167P/CINEOS

cometa
Cometa
167P/CINEOS
Stella madreSole
Scoperta10 agosto 2004
ScopritoreCINEOS
Designazioni
alternative
2004 PY42
Parametri orbitali
(all'epoca 26 febbraio 2005[1])
Semiasse maggiore16,1648 UA
Perielio11,783 UA
Afelio20,547 UA
Periodo orbitale64,99 anni
Inclinazione orbitale19,12°
Eccentricità0,2711
Longitudine del
nodo ascendente
295,828°
Argom. del perielio343.673°
Ultimo perielio11 aprile 2001
Prossimo perielio21 marzo 2066[2]

167P/CINEOS è una cometa periodica del Sistema solare. Prende il suo nome dal CINEOS, un programma italiano di ricerca di asteroidi near-Earth condotto dall'Osservatorio Astronomico di Roma dalla Stazione osservativa di Campo Imperatore con un telescopio Schmidt di 60 cm.

La cometa è stata inizialmente identificata come un asteroide del gruppo dei Centauri il 10 agosto 2004 dai membri del team CINEOS, Andrea Boattini, Fiore De Luise e Andrea Di Paola[3] e denominato 2004 PY42; nel giugno 2005 gli astronomi americani William Romanishin e Steven C. Tegler osservarono che l'oggetto aveva una chioma e che quindi era in effetti una cometa[4][5], in seguito a questa scoperta l'oggetto è stato ridenominato 167P/CINEOS.

L'orbita della cometa è compresa tra quelle dei pianeti Saturno e Urano. La cometa ha avuto un incontro ravvicinato con Saturno nel gennaio 1873 e ne avrà uno con Urano a fine giugno - inizio luglio 2038.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

V · D · M
 

Precedente: 166P/NEAT      Successiva: 168P/Hergenrother


Grande Cometa con m < 0 : C/390 Q1C/1132 T1C/1532 R1C/1556 D1C/1664 W1C/1665 F1C/1975 V1C/1995 O1
con m < -2 : HalleyC/1402 D1C/1471 Y1C/1577 V1C/1743 X1C/1843 D1C/1882 R1C/2006 P1
Famiglie cometarie Comete halleidiComete giovianeComete della fascia principaleComete quasi-HildaCometa interstellare
Studio STRUTTURA: Nucleo · Chioma · CodaESPLORAZIONE: 9P/Tempel · 67P/Churyumov-Gerasimenko
Altro Cometa periodica (SOHO) • Cometa non periodicaCometa radente (di Kreutz) • Cometa estintaCometa perduta (Shoemaker-Levy 9)
  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare