Ṭāʾ

(Reindirizzamento da ط)

Ṭāʼ (in arabo طاء? /tˁɑ:ʔ/) è la sedicesima lettera dell'alfabeto arabo. Nella numerazione abjad essa assume il valore 9.

Origine

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'alfabeto arabo.

Questa lettera deriva secondo alcuni da   dell'alfabeto nabateo, secondo altri da ܛ dell'alfabeto siriaco. In ogni caso deriva da teth dell'alfabeto aramaico ( ), che nacque dalla teth dell'alfabeto fenicio ( ).

Fonetica

modifica

Si tratta di una delle quattro consonanti (ظ, ط, ض, ص) dette enfatiche dall'arabistica tradizionale; la linguistica utilizza invece il termine faringalizzate, perché la radice della lingua comprime la faringe durante la pronuncia della consonante. Foneticamente corrisponde alla occlusiva alveolare sorda faringalizzata ([tˁ]). La presenza delle quattro consonanti enfatiche comporta inoltre uno scurimento della vocale cui sono associate a causa di un fenomento di assimilazione. Molto evidente è l'assimilazione della vocale di timbro a che viene attratta nella pronuncia posteriore fino a diventare /ɑ/ o /ɒ/.

Scrittura e traslitterazione

modifica

Ṭāʼ viene scritta in varie forme in funzione della sua posizione all'interno di una parola:

Forma isolata Forma finale Forma intermedia Forma iniziale
ـط… …ـطـ… …طـ

Nella traslitterazione dall'arabo è comunemente associata a .

Sintassi

modifica

Ṭāʼ è una lettera solare. Ciò significa che quando ad una parola che inizia con questa lettera bisogna anteporre l'articolo determinativo (ال alif lām, al), è necessario pronunciarlo come se al posto della lettera lām ci fosse una seconda ṭāʼ.

Altri progetti

modifica
  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica