[2].

NoteModifica

  1. ^ The graces in a high wind - A scene taken from nature, in Kensington Gardens, University of Princeton, 1809. URL consultato il 29 novembre 2013.
  2. ^ Obituaries, in The Gentleman's Magazine, 1833, pp. 369–370. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie