Ženskij volejbol'nyj klub Dinamo Moskva

squadra di pallavolo russa
Ženskij volejbol'nyj klub Dinamo Moskva
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Libero
Colori sociali 600px Azzurro scuro bordato con D azzurro.png Bianco-Azzurro
Dati societari
Città Coat of Arms of Moscow.svg Mosca
Nazione Russia Russia
Confederazione CEV
Federazione VFV
Campionato Superliga
Fondazione 1926
Scioglimento 1992
Rifondazione 2004
Presidente Russia Evgenij Lovyrev
Allenatore Russia Aleksandr Sukomel
Impianto USZ Družba
(3 500 posti)
Sito web vldinamo.ru/
Palmarès
Shield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svgShield of the European Union.svg
Titoli nazionali 14 campionati sovietici
6 campionati russi
Trofei nazionali 4 Coppe dell'Unione Sovietica
4 Coppe di Russia
2 Supercoppe russe
Trofei internazionali 11 Coppa dei Campioni/Champions League
Si invita a seguire le direttive del Progetto Pallavolo

La Ženskij volejbol'nyj klub Dinamo Moskva (in russo "женский волейбольный клуб Динамо Москва") è una società pallavolistica femminile russa con sede a Mosca: milita nel campionato di Superliga.

StoriaModifica

La Ženskij volejbol'nyj klub Dinamo Moskva nasce nel 1926 all'interno della polisportiva Dinamo Mosca. Dopo la nascita del campionato sovietico il club impiega oltre un decennio prima di iniziare ad imporsi, diventando per la prima volta campione nazionale nel 1947. A questo successo fanno seguito due terzi posti ed un secondo posto, sempre alle spalle della Lokomotiv Mosca. A questi anni risale il dualismo con l'altra squadra moscovita, in cui le due squadre si giocano la vittoria del campionato per ben cinque stagioni consecutive, che vedono trionfare la Dinamo in quattro occasioni. Nel 1957 le due squadre si contendono nuovamente il campionato, ma a vincere questa volta è la Lokomotiv; nella stagione successiva la Dinamo arriva seconda dietro alla Lokomotiv, rinominata come Metrostroj. Decisamente migliore la situazione nella Coppa dell'Unione Sovietica, che vede trionfare la Dinamo tre volte nelle prime quattro edizioni.

Dopo la vittoria di altri due campionati nel 1960 e nel 1962, la Dinamo cede il passo ad un'altra squadra di Mosca, il CSKA Mosca. In ambito europeo inizia il dominio in Coppa dei Campioni: ben undici vittorie in diciassette anni, fra cui la prima edizione. Tra la fine degli anni sessanta e l'inizio degli anni settanta la Dinamo vince cinque campionati, mettendosi alle spalle le due rivali concittadine. Nel 1977 vince il tredicesimo campionato sovietico, dopo il quale, però, viene oscurata dall'ascesa dell'Uraločka, che riesce a superare solo nel 1983, conquistando il quattordicesimo ed ultimo campionato sovietico, un anno dopo la quarta vittoria della coppa nazionale. Verso la fine degli anni ottanta la squadra incappa in un periodo di declino che porta alla retrocessione al termine della stagione 1988-89 e addirittura alla chiusura del club nel 1992.

Nel 2004 la Dinamo riprende la propria attività disputando subito il massimo campionato russo e raggiungendo la finale, ma deve cedere alla quattordicesima vittoria consecutiva dell'Uraločka. L'annata successiva, però, arriva la prima vittoria del campionato nazionale, ottenuta sconfiggendo in finale lo Zareč'e Odincovo, e la prima finale europea dopo i fasti dell'epoca sovietica: in Top Teams Cup viene tuttavia sconfitta dall'Asystel.

Nella stagione successiva la formazione moscovita si conferma campione di Russia battendo in finale i rivali cittadini del CSKA Mosca e raggiunge la finale di Champions League, dove però ha la meglio il Bergamo; anche in finale di Coppa di Russia la squadra deve accontentarsi del secondo posto. Le tre stagioni successive sono segnate in campionato dal dualismo con lo Zareč'e Odincovo: i due club si affrontano in tre finali consecutive di campionato, che vedono uscire la Dinamo sconfitta per due volte e campione nella stagione 2008-09, quando la squadra raggiunge nuovamente la finale di Champions League ma deve ancora una volta inchinarsi al Bergamo. Nel 2009 arriva però la prima vittoria della coppa nazionale, trionfo che verrà replicato anche nel 2011 e nel 2013.

A partire dalla stagione 2010-11 inizia il dominio in campionato della Dinamo-Kazan che si protrae per un lustro durante il quale le moscovite devono accontentarsi in tutte e cinque le edizioni della piazza d'onore.

Nell'annata 2015-16 la Dinamo torna al successo aggiudicandosi il quarto campionato russo della sua storia ed iniziando a propria volta un ciclo di vittorie in campo nazionale: le moscovite si confermano campionesse di Russia anche nei campionati 2016-17 e 2017-18 e vincono anche le prime due edizioni della Supercoppa russa, tornando dopo cinque anni anche al successo in Coppa di Russia.

Rosa 2018-2019Modifica

Nome Ruolo Data di nascita Nazionalità sportiva
1 Anna Cokur S 2 aprile 1984   Russia
2 Dar'ja Talyševa L 16 ottobre 1991   Russia
3 Ekaterina Efimova C 3 luglio 1993   Russia
5 Alena Hendzel C 21 settembre 1984   Russia
6 Jana Ščerban' S 6 settembre 1989   Russia
7 Ekaterina Romanenko L 23 dicembre 1993   Russia
8 Natal'ja Gončarova   O 1º giugno 1989   Russia
9 Dar'ja Stoljarova O 29 marzo 1990   Russia
11 Ekaterina Bogačëva C 2 gennaio 1990   Russia
12 Marina Šešenina P 26 giugno 1985   Russia
13 Irina Fetisova C 7 settembre 1994   Russia
14 Anna Lazareva O 31 gennaio 1997   Russia
15 Natal'ja Chodunova S 1º luglio 1992   Russia
16 Helena Havelková S 25 luglio 1988   Rep. Ceca
18 Maja Ognjenović P 6 agosto 1984   Serbia

PalmarèsModifica

1946-47, 1950-51, 1952-53, 1953-54, 1954-55, 1959-60, 1961-62, 1969-70, 1970-71, 1971-72,
1972-73, 1974-75, 1976-77, 1982-83
2005-06, 2006-07, 2008-09, 2015-16, 2016-17, 2017-18
1949-50, 1950-51, 1952-53, 1981-82
2009, 2011, 2013, 2018
2017, 2018
1960-61, 1962-63, 1964-65, 1967-68, 1968-69, 1969-70, 1970-71, 1971-72, 1973-74, 1974-75,
1976-77

Collegamenti esterniModifica