Zophopetes dysmephila

specie di insetto
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Zophopetes dysmephila
Zophopetes dysmephila, volwassene, Pretoria, a.jpg
Zophopetes dysmephila
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Lepidoptera
Sottordine Glossata
Infraordine Heteroneura
Divisione Ditrysia
Superfamiglia Papilionoidea
Famiglia Hesperiidae
Sottofamiglia Hesperiinae
Genere Zophopetes
Specie Z. dysmephila
Nomenclatura binomiale
Zophopetes dysmephila
(Trimen, 1868)
Sinonimi

Pamphila dysmephila
Trimen, 1868

Zophopetes dysmephila (Trimen, 1868) è un lepidottero appartenente alla famiglia Hesperiidae, diffuso nel continente africano.[1]

DescrizioneModifica

È una farfalla dall'aspetto robusto dalla colorazione marrone. Le ali anteriori presentano un margine bianco e tre piccole macchie dello stesso colore sul lato superiore; il lato inferiore delle ali posteriori ha invece delle macchie nere. Le antenne hanno l'apice ricurvo. L'apertura alare misura circa 4-4,5 cm. Il periodo di volo è il crepuscolo.

BiologiaModifica

La larva non è mai stata descritta ma è certo che si sviluppi sulle palme, e specialmente su quella da datteri (Phoenix dactylifera).

Distribuzione e habitatModifica

È diffusa in buona parte dell'Africa subsahariana; l'areale si estende dal Sudafrica all'Eritrea e al Senegal. Vive nelle pianure e si può trovare nelle foreste, lungo le rive dei fiumi e nelle savane.

TassonomiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Zophopetes, Sito di Markku Savela

BibliografiaModifica

  • David Carter, Farfalle e falene - Guida fotografica a oltre 500 specie di farfalle e falene di tutto il mondo, Dorling Kindersley, ISBN 88-88666-70-2

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica