Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Yucca
Yucca gloriosa-01.jpg
Albero di Yucca gloriosa
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Agavaceae
Genere Yucca
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Asparagaceae
Sottofamiglia Agavoideae
Specie

vedi testo

Yucca (in italiano anche iucca) è un genere di piante facente parte della famiglia Agavaceae, originario delle regioni a clima tropicale secco, come Messico, California e Caraibi, conosciuto come fiore nazionale di El Salvador.

Indice

DescrizioneModifica

Comprende più di 30 specie di alberi e arbusti che in natura raggiungono anche i 15–20 m di altezza ma negli ambienti domestici non superano i 2 m; hanno il fusto robusto, cilindrico, spesso a portamento arboreo, poco ramificato, che porta folti ciuffi di foglie lineari, persistenti, dure e generalmente spinose all'apice; i fiori sono generalmente piccoli, raramente grandi, di colore bianco o crema, sono penduli e solitamente riuniti in grandi pannocchie terminali.

TassonomiaModifica

UsoModifica

 
Yucca gloriosa in vaso di terracotta

La specie più coltivata come pianta ornamentale è la Y. gloriosa, dalla fioritura estiva di fiori di colore bianco-candido, campanulati e riuniti in un'alta spiga, che supera facilmente i 2–3 m anche se coltivata in vaso; la Y. australis ha portamento arboreo, la Y. elephantipes si presta alla coltivazione in vaso, mentre le specie Y. aloifolia e Y. arborescens originarie della California, Louisiana e Messico, hanno un prevalente interesse nell'industria cartaria, che utilizza la pasta cellulosica ottenuta dalle foglie per la fabbricazione di materiale cartaceo.

Metodi di coltivazioneModifica

Se coltivata in piena terra preferisce le zone dal clima marittimo, anche se può crescere nel Nord Italia in posizioni riparate dal gelo.

Richiede esposizione soleggiata, terreni asciutti e senza ristagno d'acqua.

Le piante coltivate in vaso richiedono ambienti caldi e luminosi, concimazioni liquide poco frequenti, annaffiature controllate d'estate e diradate d'inverno, si rinvasa o rinterra ogni primavera, usando terriccio universale.

Si moltiplica per mezzo di talee di segmenti di tronco, divisione dei polloni basali, o più difficilmente con la semina in vasi o cassette e successivo trapianto a dimora.

Galleria d'immaginiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica