Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi KAF.
22-Kāf.png
Lettre 22 kâf.gif

Kāf (in arabo: كاف/kæ:f/) è la ventiduesima lettera dell'alfabeto arabo. Nella numerazione abjad essa assume il valore 20 (questa numerazione si basa infatti sull'antico ordine delle lettere nell'alfabeto semitico nordoccidentale, dove Kāph era la undicesima lettera e assumeva quindi il valore della seconda decina, dopo la decima, yod, che valeva 10).

Indice

OrigineModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'alfabeto arabo.

Questa lettera deriva secondo alcuni da   dell'alfabeto nabateo, secondo altri da ܟܟ dell'alfabeto siriaco. In ogni caso deriva da kaph dell'alfabeto aramaico ( ), che nacque dalla kaph dell'alfabeto fenicio ( ), generata dalla kap dell'alfabeto proto-cananeo ( ).

FoneticaModifica

Foneticamente corrisponde alla occlusiva velare sorda (k). Per questo motivo è assimilabile alla c dura dell'alfabeto latino (ad esempio la c in cane).

Scrittura e traslitterazioneModifica

Kāf viene scritta in varie forme in funzione della sua posizione all'interno di una parola:

Forma isolata Forma finale Forma intermedia Forma iniziale
ـك… …ـکـ… …کـ

Nella traslitterazione dall'arabo è comunemente associata a k.

SintassiModifica

Kāf è una lettera lunare. Ciò significa che quando ad una parola che inizia con questa lettera bisogna anteporre l'articolo determinativo (ال alif-lām al), esso non subirà alcuna modifica.

Ad esempio: كتاب kitāb "libro", diventa ﺍﻟﻜتاب, al-kitāb "il libro", che si pronuncia [al'kita:b].

Altri progettiModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica