Apri il menu principale

Zootoca vivipara

specie di animale della famiglia Lacertidae

DistribuzioneModifica

In Italia è diffusa con continuità sulle Alpi Centro-orientali mentre più sporadica e localizzata in quelle Centro-occidentali. In Lombardia la distribuzione della specie è prevalentemente alpina, la sua popolazione appare più omogenea nei distretti montani della Val Camonica e dell'alta Val Seriana. Per quanto riguarda la distribuzione altitudinale in Lombardia la specie è stata rinvenuta tra i 10 e i 2600 m s.l.m. Le stazioni della pianura padano-veneta sono dovute a relittismo glaciale.

BiologiaModifica

Specie marcatamente microterma. La femmina partorisce una volta l'anno piccoli completamente formati e avvolti da una sottile membrana semitrasparente. Nelle Alpi Orobie e nel parco dell'Adamello la specie occupa ambienti di torbiera, rhodorovaccineti e pascoli umidi; più raramente si osserva in ambienti carsici. Nelle zone montuose è attiva da fine aprile a ottobre.

RiproduzioneModifica

È chiamata "vivipara" (sarebbe più corretto dire ovovivipara) perché le uova si schiudono nel momento in cui la femmina partorisce queste uova. Tuttavia questa specie presenta anche popolazioni con modalità riproduttiva ovipara, come ad esempio la sottospecie Zootoca vivipara carniolica (ora considerata specie a sé stante con il nome di Zootoca carniolica), distribuita in Nord Italia, Austria, Slovenia e Croazia, e la sottospecie Zootoca vivipara louislantzi, in Spagna, sulla catena montuosa dei Pirenei.[2]

Status e problemi di conservazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Zootoca vivipara, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ a b Zootoca vivipara, su The Reptile Database, Zoological Museum Hamburg. URL consultato il 14 novembre 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4334545-1
  Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili