Adriana Behar

giocatrice di beach volley brasiliana
Adriana Brandão Behar
Adriana behar.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 180 cm
Peso 64 kg
Beach volley Volleyball (beach) pictogram.svg
Carriera
Tornei internazionali FIVB
Anni Partner Tornei
Legenda
Anni: anche non consecutivi di sodalizio col partner;
Tornei: numero dei tornei internazionali FIVB (Giochi olimpici, campionati mondiali e tappe del world tour/world league) disputati e vinti a livello senior.
Palmarès
Giochi olimpici 2000 0 1 0
Giochi olimpici 2004 0 1 0
Giochi panamericani 1999 1 0 0
Mondiali 1999 1 0 0
Mondiali 2001 1 0 0
Mondiali 2003 0 1 0
Mondiali 1997 0 0 1
Goodwill Games 1998 1 0 0
Goodwill Games2001 0 1 0
World tour - classifica finale 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 25 agosto 2012

Adriana Brandão Behar (Rio de Janeiro, 14 febbraio 1969) è un'ex giocatrice di beach volley brasiliana, campionessa, in coppia con Shelda Bede, di due edizioni consecutive dei campionati mondiali, a Marsiglia nel 1999 e a Klagenfurt nel 2001.

CarrieraModifica

Di origine ebraico-libanese, [1], si è orientata verso il beach volley nel 1993, dopo aver giocato nella nazionale femminile brasiliana di pallavolo indoor. In coppia con Shelda Bede, ha vinto più di 30 tornei internazionali di beach volley, oltre a due medaglie olimpiche[2][3][4][5] Insieme, hanno più di 1.000 partite e 114 titoli[6].

In coppia con Shelda Bede ha vinto due medaglie d'argento ai Giochi olimpici estivi di Sydney nel 2000 e Atene nel 2004[7][8], una medaglia d'oro ai Giochi panamericani, quattro medaglie ai Campionati mondiali: oro nel 1999 a Marsiglia e nel 2001 a Klagenfurt, argento nel 2003 a Rio de Janeiro e bronzo 1997 a Los Angeles.

E' l'unica atleta brasiliana nella International Jewish Sports Hall of Fame,[9] accanto a leggende sportive mondiali come il nuotatore americano Mark Spitz[10] e l'ex pilota di Formula 1 Jody Scheckter[11].

NoteModifica

  1. ^ Paul Taylor, Jews and the Olympic Games: The Clash Between Sport and Politics: with a .., 2004, ISBN 978-1-903900-87-1. URL consultato il 25 maggio 2014.
  2. ^ Peter S Horvitz, The Big Book of Moroccan Jewish Sports Heroes: An Illustrated Compendium of Sports History and the 150 Greatest Jewish Sports Stars, pg 198, SP Books, 2007, p. 295, ISBN 1-56171-907-2.
  3. ^ Robert Wechsler, Day by Day in Jewish Sports History, pg 206, KTAV Publishing House, Inc., 2007, p. 404, ISBN 0-88125-969-1.
  4. ^ Robert Wechsler, Day by Day in Jewish Sports History, pg 238, KTAV Publishing House, Inc., 2007, p. 404, ISBN 0-88125-969-1.
  5. ^ Paul Taylor, Jews and the Olympic Games: the clash between sport and politics: with a complete review of Jewish Olympic medallists, pg 224, Sussex Academic Press, 2004, p. 268, ISBN 1-903900-87-5.
  6. ^ ADRIANA BEHAR, su voleibrasil.org.br, Confederação Brasileira de Volei. URL consultato il 10 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016). (PT)
  7. ^ Shelda Bede profile, su bvbinfo.com, Beach Volleyball Database. URL consultato il 25 settembre 2013.
  8. ^ Shelda Bede profile, su volleyballmag.com, Volleyball Magazine. URL consultato il 25 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2013).
  9. ^ ADRIANA BRANDAO BEHAR, su jewishsports.net, International Jewish Sports Hall of Fame. URL consultato il 10 agosto 2015.
  10. ^ MARK SPITZ, su jewishsports.net, International Jewish Sports Hall of Fame. URL consultato il 10 agosto 2015.
  11. ^ JODY SCHECKTER, su jewishsports.net, International Jewish Sports Hall of Fame. URL consultato il 10 agosto 2015.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica