Accordo di Sunningdale

L'Accordo di Sunningdale (in inglese "Sunningdale Agreement") è stato un tentativo di porre fine al periodo noto come "The Troubles" in Irlanda del Nord costringendo gli unionisti a condividere il potere con i nazionalisti. L'accordo è diviso in tre parti: un'Assemblea dell'Irlanda del Nord eletta, un esecutivo dell'Irlanda del Nord condiviso tra i due gruppi e il Consiglio d'Irlanda, su entrambi i lati del confine tra l'Irlanda del Nord e la Repubblica irlandese. L'accordo fu firmato presso il Civil Service College (ora National School of Government) a Sunningdale Park (Berkshire, Inghilterra), il 9 dicembre 1973. L'opposizione unionista, la violenza del Provisional IRA e infine gli scioperi lealisti hanno contrastato l'accordo nel maggio 1974.

Accordo di Sunningdale
Troubled Images Exhibition, Belfast, August 2010 (03).JPG
Un poster unionista del 1974.
Tipotrattato bilaterale
ContestoRisoluzione del Conflitto nordirlandese
Firma9 dicembre 1973
LuogoSunningdale
Scadenza1974 (fallimento dell'accordo)
PartiRegno Unito Regno Unito
Irlanda Irlanda
NegoziatoriRegno Unito Edward Heath
Irlanda Liam Cosgrave
Irlanda del Nord Partiti favorevoli dell'Irlanda del Nord
(SDLP-APNI-UUP)
voci di trattati presenti su Wikipedia
Arte pubblica commemorativa dello '"Sciopero dell'Ulster Workers Council" del 1974 come parte di un murale più grande su Ballysillan Road, Belfast

Collegamenti esterniModifica