Apri il menu principale

Afareo (figlio di Periere)

re di Messenia nella mitologia greca, figlio di Periere
Afareo
SagaLe Argonautiche
Nome orig.Ἀφαρεύς
SessoMaschio
Luogo di nascitaMessene
ProfessioneRe di Messene

Afareo (in greco antico: Ἀφαρεύς, Apharéus; in latino Aphareus) è un personaggio della mitologia greca. Fu re di Messene.

GenealogiaModifica

Figlio di Periere[1] e di Gorgofone[1], sposò Arene[2] fu padre di Idas[3] e Linceo[3] e Piso[2].

MitologiaModifica

Alla morte del padre ereditò il regno assieme al fratello Leucippo, ma avendo la maggiore autorità gli fu attribuita la fondazione di una città a cui diede il nome dalla moglie (Arene)[4] e quando Ippocoonte usurpò il trono di Sparta accolse il fratello Tindaro che si stabilì a Thalamae, città dove nacquero i suoi figli[5].

Accolse anche suo cugino Neleo (che fu cacciato da Pelia) e gli assegnò un tratto di terra nella parte marittima di Messenia dove la città principale era Pilo ed inoltre accolse anche Lico che fu esiliato dal fratello Egeo e che in cambio gli rivelò poi i riti di Demetra[4].

Dopo la morte dei figli Idas e Linceo (uccisi dai Dioscuri[6]) e poiché il suo regno era rimasto privo di discendenti maschi, a Nestore spettò tutto il suo regno compresa tutta la parte governata da Idas, ma non fu ceduta Tricca ai figli di Asclepio, Macaone e Podalirio[4].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Apollodoro, Biblioteca I, 9.5, su theoi.com. URL consultato il 29 maggio 2019.
  2. ^ a b (EN) Apollodoro, Biblioteca III, 10.3, su theoi.com. URL consultato il 29 maggio 2019.
  3. ^ a b (EN) Apollodoro, Biblioteca I, 7.8, su theoi.com. URL consultato il 29 maggio 2019.
  4. ^ a b c (EN) Pausania il Periegeta, Periegesi della Grecia IV, 2.4; IV, 2.6; IV, 3.1, su theoi.com. URL consultato il 18 giugno 2019.
  5. ^ (EN) Pausania il Periegeta, Periegesi della Grecia III, 1.3, su theoi.com. URL consultato il 18 giugno 2019.
  6. ^ Ovidio, Le metamorfosi, VIII, 304.
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca