Aelle II di Northumbria

sovrano del Regno di Northumbria nella metà del IX secolo d.C.
Ælle II
Ragnar Lodbroks död by Hugo Hamilton.jpg
Ælle II uccide Ragnar Lodbrok in un'illustrazione di Hugo Hamilt
Re di Northumbria
In carica 21 novembre 866 - 21 marzo 867
Predecessore Osbeorht di Northumbria
Successore Ecgberht di Northumbria
Morte York, 21 marzo 867

Ælla II, o Ælle (... – 21 marzo 867), fu Re di Northumbria dal 21 novembre 866 al 21 marzo 867 dopo la deposizione del fratello Osbeorht di Northumbria, ed ultimo sovrano indipendente della Northumbria.

BiografiaModifica

Poche sono le informazioni su Ælle e il suo regno. In alcune fonti viene descritto come fratello di Osbeorht di Northumbria [1], a cui successe come Re di Northumbria dopo la sua deposizione, evento che viene tradizionalmente datato all'862 o all'863, ma che potrebbe essere spostato in avanti all'866. Nonostante la presunta parentela con il predecessore, Ælle venne spesso descritto come un re tirannico ed illegittimo [2].

Sul finire dell'866 la Grande armata danese marciò contro la Northumbria, conquistando York il 21 novembre. Secondo la Historia Regum Anglorum di Simeone di Durham Osberht e Ælle morirono il 21 marzo 867 in battaglia contro i vichinghi, che posero quindi sul trono Ecgberht di Northumbria come fantoccio.

Nella letteraturaModifica

La Ragnarssona þáttr aggiunge altri dettagli leggendari alla narrazione che le fonti danno della conquista vichinga di York, come le figure del Re di Svezia e Danimarca Ragnar Lodbrok e dei suoi figli Hvitserk, Björn Ragnarsson (Fianco di Ferro), Sigurðr ormr í auga (Serpente nell'Occhio), Ivar Senz'Ossa e Ubbe. Secondo questo racconto Ragnar fu ucciso da Ælla e l'esercito che prese la città nell'866 era guidato dai figli di Ragnar, che così vendicarono la morte del padre.

Le prime fonti inglesi affermano che Ælla e Osberht morirono in battaglia. Nei racconti che narrano di questa vendetta, la figura dominante è Ivar, spesso associato col leader vichingo Ímar, fratello di Amlaíb Conung, che si trova negli annali irlandesi. Secondo la Cronaca anglosassone, alcuni anni dopo "Hingwar e Hubba" martirizzarono re Edmondo dell'Anglia orientale. Hubba viene indicato come leader dell'esercito in Northumbria da Abbo di Fleury e dalla Historia de Sancto Cuthberto. Simeone di Durham elenca i leader dell'esercito vichingo: "Halfdene, Inguar, Hubba, Beicsecg, Guthrun, Oscytell, Amund, Sidroc e altri duchi dallo stesso nome, Osbern, Frana e Harold". Lo storico normanno Goffredo Gaimar e Goffredo del Galles affermano che l'inglese "Bern" o "Buern" portò i Danesi in Inghilterra. Secondo Gaimar Buern lo fece per vendicare lo stupro della moglie da parte di Osberht.

NoteModifica

  1. ^ D.P.Kirby, The Earliest English Kings, p.197
  2. ^ Simeone di Durham, Historia Regime Anglorum, p. 427

BibliografiaModifica

  • D.P. Kirby, The Earliest English Kings, Londra: Unwin, 1991. ISBN 0-04-445692-1
  • N.J. Higham, The Kingdom of Northumbria AD 350-1100, Stroud: Sutton, 1993. ISBN 0-86299-730-5
  • Simeone di Durham, trad. di J. Stevenson (1855), The Historical Works of Simeon of Durham. Church Historians of England, volume III, parte II. Seeley's.
  • Dorothy Whitelock, Fact and Fiction in the Legend of St. Edmund, in Proceedings of the Suffolk Institute of Archaeology 31, 1969.
  • J. Stevenson, trad., The Historical Works of Simeon of Durham, 1855, in Church Historians of England, vol. III, parte II, ed. Seeley's.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie