Agatangelo da Vendôme

missionario francese
Beato Agatangelo da Vendôme

Sacerdote cappuccino,martire

 
NascitaVendôme 1598
MorteGondar 1638
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione1º gennaio 1905
Ricorrenza7 agosto

Agatangelo da Vendôme, al secolo François Noury (Vendôme, 31 luglio 1598Gondar, 7 agosto 1638), è stato un missionario cappuccino francese, martire in Etiopia assieme a Cassiano da Nantes: è stato proclamato beato da papa Pio X nel 1905.

BiografiaModifica

Entrato nei frati cappuccini nel 1618: dopo il noviziato a Le Mans, completò la sua formazione nei conventi di Poitiers e Rennes e fu ordinato prete nel 1625.

Nel 1628 fu assegnato alle missioni di Levante: svolse il suo ministero ad Aleppo e poi (dal 1633) in Egitto, dove conobbe Cassiano da Nantes.

Nel tentativo di riunire i cristiani copti alla Chiesa di Roma, nel 1638 raggiunse con padre Cassiano l'Etiopia, ma vennero catturati e lapidati a Gondar.

CultoModifica

La causa di beatificazione, promossa da Guglielmo Massaia, fu introdotta nel 1887; il 27 aprile 1904 papa Pio X riconobbe l'autenticità del suo martirio e il 1º gennaio 1905 lo proclamò beato.

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 7 agosto:

«Nella città di Gondar in Etiopia, beati Agatangelo (Francesco) Nourry da Vendôme e Cassiano (Gonsalvo) Vaz López-Netto da Nantes, sacerdoti dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini e martiri, che in Siria, Egitto ed Etiopia cercarono di riconciliare con la Chiesa cattolica i cristiani separati, ma furono per ordine del re d’Etiopia appesi a degli alberi con il loro stesso cordone e lapidati.»

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN40463466 · ISNI (EN0000 0000 6682 1814 · CERL cnp00625293 · WorldCat Identities (ENviaf-40463466